Il pilota: Between

Between è una serie statunitensecanadese, va in onda su City e Netflix, è la prima serie canadese ad andare in onda su Netflix sin dal suo debutto. [Attenzione, spoiler]

Giorno 10 – conteggio vittime a Pretty Lake: 3412

Il pilot inizia così, con una persona nei boschi che, tronchesi alla mano, sembra voler penetrare in un recinto. Si accendono dei fari, l’hanno beccato.

Giorno 1 – conteggio vittime a Pretty Lake: 0

La storia parte da qui, tutto è tranquilo a Pretty Lake, a scuola conosciamo Wiley, una teenager incinta che parla con Adam, il geek della situazione (complimenti per la maglietta: Ci sono 10 tipi di persone al mondo, quelli che conoscono il sistema binario e quelli che non lo conoscono). La situazione di Wiley è peggiorata dal fatto che è la figlia del pastore.

17 anni, incinta di non si sa chi, figlia del pastore. Poi basta?
17 anni, incinta di non si sa chi, figlia del pastore. Poi basta?

Vengono introdotti un certo numero di personaggi: il figlio di papà col macchinone, il garzone dell’idraulico con il fratello minore che ha come unica aspirazione diventare uno spacciatore di alto livello, un carcerato solitario con un evidente fardello interiore, il figlio di un allevatore di vacche che si arruola nell’esercito contro il parere della famiglia.

Come abbiamo già visto in numerosi telefilm (e per la gioia di chi realizza i sottotitoli) viene utilizzata la tecnica degli SMS in sovraimpressione. Sappiamo sempre cosa si stanno scrivendo i personaggi, senza dover inquadrare lo smartphone.

La sorella di Wiley trova il padre accasciato sul pavimento, l’uomo è morto.

La madre dell’odioso tipo col macchinone muore.

Il nonno del tipo che si è arruolato muore.

Giorno 4 – conteggio vittime a Pretty Lake: 47

Tutto è quarantasette, nel mondo si diffonde la notizia dell’epidemia, imperversano su Twitter hashtag tipo #prayForPrettyLake e via dicendo.

I medici non capiscono cosa stia succedendo, non ci sono apparenti cause per questi decessi.

Adam vuole fuggire dalla città, ma la madre crede che stia esagerando. Non lo crede per molto però, perché muore pure lei.

Giorno 5 – conteggio vittime a Pretty Lake: 327

Scopriamo che Wiley non è affatto religiosa e, mentre la sorella pensa a pregare per i morti e per la propria salvezza, va da un avvocato e firma un contratto. Non si saprà mai chi è il padre, il figlio andrà alla famiglia del padre e lei riceverà un sacco di soldi.

Gli Stati Uniti mettono la cittadina di Pretty Lake in quarantena, vengono erette barriere che impediscono a chiunque di entrare o uscire.

Giorno 4: le barriere
Giorno 5: le barriere

Giorno 10 – conteggio vittime a Pretty Lake: 2803, in costante aumento

Mentre i residenti muoiono come mosche, Adam hackerando siti a caso scopre che non muore nessuno sotto i 22 anni (unico elemento vagamente fantascientifico) e decide di fuggire. Chiede a Wiley di venire con lui, la ragazza accetta, ma sul più bello le si rompono le acque e gli scrive che ha cambiato idea perché almeno lui possa fuggire.

Il ragazzo allevatore corre in aiuto di Wiley e l’aiuta a partorire, alla fine sarà più o meno come con le vacche, no? È un maschietto.

Torniamo alla scena iniziale, la persona con i tronchesi è Adam e non vuole entrare, bensì uscire da Pretty Lake. Una volta individuato dai soldati, questi aprono il fuoco. Adam, ferito, cade al suolo nel bosco.

Fine.

Giorno 10: Adam
Giorno 10: Adam

Evidentemente la serie proseguirà con le vicende dell’ormai scarsa popolazione cittadina, a un certo punto gli adulti verranno spazzati via e tutto sarà in mano alle nuove generazioni.

Nessuno entra, nessuno esce. Un po’ come Under The Dome, ma con uno scenario da fine del mondo, dove qualcuno si ergerà a baluardo della legge e altri riterranno che l’unica legge sia quella del più forte, a chi viene in mente Jericho?

La cosa interessante è che rimarranno solo i ragazzi, in una serie TV forse non l’avevamo mai visto, ma William Golding (Nobel per la letteratura nel 1983) col suo Il signore delle Mosche ci ha già raccontato cosa succederà: “L’uomo produce il male come le api producono il miele”.

I protagonisti sono almeno 7, ma i personaggi che ci sono stati presentati sono una dozzina, speriamo non abbiano tutti una loro storyline o si finirà come in FlashForward, dove c’erano veramente troppi personaggi.

L’idea è vagamente interessante, ma mi sa un po’ di già visto.

Rispondi