42 personaggi di serie TV che da oggi possono sposarsi ovunque negli Stati Uniti

In questo articolo darò per scontato che siate in pari con le serie che andrò a citare, per cui se avete timore di incontrare qualche spoiler fermatevi qui, in caso contrario buona lettura.

Non possiamo che partire da Torchwood con Jack Harkness (1), e Ianto Jones (2), perché Jack si ama o si odia, e Ianto decisamente non lo odia. Per non dimenticarmene cito subito John Hart (3), l’ex amico (e non solo) di Jack.

Rimaniamo nell’universo del Dottore: Madame Vastra (4) e Jenny Flint (5) sono sposate, con buona pace di Strax, che non ha ancora ben capito queste cose. Menzione speciale per Alonso (6), Allons-y, Alonso!

Vastra e Jenny
Madame Vastra e Jenny

Rimanendo nel Regno Unito, ricorderei a tutti la suoneria che Irene Adler (7) imposta sul telefono di Sherlock Holmes, aaaahhh che bella suoneria.

Stargate Universe non è durato molto in TV, purtroppo, mi sarebbe piaciuto conoscere meglio Camille Wray (8). Due stagioni anche per Hex e per Thelma Bates (9), la sua passione per le ragazze non si è fermata nemmeno dopo la morte (e c’era pure Fassbender, quando non era famoso).

Hex-Thelma
Thelma

Sulla permanenza di Defiance sul piccolo schermo invece non mi pronuncio, potremmo parlare della relazione tra Kenya Rosewater (10) e Stahma Tarr (11), certo, ma io mi limiterei a parlare di quella certa vasca da bagno.

I seguaci dei Signori di Kobol non leggevano libri in piedi nelle piazze delle Dodici Colonie ma avrei voluto vederli discutere con Sam Adama (12). Anni dopo, sulla Pegasus, Helena Cain (13) si faceva sedurre da una Six (14), non dimentichiamo inoltre che Three (15) e Six sono finite a letto con Gaius. Concludiamo il giro delle navi dell’universo di Battlestar Galactica salendo proprio sulla “Grand old Lady” incontrando Felix Gaeta (16).

Cambiamo drasticamente tipo di navi all’orizzonte arriviamo a Black Sails. Eleanor Guthrie (17) e Max (18) sono due personaggi più interessanti da separati che come coppia, alla lista non possiamo non aggiungere Anne Bonny (19) e il mio personaggio preferito di questa serie, l’incommensurabile Flint (20), il cui volto campeggia sul mio desktop da mesi ormai.

Non so se siate in pari con Orphan Black, io no, ma di certo abbiamo avuto modo di adorare Felix Dawkins (21) e Cosima Niehaus (22), con un po’ meno affetto guarderei a Delphine Cormier (23), invece.

Felix, vestito in modo elegante.
Felix, vestito in modo elegante.

In alcune serie sappiamo quasi per sbaglio che ci sono personaggi non etero, abbiamo Mulan (24) in Once Upon A Time, Tom “Mr. Friendly” (25) in Lost, Toshiko (26) in Torchwood, Inara (27) in Firefly, perché dopotutto… chissenefrega, se non è importante al fine della trama.

Anche in Warehouse 13 ci hanno fatto sapere en passant che Steve Jinks (28) è gay, mentre invece per H.G. Wells (29) è un tratto più importante. Sì, anche io volevo finisse con Myka, non fatemi dire niente.

Un bel lieto fine invece l’hanno avuto Willow Rosenberg (30) e Tara Maclay (31) in Buffy, no? Mentre pensate a quanto volete bene a Joss Whedon cambiamo autore noto per i finali da fiaba: George R. R. Martin. Sappiamo tutti come il fato arrida a Oberyn Martell (32), Renly Baratheon (33) e Loras Tyrell (34)…

Lena Headey e Pedro Pascal
Lena Headey e Pedro Pascal che fanno gli scemi

Sara Lance (35) e Nyssa (36) non vissero insieme felici e contenti, ma non è detta l’ultima parola, in Arrow anche i morti tornano in vita! Nello spin-off (The Flash) invece il capitano Singh (37) speriamo se la cavi meglio!

Se non avete ancora recuperato Sense8 non conoscete Lito Rodriguez (38) e Hernando (39) né il mirabolante duo Amanita (40) Nomi (41), se invece l’avete visto possiamo parlare del colore dello strap-on di Amanita nel pilot: è inguardabile!

Quarantadue. La domanda è: quanti sono i personaggi citati in questo articolo? 42 è la risposta, e chiudo con un personaggio che non appartiene a una serie geek ma appartiene all’adolescenza di una miriade di persone. Sto parlando di Jack McPhee, forse il primo personaggio apertamente gay che ho visto in TV e per questo dobbiamo ringraziare Aidonuannauei, che in Italia è andata in onda col titolo di Dawson’s Creek.

Jack
Jack

Tecnicamente non fa parte di una serie TV, quindi non vale nel conteggio, ma Albus Dumbledore è un personaggione, mi piace citare la risposta di J.K. Rowling a un tweet (ora cancellato, chissà come mai) che diceva: “I wonder why you said that Dumbledore is a gay because I can’t see him in that way” (Mi chiedo perché tu abbia detto che Silente è un gay perché non riesco a vederlo così”).

Magari perché le persone gay sembrano… persone?

Rispondi