L’intervista: Federico Memola e l’Agenzia Incantesimi Reloaded

Agli appassionati di fumetti il nome di Federico Memola non giungerà nuovo, con grande piacere ho avuto modo di porgli qualche domanda in occasione della chiusura della sua campagna per finanziare il suo ultimo progetto: Agenzia Incantesimi Reloaded: Le divoratrici di uomini.

Geek.pizza: Ciao Federico, benvenuto su Geek.pizza. È un vero piacere poterti ospitare qui, sono un fan Bonelli da praticamente tutta la vita e La stirpe di Elän è una delle mie saghe preferite. Vuoi presentarti per i nostri lettori?

Federico Memola: Purtroppo non ho qualche storia avventurosa da narrare, per quel che mi riguarda. Sono nato a Milano nel 1967, sin da bambino sono sempre stato appassionato (anche) di fumetti e qualche anno dopo aver conseguito la maturità Linguistica ho avuto la fortuna di conoscere Antonio Serra, grazie al quale sono entrato nella redazione di Fumo di China. Era il 1989 e da allora ho sempre lavorato nel mondo del fumetto come redattore, sceneggiatore e curatore di testata.

Gp: Devo ammettere che non ho mai seguito Jonathan Steele, un progetto di famiglia, giusto?

FM: Beh, sì, dal momento che i personaggi sono stati creati graficamente da mia moglie, Teresa Marzia, che ha anche disegnato alcune storie.Anche se ufficialmente io sono il solo detentore dei diritti, di fatto la consideriamo “nostra”.

Gp: Possiamo leggere Agenzia Incantesimi senza conoscere la serie principale? E dove?

FM: Sì, ormai Agenzia Incantesimi, anche grazie a qualche riscrittura “ad hoc”, è un fumetto totalmente indipendente da Jonathan Steele: ne può essere complementare, ma può anche essere letto senza nemmeno sapere dell’esistenza della serie “madre”. Oggi è possibile leggerla interamente (e gratuitamente) sia sul sito di Agenzia Incantesimi (http://agenziaincantesimi.blogspot.it/) che su http://www.verticalismi.it/

Agenzia Incantesimi Reloaded 01

Gp: Come nascono Jasmine e Myriam? Mi immagino la lampadina che si accende una sera come tante mentre sei a casa che ceni con tua moglie.

FM: No, in realtà sono nate in contesti e momenti differenti. Myriam è nata insieme a Jonathan Steele, tanti anni fa, quando ebbi l’idea per la serie. All’epoca, infatti, l’avevo chiamata “Myriam & Steele”. Dopo anni di gestazione, quando venne l’occasione di proporla in Bonelli (dove lavoravo già come sceneggiatore e curatore di Zona X), la serie si era evoluta rispetto all’idea iniziale e sentii il bisogno di aggiungere un terzo personaggio per movimentare la situazione di coppia, così ebbi l’idea di inserire Jasmine, ispirata alla modella Yasmeen Ghauri, e di farne una maga.

Gp: Guardavo i disegni delle prime vignette dell’albo e ho pensato: decisamente non un fumetto Bonelli. La produzione indipendente ti permette di non avere limiti?

FM: Agenzia Incantesimi, anche su carta, è nata già al di fuori della Bonelli, quindi la libertà a disposizione era decisamente maggiore. E ora che viene portata avanti gratuitamente sulla rete, non ci sono vincoli di alcun genere. Posso fare qualunque storia mi passi per la testa e posso farla disegnare con lo stile che mi sembra più adatto, senza dovermi preoccupare di dover raggiungere un pubblico specifico. Non ho mai avuto problemi ad ammettere che lo sto facendo per divertimento personale,perché Agenzia Incantesimi è la serie che più mi diverto a scrivere e quindi non voglio nemmeno pormi limiti di alcun genere. E’ la serie adatta a chi ha voglia di divertirsi senza sentirsi legato a convenzioni o stilemi precisi.

Agenzia Incantesimi Reloaded MyriamGp: Arriviamo quindi a Indiegogo, la tua campagna è agli sgoccioli ma abbiamo contribuito solo in 29, secondo te in Italia come mai la cultura del crowdfunding è così poco diffusa?

FM: Proprio perché siamo in Italia non direi “solo” 29, ma “ben” 29! E comunque non si è ancora conclusa, quindi staremo a vedere. La precedente campagna ha addirittura raddoppiato la cifra iniziale richiesta, ma adesso siamo anche in piena estate, quindi molta gente è via o comunque distratta. E comunque bisogna tenere presente che nel nostro paese c’è ancora molta titubanza a pagare via internet, ancora di più se si considera che proprio film, fumetti e musica è molto più facile scaricarli gratuitamente (e illegalmente). Il crowdfunding si sta diffondendo, ma credo ci vorrà ancora un po’ perché la gente (parlo sempre del nostro paese) si fidi e comprenda come possa essere un mezzo davvero efficace per realizzare opere anche fuori dai soliti schemi. Intanto, ripeto, quel poco che sto raccogliendo sta comunque dando i suoi frutti: anche questa campagna, se anche non dovesse raggiungere la cifra che ci eravamo prefissati, ha comunque raccolto il necessario per produrre l’animazione e un compenso per la disegnatrice, la bravissima Francesca Follini. Tutto quel che arriverà da qui in poi incrementerà la sua parte.

Gp: L’albo (fatta eccezione per chi contribuisce alla tua campagna) uscirà in lingua inglese, come mai?

FM: In realtà non uscirà la storia a fumetti, ma una versione animata (in stile Supergulp). Il motivo è semplice: sin dalla nascita, questa storia era destinata a diventare un video promozionale (realizzato dallo studio Emmetre Edizioni) per la versione inglese di Agenzia Incantesimi, che partirà il prossimo anno, sempre gratuitamente in rete. Non è mai stata intesa come una storia a fumetti, tant’è che è stata disegnata suddivisa a vignette (ovvero a schermate), non a pagine. La versione a fumetti è un bonus riservato a chi contribuisce alla campagna. Tutti gli altri dovranno “accontentarsi” del video in inglese.

Gp: Cambiamo completamente argomento: se potessi realizzare una storia in un qualsiasi universo di fantasia quale sceglieresti? Da quello di Star Trek a quello di Sandokan, massima libertà.

FM: Uno dei miei sogni proibiti è quello di riuscire a scrivere una storia di Lupin III. Spero di riuscirci, prima o poi!

Gp: Su questo sito alla domanda di rito non si scappa: qual è la tua pizza preferita?

FM: Non ho una pizza preferita, quando ne devo scegliere una, cerco sempre quelle più strane e inusuali (se gli ingredienti mi piacciono o non fanno a pugni fra loro!).

Gp: Nel salutarti ti ringrazio e ti faccio un in bocca al lupo per gli ultimi giorni della campagna su Indiegogo.

FM: Grazie!

Mancano ancora 5 giorni alla fine della campagna, vi consiglio di non indugiare oltre e unirvi ai fortunati che potranno ricevere il fumetto in esclusiva. Trovate la campagna su Indiegogo seguendo questo link.

Trovate Agenza Incantesimi Reloaded anche su Facebook, non dimenticate di dare un “mi piace” alla pagina e anche a quella di Geek.pizza, ovviamente!

Rispondi