Lo spacciagiochi: Battledexx su Kickstarter

Battledexx è un gioco di carte collezionabili, in linea di massima non amo questo tipo di giochi, ma questo progetto ispirato a Final Fantasy VII mi ha incuriosito e quindi eccomi qui.

La storia:

Nell’anno 2094 sulla Terra scoppia una guerra civile su scala planetaria dovuta alla rabbia della popolazione in seguito alla rivelazione della presenza di alieni e altre dimensioni.

Naomi QuaneraZefram Cochrane sarebbe piuttosto perplesso da questo incipit, ma andiamo avanti.

L’Ordine del Nuovo Mondo lotta per anni cercando di riportare l’ordine, ma invano, almeno sino alla nascita di Battledexx. Quando l’Ordine comprese che doveva dare alla razza umana qualcosa di nuovo in cui credere, una forma di intrattenimento che potesse unire l’umanità, rendendola più semplice da controllare. Il risultato fu Battledexx, uno spettacolo che univa tutto ciò che la gente voleva vedere. Violenza, eccitazione, sfruttamento, erotismo, sangue, il tutto sponsorizzato dalle più grandi ditte dell’epoca.

Non sono molti gli alieni a combattere in Battledexx, ma alcuni hanno stretto un patto con gli umani, consentendone, in rari casi, l’evocazione da un’altra dimensione durante il combattimento.

Tutto questo porta al tipo di carte, gli alieni sono le più potenti e rare, come avrete intuito.

Il gioco:

La grafica delle carte è realizzata da 23 artisti diversi, l’ispirazione principale è il mondo di Final Fantasy e gli autori stanno cercando di avere la licenza per utilizzare i personaggi ufficiali, ma al momento non sono ancora disponibili.

Una partita standard si svolge in un’area di 5×5, gli avversari si scontrano con mazzi da 15 carte. Ponendo una carta sul tavolo questa si confronta con quelle adiacenti e chi rimane con più combattenti sul tavolo alla fine della partita è il vincitore.

Semplice? Non c’è un video col gameplay, purtroppo, ma da quanto si può leggere sul sito internet parrebbe proprio di no. Anche se è evidente che la carta con il numero più alto batte quella col numero più basso, le carte possiedono abilità, alcune attive, alcune passive, che permettono a una carta “debole” di infliggere pesanti danni a quelle adiacenti. Trovate sul sito l’elenco completo delle abilità delle carte, tra queste ci sono il contrasto di un’altra abilità, la resurrezione di un combattente, la copia delle abilità di un’altra carta, ecc.

Gli autori hanno in mente di vendere le carte in bustine di 5-10 carte, ma i sostenitori del progetto su Kickstarter riceveranno un set di 48 carte bilanciate. Insomma, se questo tipo di gioco fa per voi io vi consiglio di dare un’occhiata alla pagina del progetto su Kickstarter e portarvi a casa un mazzo base, comprensivo di 5 carte rare e 5 super rare.

Rispondi