Star Wars: J.J. Abrams parla de Il risveglio della Forza e del suo rapporto con Disney

L’immancabile StarWars7News ha riportato una conversazione tra J.J. Abrams e Vanity Fair nella quale il regista ha parlato di Star Wars e del suo rapporto con i piani alti di Disney.

Si è discusso molto di quale sia stata l’influenza di Disney su Abrams, specie quando si sono diffuse voci di screzi tra il CEO di Disney, Bob Iger, lo “Studio Chief” Alan Horn e la Kennedy, ma pare che le divergenze si siano appianate.

Bob Iger e Alan Horn hanno veramente capito come [Star Wars] faccia parte di Disney. Non stanno cercando di dare un’impronta Disney a questo universo, fanno semplicemente una cosa che ritengo molto intelligente, ovvero lasciare la direzione di Lucasfilm a Kathleen Kennedy, persona e produttore straordinario.

Alla domanda se avesse avuto controllo sul montaggio finale Abrams ha risposto di sì, ma che quando si segue un progetto Disney ci sono clausole contrattuali che, volendo, permettono alla casa di Mickey Mouse di ottenere il controllo totale. Vista la mole di denaro investita nei film Disney direi che sarebbe veramente strano il contrario, ma l’importante è che queste clausole non siano state necessarie.

A questo punto se Abrams si fosse sentito tagliato fuori e avesse idea che il progetto stesse andando a rotoli si tirerebbe fuori da quella che potrebbe diventare la più grande disfatta della sua carriera, per cui direi che anche i fan che temevano di vedere tre soli a forma di Topolino su Tatooine o amenità simili possono stare tranquilli: Disney non è diretta da degli sprovveduti e Il risveglio della Forza prenderà il meglio di Lucasfilm e lo porterà sullo schermo. Senza Jar Jar. (Scusa, George, non ho resistito).

Rispondi