L’intervista: Andrea Mazzolani di Magic Store e Dungeon Saga

Recentemente si è parlato di Dungeon Saga, qualcuno l’ha paragonato a Descent, qualcuno a Hero Quest, ho pensato di fare allora qualche domanda a chi lo pubblicherà in Italia.

Ciao Andrea, benvenuto su Geek.pizza, presentati ai nostri lettori.

Mi chiamo Andrea Mazzolani. Da oltre 20 anni lavoro nel mercato dell’home entertainment (dai videogiochi ai giochi da tavolo passando per i giochi di carte e collezionabili in genere). Da 5 anni seguo la direzione commerciale di Magic Store Srl. Ho 47 anni e vivo a Forlì con mia moglie Grazia, nostra figlia Anna e il gatto Pedale.

Recentemente Magic Store si è lanciata in una nuova avventura, la localizzazione di un gioco che su Kickstarter ha, a dir poco, spopolato. Dungeon Saga, la missione del re dei nani ha raccolto oltre un milione di dollari. Ci racconti come siete arrivati a scegliere questo gioco?

Dopo 15 anni di attività come distributore nazionale di giochi di carte collezionabili e accessori, per Magic Store era giunto il momento di mettere a frutto le diverse esperienze maturate e iniziare a costruire una propria offerta editoriale per il mercato specializzato. Con Dungeon Saga è stato amore a prima vista perché segna il ritorno del genere fantasy classico con grande stile e sostanza in uno dei segmenti, il dungeon crawler, fra i più apprezzati dai giocatori. Era quindi il prodotto perfetto per presentarci al mercato in questa nuova veste di editori.

Dungeon Saga copertinaHero Quest (nonostante la sua ingenuità) ha lasciato un ricordo indelebile nei fan di vecchia data e sembra che nessun dungeon crawler sia più riuscito a trasmettere quelle emozioni ora sopite, ma mai dimenticate. Credi che Dungeon Saga riuscirà a conquistare i ragazzi di un tempo ora adulti? Perché?

Credo proprio di si, perché il gioco è composto da un mix incredibile di bellezza e sostanza e sono convinto che Dungeon Saga saprà offrire molte ore di avventure e divertimento anche ai tanti nuovi giocatori che non hanno conosciuto “Hero Quest”.
Dungeon Saga è semplice e ricco di dettagli che consentono di immergerti nella storia mentre giochi.

Quando uno dice dungeon crawler viene subito naturale fare dei paragoni con Descent, ci puoi dire quali sono le differenze più salienti? Serve un master?

L’invito é quello di venirlo a provare a Lucca in Area Games – Padiglione Carducci allo stand Magic Store – Mantic Games. Per chi non potesse, sintetizzo alcuni punti importanti: 1) Setup e turni di gioco più veloci 2) Combattimento più semplice e inserimento della gestione del fronte di combattimento 3) Tutti i giocatori sono sempre attivi e coinvolti senza tempi morti 4) Gestione dei rinforzi e degli incantesimi più efficace e divertente. “Dungeon Saga: La Missione del Re dei Nani” è un gioco per 2/5 giocatori e serve il master. E’ già stata annunciata un’ espansione del gioco, prevista per il prossimo anno, dove, fra le tante novità, sarà introdotto anche il regolamento per giocare in solitario oppure in modalità completamente cooperativa (quindi senza bisogno del master).

Qualcuno si sta già chiedendo se pubblicherete le espansioni, hai modo di rassicurarli o non hai ancora informazioni a riguardo?

Ad oggi è confermato che Magic Store distribuirà tutte le espansioni di Dungeon Saga annunciate da Mantic Games. Il piano editoriale dettagliato sarà reso noto appena possibile sia sulla pagina facebook ufficiale che nel nostro sito.

Chi ha curato la traduzione?

Alex Visentin.

Quando vedremo il gioco sugli scaffali?

L’edizione Italiana sarà la prima ad uscire in Europa grazie all’ anteprima a Lucca Comics&Games. La distribuzione nei negozi è prevista all’inizio di Novembre.

Avete già in mente altri titoli da portare in Italia?

Sì, il nostro catalogo avrà sicuramente altri titoli molto interessanti il prossimo anno.
Consiglio di rimanere sintonizzati sui nostri canali social per ricevere tutte le informazioni in anteprima.

Nel ringraziarti… hai appena sconfitto un cuoco crudele che custodiva le chiavi di una cucina. Dentro trovi una pizza fumante su un tavolo, che pizza vorresti che fosse?

Mi piace cambiare abbastanza spesso la scelta della pizza. In questo momento ti direi una… Diavola 😉

Un grazie ad Andrea, mi raccomando, se andate a Lucca fate un salto a trovarlo!

Rispondi