Star Wars: Disney elimina per sempre il bikini dorato da schiava di Leia?

Forse per accontentare quelli che temevano che Disney avrebbe fatto qualche danno a Star Wars, ma pare che non vedremo mai più Leia col bikini dorato.

Si tratta solo di voci, ma arrivano da J. Scott Campbell, uno dei disegnatori di fumetti di Star Wars. Il tutto nasce da un’intervista di Carrie Fisher (Leia Organa) e Daisy Ridley (Rey). Il consiglio di Carrie Fisher era:

Dovresti batterti per il tuo costume. Non essere una schiava come lo sono stata io.

Ma J. Scott Campbell su Facebook risponde:

J Scott Campbell no more Slave Leia 1

Daisy Ridley non dovrà battersi contro alcunché. Disney sta già facendo sparire il costume da schiava da tutti i prodotti futuri, punto. Non vedrete mai più merchandising con il costume da schiava, fidatevi.

E ancora:

J Scott Campbell no more Slave Leia 2

L’ho saputo da due fonti. Non possiamo nemmeno disegnare Leia in pose sexy alla Marvel, figuriamoci con quel costume. Abbiamo dovuto anche cancellare l’ordine di una statua 3D di Leia schiava perché non possiamo più mettere Leia schiava nel merchandise.

Non si capisce come trent’anni dopo questo costume, che ormai è un’icona di Star Wars e della fantascienza, possa impensierire qualche benpensante conservatore, ma sembra proprio che Disney non voglia rischiare.
Per carità, non cambia chissà cosa, ma è proprio una di quelle mosse di autocensura che non riesco a comprendere.

Sapete però cosa non riusciranno a cancellare tanto presto?

Star Wars Slave Leia foto di gruppo

Perché non importa quel che qualcuno pensa: Leia è una schiava per una frazione di un film. Leia è una donna forte e indipendente, si libera da sola dal suo aguzzino ed è una delle persone chiave della Ribellione.

Vogliamo dire che qualche minuto con quel bikini dorato sminuiscono un personaggio che, già alla fine degli anni ’70, dimostrava al mondo che non tutte le principesse sono da salvare? Ma per favore…

Fonte: MakingStarWars

Rispondi