Star Wars: J.J. Abrams parla del ruolo di Luke Skywalker ne Il risveglio della Forza

Che ruolo ha giocato la figura di Luke Skywalker durante la stesura della storia de Il risveglio della Forza? Lo spiega J.J. Abrams.

Ecco cosa ha raccontato Abrams a EW

È stata la cosa che più mi ha colpito, l’idea di raccontare una storia che si svolgesse una quarantina d’anni dopo Il ritorno dello Jedi significava essere in una generazione per cui Luke Skywalker, Han Solo e Leia fossero come dei miti. Sarebbero stati vecchi e mitici, come le storie di Re Artù. Sarebbero stati personaggi di cui si era sentito parlare, o magari no. Sarebbero stati personaggi di cui si poteva pensare che fossero esistiti o forse fossero solo un racconto.

Rey ne è l’esempio perfetto:

Prendiamo una persona che vive da sola e lotta per tirare avanti senza avere un’istruzione vera e propria o qualcuno che la aiuta, nel posto più remoto della galassia. Chissà se ha mai sentito o sentirà mai parlare di queste cose e quanto questa persona avrebbe dedurre o cercare di capire da sola. L’idea che una persona del genere potesse iniziare a comprendere che gli Jedi erano reali, che la Forza esiste davvero e che c’è un potere nell’universo che sembra inverosimile ma che invece è reale… beh, era uno spunto davvero interessante.

Mentre la situazione per il suo improbabile compagno di avventure è molto diversa:

Finn è stato cresciuto sulle ceneri dell’Impero, gli hanno spiegato chi è Luke Skywalker, ne conosce la storia. Per lui è come arruolarsi nell’esercito e imparare chi è uno dei più grandi nemici del tuo paese. Ha questo effetto su di lui. Per quanto riguarda la Forza, invece, tutte quelle cose magiche, è a quel punto che Finn inizia a porsi delle domande. Cos’è la Forza? Qual è il ruolo che Luke Skywalker gioca in questa storia?

Insomma, tutto ruota attorno a Luke Skywalker, possiamo ipotizzare che lo vedremo solo nella parte finale del film, per il lancio di Episode VIII, ma comunque vada sarà un momento epico.

Fonte: GeekTyrant

Rispondi