I consigli di Natale di BoardGameGeek: Per famiglie con bambini grandi

Quarto capitolo dei consigli di Natale di BoardGameGeek, ecco i giochi per famiglie con bambini grandi. Trovate i capitoli precedenti qui.

Cinque giochi adatti a chiunque, anche senza alcuna esperienza di gioco da tavolo, persino in compagnia di bambini (purché non troppo piccoli), ecco i consigli di oggi!

www.uplay.it_Machi_Koro_-_Fatevi_un_Giro_in_Citt___--400x400Machi Koro

  • Giocatori: 2-4
  • Tempo di gioco: 30 minuti
  • Età: 10+
  • Editore italiano: Uplay.it edizioni

Info:

Dove trovarlo:

Non amo i giochi di dadi, parto da questo per dire che Machi Koro, un gioco di carte e dadi, è un giochino molto, molto carino. Costruite la vostra città, sapendo che ogni edificio genera denaro quando esce il numero indicato sulla carta. Alcuni nel vostro turno, altri anche nel turno altrui, ci sono poi gli edifici viola che costano tanto ma sono potentissimi. Un gioco per tutti, fatto salvo il limite dell’età, che non mancherà di divertirvi, specie se giocato con l’espansione “Machi Koro Plus”.

EscapeEscape: The Curse of the Temple

  • Giocatori: 1-5
  • Tempo di gioco: 10 minuti
  • Età: 8+
  • Editore italiano: –

Info:

Dove trovarlo:

Vi ricordate cosa ho scritto un attimo fa? Non amo i giochi di dadi, Escape è un altro gioco di dadi. Non ho mai avuto occasione di giocarci e credo che non faccia proprio per me, ma ecco come funziona. Il gioco comprende una colonna sonora, che detta il tempo della partita. Dovrete lanciare dadi a ripetizione, il più velocemente possibile, per spostarvi tra le stanze del tempio maledetto e cercare l’uscita. Il gioco è collaborativo, dovrete riuscire a fuggire tutti, e non sarà affatto banale farlo entro la fine della traccia audio. Carina l’idea, ma un po’ troppo casuale per i miei gusti.

Castle PanicCastle Panic

  • Giocatori: 1-6
  • Tempo di gioco: 60 minuti
  • Età: 6+
  • Editore italiano: –

Info:

Dove trovarlo:

Nemmeno Castle Panic è disponibile in italiano, ma BoardGameGeek sottolinea che il testo da imparare a memoria è molto ridotto, per cui è possibile giocarlo anche senza padroneggiare l’inglese.

Castle Panic è un gioco semi-cooperativo, tutti assieme dovremo difendere il castello dall’orda di nemici che lo sta assalendo. Durante il gioco potremo scambiarci carte e difendere le due cerchia di mura, se cadranno avremo perso. Se riusciremo a eliminare tutti i nemici potremo dilettarci a contare chi ne ha uccisi di più, quel giocatore sarà incoronato vincitore. Credo che il gioco sia abbastanza carino, ma non mi è chiaro perché alla fine solo uno debba essere essere il vincitore. Si vive insieme, si muore da soli, per citare qualcuno su una certa isola, quindi credo che questa regola possa essere tranquillamente ignorata. Da amante dei tower defense direi che non mi dispiace affatto.

The IslandThe Island

  • Giocatori: 2-4
  • Tempo di gioco: 60 minuti
  • Età: 8+
  • Editore italiano: Asterion Press

Info:

Dove trovarlo:

The Island è stato candidato a “Gioco dell’anno” nel 2013, ma mentre ho trovato appropriate le candidature del 2015 questa non riesco a farmela piacere. L’isola sta andando in pezzi e occorre portare in salvo i propri omini, solo all’inizio della partita potremo guardare il valore celato sotto l’omino, dovremo quindi ricordare quali sono i più importanti e cercare di salvare prima quelli. L’alta incidenza del caso però mi fa preferire di gran lunga altri giochi di fuga, come l’Isola Proibita.

TakenokoTakenoko

  • Giocatori: 2-4
  • Tempo di gioco: 45 minuti
  • Età: 8+
  • Editore italiano: Asterion Press

Info:

Dove trovarlo:

Di Takenoko ho già parlato in passato, è un gioco molto semplice, che piace alle ragazze non giocatrici e che seduce anche i giocatori più stagionati. Durante la partita dovremo soddisfare i nostri obiettivi segreti, cercando di coltivare il bambù del colore e della quantità richiesti spostando il giardiniere o mangiarlo, spostando il simpatico panda, che tanto simpatico non risulta agli occhi del giardiniere. L’uso del dado che modifica le azioni che possiamo svolgere a ogni turno e la casualità degli obiettivi ne fanno un gioco con particolare aleatorietà, ma non smetterò tanto facilmente di proporlo come gioco introduttivo a chi capita in casa nostra. Di recente, inoltre, è uscita un’espansione che introduce Mamma Panda e i Pandini, ne ho parlato qui, se vi interessa.

Rispondi