Play 2016 – Le novità in arrivo: Apokalypse Inc.

Oggi vi propongo il primo di una serie di articoli che ci accompagneranno verso Play 2016. Ecco le novità che ci proporrà Apokalypse Inc. Cliccate qui per gli altri articoli di questa rubrica

Bucks, Bullets and Flowers

Il progetto più importante che vedremo con il dado di Apokalypse Inc. sulla scatola è Bucks, Bullets and Flowers, si tratta di un gioco che la casa ha deciso di finanziare tramite crowdfunding e di cui vedremo il presto progetto su Kickstarter. Un gioco di miniature (quasi cento) ed edifici 3D dove spietati gangster si affronteranno senza esclusioni di colpi per il controllo di Chicago. Un gioco da 3 a 7 giocatori: un poliziotto e 2-6 gangsters

Le miniature vanno di moda, gli edifici 3D hanno la loro attrattiva e la Chicago anni ’20 anche, quindi… perché no?

CiVì

Il secondo progetto che Apokalypse Inc. porterà a Modena sarà CiVì (ossia curriculum vitae, io avrei detto “CiVu”, ma questa è una cosa che esula dal gioco), un gioco di carte di drammatica attualità. L’intento è probabilmente quello di sdrammatizzare un problema che affligge moltissime persone: la ricerca del lavoro. Tra corsi di formazione e mobbing bisognerà cercare un impiego, ma attenzione a non essere troppo qualificati, altrimenti non verrete assunti! Un gioco da 2 a 6 disoccupati.

Un tema inusuale per un gioco da tavolo, che potrebbe risultare non gradito a chi non riceve nemmeno uno straccio di risposta quando invia un CV, ma forse proprio per questo potrebbe riuscire ad alleggerire un po’ la frustrazione di chi cerca un impiego, vedremo.

Qui sotto vedete la foto della scatola, io avrei messo come numero sulla porta “108” perché è la somma dei numeri di LOST o 42, perché è la risposta… ma forse anche 107 ha un perché, mi informerò!

CiVì

Sparafurmiis

Terzo gioco in arrivo, un titolo profondamente diverso da ciò che ci ha mostrato in questi mesi Apokalypse Inc. Un cestino, una tovaglia da picnic briciole, formiche, ragni, uccelli e… una catapulta. Un gioco apparentemente di destrezza, ma dove poi muovere con strategia gli animali cercando di portare a casa più briciole possibili. Forse non il mio genere di gioco, ma trovo veramente carina l’idea della confezione a forma di cestino da picnic. Si tratta di un gioco da 2 a 4 commensali.

Crazy Brother

Questo è un gioco sviluppato dai ragazzi del corso di game designer del Politecnico di Milano. Il gioco, da 3 a 4 giocatori, è stato definito “sperimentale e di grande spessore”, si basa su casi clinici e sarà presentato da PlayRes. Non ci sono altre informazioni sul gioco in sé, la cui grafica non è ancora definitiva, questo è il primo prodotto “educational” di questa casa e avremo probabilmente modo di parlarne più approfonditamente con Apokalypse Inc.

Ci sono in arrivo altre novità, ma per il momento non posso dirvi molto. Sappiate però che potremo giocare tra le piramidi maya con “Naachtun”, un gioco “german” firmato da Pierluca ZizziMarco Legato e altri titoli vedranno come temi l’inferno di Dante, il calcio (nel senso di sport) e altro ancora. L’ultimo regalo che vi posso fare è l’anteprima della copertina di Naachtun, che però non vedrete sugli scaffali prima di Essen.

Naachtun

Rispondi