Play 2016 – Le novità in arrivo: CosplaYou

Episodio 11 della rubrica sulle novità a Play 2016, solito link agli episodi precedenti e si parte con Cosplayou.

Tre le novità che Cosplayou porterà a Modena, vediamole insieme.

Hall of FameHall of Fame è un gioco molto rapido (circa 15’) per 2-8 giocatori adatto un po’ a tutte le età (6+).

Hall of Fame, mi sembra una tipologia di gioco piuttosto carina e apprezzata in questo momento di gloria di Nome in codice e Il sesto senso.

Tre giochi in uno, il primo è “Identikit”, un cooperativo: si deve indovinare un colpevole tra 12. Un giocatore sarà il testimone, gli altri saranno gli investigatori. Il testimone giocherà una carta per turno, dando indizi agli investigatori, che scarteranno un numero di carte pari al numero del turno (1 carta nel primo, 2 nel secondo, ecc.) fino a indovinare il personaggio (vittoria collettiva) o a scartarlo (partita persa).

La seconda modalità è “Tutti quelli che”, nel proprio turno un giocatore giocherà una carta indicandone una caratteristica (“Tutti quelli che hanno la barba”) cercando di far sue le carte sul tavolo con quella caratteristica, ma senza esagerare. Il numero massimo di carte che si può raccogliere è 5, se per qualsiasi motivo si ottengono più carte occorre rimetterle tutte sul tavolo. Vince chi raccoglie più carte.

La terza modalità è solo per 3-6 giocatori, “Hall of Fame” può ricordare Dixit per certi versi. Eletto un giudice, questi estrae una carta dal mazzo e fa una richiesta (Es. l’amico più improbabile di Shakespeare), gli altri giocatori giocheranno una carta coperta dalla propria mano, il giudice mischierà le carte giocate e le metterà in ordine da quella che ritiene più azzeccata a quella più improbabile. Chi ha giocato l’ultima prende 0 punti, chi ha giocato la penultima 1 e così via a salire.

Un’idea carina per un party game molto duttile, approvata!

Trono di MortadellaIl trono di Mortadella è un gioco per 2-7 cultori dei salumi della durata di 20’ consigliato per giocatori da 10 anni in su.

Ogni giocatore riveste un ruolo nella fantastica Bologna medioevale de Il Trono di Mortadella: per deciderlo, ciascun giocatore pesca una carta ruolo, che non dovrà mostrare agli altri giocatori fino alla fine della partita.

Attraverso i dadi, turno dopo turno, i giocatori accumuleranno beni e risorse per soddisfare la propria condizione di vittoria e scateneranno effetti devastanti sui propri avversari.

Tra rivoluzioni, terremoti, pestilenze e la festa della porchetta, sarai in grado di diventare l’unico sovrano della città?

Si tratta di un gioco di dadi e identità nascoste con condizioni di vittoria asimmetriche. Ogni personaggio ha condizioni diverse di vittoria, per raggiungerle a ogni turno ogni giocatore tirerà 5 dadi, ne utilizzerà 3 e ne passerà due al vicino che potrà tenerli (e tirarne solo tre) o scartarli e tirarli tutti e 5. I dadi consentono di ottenere segnalini necessari a vincere, ma speciali combinazioni possono attivare effetti che possono colpire anche tutti i giocatori.

Chi mi conosce sa quanto io ami i dadi, per cui questo non è gioco che fa per me, ma è da sottolineare il fatto che oltre all’aleatorietà pura del dado c’è sia tattica che strategia. Strategia perché a seconda del personaggio si può cercare la vittoria in modi diversi, tattica perché a ogni lancio devi considerare che 2 dei 5 dadi finiranno in mano all’avversario che ti segue in ordine di turno. Insomma, tanta fortuna in gioco, ma non un cieco lancio di dadi.

NarcosNarcos, un party game per 5-10 agenti e trafficanti della durata di 25 minuti circa. L’età consigliata è 18+, non certo per motivi di complessità quanto per l’ambientazione.

In Narcos potrai essere un narcotrafficante o un agente federale che si daranno battaglia per la consegna della “merce”.

Ogni turno un giocatore sceglie la merce da consegnare tra quelle presenti nel gioco e passerà 4 carte al giocatore alla sua destra che le unirà a quelle che ha già in mano e così via fino a completare il giro.

Una volta completato il gioco si scoprono le 4 carte e se corrispondono con la richiesta iniziale, la consegna sarà andata a buon fine.

Per ogni consegna non arrivata a destinazione qualcuno dovrà pagare… spera di non essere tu!

Un gioco di identità nascoste a eliminazione in cui occorrerà passarsi carte di mano in mano nel più assoluto riserbo. L’unico a dichiarare quali merci dovranno arrivare a destinazione è il primo di turno, il Boss, se la consegna non sarà quella attesa inizieranno a cadere delle teste. Una al turno. Ci sono diverse modalità di vittoria sia per i trafficanti, sia per gli agenti e il fatto che il gioco sia molto rapido (pochi turni da giocare, da 3 a 7 a seconda del numero di giocatori) non rende pesante il meccanismo dell’eliminazione.

Insomma, anche se non sono sicuro sia il mio genere, potrebbe essere piuttosto interessante per chi ama questo tipo di giochi e non vuole giocare sempre e solo a The Resistance.

Rispondi