Pandemic Iberia: Pandemia viaggia nel tempo, fino al 1800

Le notizie riguardo Pandemic Iberia sono molto poche, ecco cosa si trova in rete e cosa ci ha detto Asterion.

Pandemic Iberia scatolaCorre l’anno 1848 e le malattie si diffondono velocemente sotto il cocente sole della penisola iberica.

Assumerete, tra gli altri, il ruolo di un’infermiera, un ferroviere, un dottore di campagna e collaborerete al fine di respingere nuove minacce quali la malaria, il tifo, il colera e la febbre gialla.

In questa nuova versione di Pandemia viaggerete da Barcellona a Lisbona con carri, battelli o treni e aiuterete la popolazione iberica sviluppando linee ferroviarie e distribuendo acqua disinfettata. Scoprirete una particolare parte del mondo, durante il periodo storico che ha visto la costruzione della prima linea ferroviaria nella penisola iberica, la cosiddetta Primavera dei Popoli.

Si tratta di un’edizione da collezionisti, pertanto questo gioco avrà un’unica tiratura di stampa.

Quel che la descrizione americana non dice, è che gli sconvolgimenti del 1948 hanno segnato profondamente anche l’Italia. Lo Statuto Albertino, le Cinque Giornate di Milano… e l’espressione di cui in pochi ricordano l’origine: fare un quarantotto.

Vedremo Pandemia Iberia in Italia? L’ho chiesto ad Asterion, mi hanno risposto immediatamente, ma per ora le notizie sono pochissime.

L’unica certezza è che è un premio del Pandemic Survival 2016. Per il resto siamo in trattativa.

Insomma, non rimane che avere fiducia nella casa di Correggio che, bisogna dire, è nota per non deludere i fan. Non appena avremo novità ve le riporteremo!

A me l’idea di questa ambientazione non dispiace per niente, più di quella di Pandemic Cthulhu, tema fin troppo inflazionato ultimamente. Da fan del gioco di Matt Leacock cercherò di procurarmi questa versione iberica non appena uscirà!

Rispondi