Benioff conferma l’imminente fine di Game of Thrones

Ne avevamo parlato qualche settimana fa, ora Benioff lo ha confermato in un’intervista. 73 ore di Game of Thrones e poi si chiude. Spoiler del finale della sesta stagione!

Intervistato riguardo la sesta stagione, David Benioff, showrunner di Game of Thrones, è tornato a parlare del futuro della serie.

Parliamo di altre due stagione. Quando avevamo appena iniziato avevamo deciso di svilupparla in 70-75 ore e ci siamo quasi. Dovrebbero diventare 73, al momento.

La logica è ben definite, da tempo:

Stiamo cercando di raccontare una storia che stia insieme, con un inizio, un punto centrale e una fine. Come ha detto anche Dan [D.B. Weiss, l’altro showrunner, n.d.Francesco], conosciamo la fine da un bel po’ di tempo ed è lì che ci stiamo dirigendo. Le ultime immagini della puntata dell’altra sera [il season finale della sesta stagione, n.d.F.], lo hanno dimostrato.

Daenerys sta finalmente tornando A Westeros, Jon Snow è il Re del Nord e Cersei è seduta sul Trono di Spade. Sappiamo poi che il Re della Notte è lassù che li aspetta. I pezzi sono sulla scacchiera, alcuni pezzi sono stati tolti dalla scacchiera e ci avviciniamo alla fine della partita.

La cosa che ci era piaciuta sin dall’inizio, quando abbiamo presentato l’idea a HBO, è che non era una serie che avrebbe dovuto continuare, dove a ogni stagione sarebbe stato necessario inventarsi nuove trame. Volevamo fosse una storia gigantesca senza bisogno di infilarci altre 10 ore perché aveva un buon numero di spettatori. Volevamo realizzare qualcosa che visto dall’inizio alla fine avesse senso, fosse una storia senza interruzioni.

Insomma, era previsto che andasse così, anche se a me l’impressione che abbiano dato una bella accelerata una volta superati i libri rimane. Questa stagione è stata piena zeppa di avvenimenti e non ha avuto episodi che lasciavano la sensazione che non fosse successo niente.

Tra gli avvenimenti che Benioff non ha citato, vorrei ricordare Arya.

Arya è a due passi da Winterfell e si è guadagnata uno dei momenti clou dell’episodio finale, al pari degli altri tre personaggi citati sopra.

A girl has a name!

Rispondi