Star Wars Rebels: lente d’ingrandimento sul trailer della terza stagione

Dalla Celebration di Londra arrivano notizie su Rebels, si prospetta una stagione più coinvolgente di qualsiasi serie animata di Star Wars mai vista prima. Ecco cosa abbiamo scoperto dal trailer.

Quando hanno chiuso The Clone Wars ci sono rimasto male, ero molto affezionato a quella serie, un po’ perché ne ho curato per anni i sottotitoli da fansubber, un po’ perché ci stava dando modo di scoprire un sacco di tasselli interessanti del mosaico che è la galassia di Star Wars.

Quando è iniziata Rebels si è notato subito un tono più leggero, ma come era leggero anche quello di The Clone Wars inizialmente. L’evoluzione di Rebels è stata notevole e questa terza stagione promette di tenerci incollati allo schermo quanto Rogue One.

Ecco il trailer.

Partiamo subito dal respiro di sottofondo. Vader avrà un ruolo in questa stagione di Rebels, il che è e perfettamente logico, visto che lo troveremo in Rogue One.

Ecco Kanan, il finale della seconda stagione l’ha lasciato cieco, lo vediamo meditare ma anche in azione come Daredevil, direi che la menomazione fisica non ne ha intaccato l’animo.

Ezra è molto cresciuto e con lui il suo potere. Ha una nuova spada laser, questa volta la lama è verde.

Ci sono dei cadetti che vogliono abbandonare l’Impero e passare alla Ribellione, facciamo la conoscenza con un tale Wedge. Rebels ci ha abituati a vedere personaggi classici comparire in forma animata e Wedge Antilles è sicuramente una bella sorpresa.

Star Wars Rebels s3 posterVediamo alcuni cadetti, tra cui una ragazza che sembra proprio Sabine di ritorno da una missione sotto copertura, non vedo l’ora di vederla avere lo spazio che merita.

Arriviamo a Hondo Ohnaka, è sempre divertente rivederlo in azione, specie con Ezra / Jabba. Hondo ha delle informazioni vitali per la Resistenza: informazioni sulla stazione Reclam, piena zeppa di Y-Wing da rubare. Alla missione parteciperà anche Rex, alzi la mano chi crede sia possibile stancarsi di vederlo in azione.

Un salto nel passato, la stazione è difesa dai droidi della Federazione del Commercio, uno degli ultimi lotto rimasti in giro, probabilmente. Chissà se Rex sarà contento di rivederli.

Mandaloriani che servono l’Impero e Mandaloriani che lottano con i Ribelli, sarà una storia interessante.

Subito dopo c’è una specie di droide insetto gigante, non so da dove l’abbiano tirato fuori ma sembra decisamente più temibile.

Fanno il loro ingresso nella serie anche i Dark Trooper, un mix tra biologico e cibernetico, pensate a un grievous e moltiplicatelo per tanti. Se non erro finora si erano visti solo nei videogiochi e in un fumetto.

Dal lato imperiale ci sono parecchi personaggi di spicco: la governatrice Pryce, Tarkin e un ritorno nel canone del grande ammiraglio Thrawn. Personaggio molto amato dai fan delle “Legends” che era diventato non canonico. Lo vediamo ammirare uno dei graffiti di Sabine, quello che diventerà poi il simbolo della Ribellione. Questo personaggio darà sicuramente parecchio filo da torcere ai Ribelli.

Come se non bastasse, Ezra si fa tentare dal Lato Oscuro, Darth Maul prova a farlo diventare un suo discepolo, invitandolo ad abbracciare la sua reale natura.

A questo punto entra in campo il Bendu. Non sono molto di questo culto, onestamente, ma ha dei paralleli con le religioni dell’India. Questo essere si pone in una posizione di equilibrio tra luce e oscurità e anche al simbolo dei monaci Bendu è successo ciò che è successo alla svastica indiana, simbolo di augurio e di fortuna. La svastica è stata usata dal partito nazista sulla sua bandiera, il simbolo Bendu è diventato il simbolo dell’Impero Galattico.

Non vi sarà sfuggito che si sono visti per un attimo anche due scout, era un po’ che non ne vedevamo.

L’altro ritorno molto interessante è quello della Darksaber, vediamo Sabine impugnare la spada che fu di Pre Vizsla e, in seguito, di Darth Maul. La spada tornerà quindi in mani mandaloriane.

Per un breve momento vediamo una mano che pare essere quella di Thrawn accanto a Hera e chiudiamo in bellezza con un’esplosione di energia. Ezra si lascia tentare da Maul e Kanan cerca di sottrarlo alla sua influenza, ma i risultati non sembrano essere dei migliori.

A schermo nero poi si sente Ezra parlare della chiave per distruggere i Sith… un discorso molto pericoloso, a mio avviso!

Che ne dite? Carne al fuoco ne abbiamo?

Rispondi