Lo spacciagiochi: Near and Far su Kickstarter, il sequel di Above & Below

Per Near and Far, il fratello di Above & Below, la campagna su Kickstarter era un successo ancor prima di iniziare, ecco il nuovo gioco di Ryan Laukat.

Near and Far non è un’espansione di Above & Below, né una rivisitazione, Laukat lo definisce sequel, ma la definizione è riduttiva. Near and Far è un gioco di narrazione, dotato di un atlante che può essere giocato in modalità breve, campagna o storia.

Nota: in questo articolo farò riferimento anche ad Above & Below, se non avete letto la recensione siete ancora in tempo, basta cliccare qui.

Ma torniamo a Near and Far!

La modalità breve prevede una partita singola, la campagna è una sequenza di 10 partite, la storia non ha un numero prefissato di partite, ma l’ultimo scenario può essere giocato soltanto quando i giocatori hanno completato le prime 8 missioni dei loro personaggi.

Near and Far tabellone

Il setup

Ogni giocatore riceve una plancia personale e alcuni indicatori. Sul tavolo vengono poste la plancia città e l’atlante viene aperto su una delle diverse mappe disponibili. In città troveremo alcuni elementi che ricordano Above & Below: gli avventurieri da assoldare e il tracciato della reputazione. Sulla mappa sono invece posizionati i gettoni missione. A questo punto non resta che assegnare 6 carte artefatto a giocatore, un veloce draft consentirà di averne sempre sei in mano ma in questo momento è possibile scartarne a piacimento. Gli artefatti sono utili ma, se non completati, danno un malus di 3 punti.

La storia

C’erano una volta le Ultime Rovine, triste nome di una città un tempo gloriosa nota, il cui nome è andato ormai dimenticato. In molti hanno tentato di scoprirne l’ubicazione, dacché la leggenda vuole che essa custodisca un segreto: il più grande desiderio del cuore. Quale esso sia, non è dato sapere, tuttavia oggi nuovi gruppi di avventurieri partono alla sua ricerca.

La partita

Tre le azioni disponibili per turno: visitare la città, lasciare la città, andare all’avventura. Vediamole con ordine.

La città è composta da diversi edifici. Si può visitare solo un edificio vuoto (diverso da quello che si è visitato nel turno precedente) o sfidare a duello un avversario per ottenere i benefici dell’edificio in cui si trova. Combattere in modo sleale, consente di avere un bonus al tiro del dado ma la reputazione scende di 1, vincere in modo leale, invece, ne fa guadagnare uno. Gli edifici permettono di ottenere o scartare artefatti, ottenere uccelli da trasporto, cibo, carte tesoro, stendardi fazione, oro e gemme.

Quando sarete pronti potete lasciare la città. Per farlo sposterete il vostro segnalino sulla mappa e recluterete un avventuriero pagandolo in cibo. Gli avventurieri hanno delle abilità diverse e, esattamente come in Above & Below, pagherete di meno quelli disponibili da più tempo, di più i più recenti. Il costo massimo è di 3 unità di cibo, delle quali non potrete mai avere più di 7, fatevi bene i conti in tas… zaino. Oltre alle caratteristiche, gli avventurieri appartengono a una delle quattro fazioni presenti, le vedremo tra un istante. Il vostro animale domestico conta come avventuriero ma non ha fazione.

Near and Far avventurieri

Avete quattro spazi per il vostro gruppo attivo. Uno per fazione. L’avventuriero appena assoldato deve fare parte di questi quattro, dopodiché siete liberi di spostare dalla riserva al gruppo attivo tutti gli avventurieri che volete. Il vostro animale domestico può occupare uno spazio qualsiasi, indipendentemente dalla fazione indicata sullo spazio.

Fatto questo è ora di andare all’avventura. Avete movimento limitato e non potrete allontanarvi molto, almeno all’inizio, perché superare spazi vuoti costa cibo, quindi dovrete scegliere se pagare o allestire un insediamento.

Lungo la strada potrete incontrare icone tesoro (pescate una carta tesoro), ma anche minacce di difficoltà crescente, se avete avventurieri con l’icona “spada” è bene che li abbiate messi nel gruppo attivo. Bisogna averne un numero pari o superiore per vincere e ottenere una carta tesoro. Tutto qui? No, ecco la componente più casuale del gioco. Tirate il dado, sommate le vostre spade e confrontatele con la difficoltà indicata sulla carta. Ci sono un bonus se la prova riesce e un prezzo da pagare se la prova fallisce. Nel gioco avrete modo anche di pagare per evitare le minacce, tranquilli.

La cosa che un po’ tutti stavate aspettando, probabilmente, sono le missioni. Se un personaggio capita su una casella missione occorre leggere il paragrafo indicato dal numeretto sulla mappa. Funziona quasi come per Above & Below: si può scegliere come affrontare la situazione, sapendo che livello di difficoltà hanno le opzioni (es. Scala la collina, difficoltà 6 o Aggira l’ostacolo, difficoltà 4). Al tiro del dado si sommano le icone “mano” dei propri avventurieri attivi e il gioco è fatto. Non ci sono lanterne questa volta, quindi c’è minore aleatorietà, inoltre è certo che se supererete di 2 il livello di difficoltà, avrete un bonus aggiuntivo. Anche in questo caso potrete ferire membri del gruppo (fino a 3) per avere un +1 al vostro risultato per avventuriero ferito, ma non possono essere curati se non con alcune carte, dimenticatevi l’abbondanza di pozioni curative di Above & Below.

Ora, le missioni hanno dei risvolti interessanti, vediamoli:

In modalità campagna o breve è possibile che le missioni attivino missioni collaterali. La volta successiva che dovrete affrontarne una, ignorate il numero sulla mappa e procedete con la lettura del paragrafo annotato alla fine della missione precedente.

In modalità storia le missioni sono legate al personaggio e vanno lette in ordine, sulla propria scheda si terrà traccia di dove si è arrivati, avrete così una storia completa.

Near and Far scheda personaggio

In modalità storia ogni missione superata vale 1 Punto Esperienza, in modalità campagna ogni 3 missioni si ottiene 1 PE. Questi punti possono essere impiegati per ottenere abilità che manterrete durante la storia\la campagna, rendendo il gioco sempre diverso.

Come dicevo prima, è possibile creare un insediamento appartenente a una delle quattro azioni, questi serviranno a diminuire il costo in cibo dei viaggi sulla mappa, ottenere oro e a realizzare rotte commerciali. Le rotte forniscono punti a chi controllerà la fazione corrispondente.

Oltre a quanto riportato sopra, è sempre possibile costruire un artefatto dalla propria mano come azione gratuita. Questi hanno un costo, un bonus costante e un bonus a fine partita. Ricordate poi che ogni artefatto non costruito che avete in mano, vale un malus di -3 punti.

Una volta che un giocatore raggiunte un certo numero di avventurieri (8 in 4 giocatori, 9 in 3 giocatori, 10 in 2 giocatori), la partita termina.

La somma di vessilli e avventurieri attivi determina chi controlla una data fazione, quel giocatore otterrà punti per ogni insediamento e rotta commerciale controllati. Si sommano poi i punti dati da minacce e artefatti, 1 punto ogni 2 monete o gemme ed eventuali bonus e chi ha più punti è il vincitore.

Conclusioni

Il gioco, pur non essendo riuscito a provarlo, mi sembra molto interessante, inoltre io che non ho mai amato moltissimo la parte casuale di Above & Below, sono molto intrigato dal fatto che qui sembra esserci un maggior controllo delle missioni, pur mantenendo un po’ di aleatorietà, a mio avviso necessaria. Credo che in modalità singola possa essere divertente, ma non quanto in modalità campagna.

Una nota sul regolamento, magari non sarà definitivo, ma è già ben strutturato e comprende diversi esempi e rimandi che facilitano la comprensione.

Near and Far monete

I nostri amici di dV Giochi sono già in trattativa per portare Near and Far in Italia, ovviamente, ma se lo preferite in lingua inglese potete averlo in edizione deluxe con 30 monete di metallo finanziandolo su Kickstarter. La campagna è andata alla grande, il progetto ha raccolto 400 mila dollari su 25 mila richiesti, complici anche i contenuti bonus per Above & Below: nuovi personaggi e un nuovo libro di avventure con un’ottantina di paragrafi.

Ci sono ancora 4 giorni per finanziare il progetto, se l’inglese è la vostra lingua vi conviene affrettarvi, diversamente il mio consiglio è quello di portare pazienza, perché ve lo godrete molto di più nella vostra lingua, non appena uscirà lo troverete sicuramente su MagicMerchant.it.

Rispondi