Lo spacciagiochi: Cacao

Oggi si parla di Cacao e della sua espansione: cioccolato. Cose buone, sia da mangiare, sia da giocare. È appena stato pubblicato in italiano e l’ho acquistato all’istante.

La storia

C’era una volta un tale Frank Littleheads, una volta è venuto a trovarmi per esplorare il cosmo e raccontarmi dell’Esercito di Terracotta, dopodiché ha tirato fuori dallo zainetto due scatole di un verde sgargiante. Era l’edizione tedesca di un gioco che mi ha colpito per semplicità ed eleganza, purtroppo il tempo e il treno ci hanno impedito di fare una seconda partita, ma finalmente Uplay\Cranio hanno sfornato l’edizione italiana, che ho acquistato il giorno dell’uscita.

Nota: ho atteso l’edizione italiana solo perché mi faceva piacere sostenere le case editrici nostrane, perché Cacao è completamente indipendente dalla lingua. Dato che Uplay non ha alcun provento se acquistate un’edizione estera e usate il regolamento in italiano, non lo trovate da scaricare sul sito della casa editrice.

Il gioco

Cacao è un gioco di Phil Walker-Harding da 2 a 4 indios sudamericani in vena di raccogliere fave di cacao e venderle al mercato. Si tratta di un piazzamento tessere di tipo economico con una spolverata di maggioranze.

Cacao setup

Il setup

Se per spiegare le regole bastano meno di 5 minuti, per preparare una partita ne bastano 2. Il trucco è aver sistemato in modo sensato le tessere nella scatola, dopodiché è un attimo.

Ogni giocatore riceve 11 tessere lavoratore (e ne pesca subito 3), 1 meeple e 1 plancia villaggio. Nel mezzo del tavolo vengono poste le 2 tessere giungla iniziali, altre due vengono scoperte accanto alla pila delle tessere giungla e siamo pronti a partire.

Nota: a seconda del numero di giocatori, andranno riposte nella scatola alcune tessere giungla o lavoratore.

La partita

Ogni giocatore, durante il suo turno, deve posizionare una delle tre tessere lavoratore che ha in mano e posizionarla adiacente a una o più tessere giungla, ma mai accanto ad altre tessere lavoratore. Questo porterà ad avere le tessere disposte a scacchiera.

Sui lati delle tessere lavoratore sono disegnati da 1 a 3 lavoratori, piazzando la tessera si andranno ad attivare tutte le tessere giungla adiacenti, un numero di volte pari al numero di lavoratori indicati sul lato interessato.

Qualora in seguito al posizionamento della tessera, si venissero a trovare due o più tessere lavoratore adiacenti al medesimo spazio vuoto (formando due lati di un buco quadrato, in sostanza), il giocatore di turno dovrà utilizzare una o ambedue le tessere giungla rivelate per colmare questi spazi (v. immagine qui sotto), dovrà quindi le tessere lavoratore adiacenti alle nuove tessere giungla e ripristinare la riserva.

Cacao posizionamento tessera giungla

Le tessere lavoratore possono essere orientate a piacimento, facendo attenzione al fatto che sarà possibile attivarle anche in un secondo momento, quando entreranno in gioco nuove tessere giungla e che queste ultime potranno essere aggiunte anche dagli avversari.

Le tessere giungla sono il cuore del gioco, vediamole brevemente.

Miniera: fornisce 1 o 2 monete d’oro.

Piantagione: fornisce 1 o 2 fave di cacao (segnalini di legno, per la cronaca). Attenzione, sulla plancia si possono tenere solo 5 fave di cacao per volta, fare gli accumulatori non servirà a nulla, meglio quindi vendere il cacao nei…

Mercati: consentono di vendere il cacao a 2, 3 o 4 monete, a seconda dei casi. Meglio incassare subito 2 monete o aspettare un mercato più vantaggioso? Vi troverete spesso a porvi questo quesito.

Acqua: consente di avanzare sul corso d’acqua sulla vostra plancia. La plancia del giocatore è rotonda e presenta un corso d’acqua con un numero di punti, dapprima negativo e via via sempre più positivo, da -10 a 16 punti. Avanzare su questo tracciato garantisce un alto numero di punti a fine partita, non sottovalutatelo.

Templi: a fine partita, il giocatore con la maggioranza di lavoratori rivolti verso il tempio, riceverà sei punti, il secondo tre.

Anello adoratori del Sole: consente di ottenere una pietra del sole (il numero massimo di segnalini che è possibile tenere sulla propria plancia è 3), a fine partita varrà un punto, ma potrete sacrificarla per costruire sopra le tessere verso la fine. Quando le tessere giungla saranno esaurite, sarà possibile infatti posizionare una tessera lavoratore sopra una tessera del proprio colore già posizionata in precedenza. Il costo è di una pietra del sole. Questa azione consente di riattivare tutte le tessere giungla in corrispondenza dei propri lavoratori, molto utile per cambiare le maggioranze attorno a un tempio o ottenere un avanzamento extra sul corso d’acqua.

Ho acquistato anche le espansioni, ma di quelle parlerò tra un attimo. Per il momento basti sapere che all’esaurirsi delle tessere lavoratore, la partita finisce e chi ha più oro è il vincitore. Se vi è rimasto del cacao invenduto non vi servirà a molto, la sua unica funzione è decidere i pareggi.

Cacao e me

Le espansioni

Diverse le espansioni disponibili, io le ho acquistate tutte, perché non ho saputo resistere. Nella foto sopra mi vedete con Cacao, Cioccolato e il prototipo di una nuova espansione, credo che la chiamerò Crema Buonissima.

La radura. Questa espansione era inclusa nell’acquisto del gioco base, si tratta di una cartolina sulla quale ogni giocatore, una volta per partita, può porre una tessera lavoratore 1-1-1-1 (con un lavoratore per lato) e attivare 2 degli effetti stampati sui lati: miniera d’oro da 2 monete, mercato da 3 monete, piantagione di cacao da 1, anello adoratori del sole.

Cioccolato. Sono rimasto piuttosto perplesso dalla scelta di tradurre il nome dell’espansione, Chocolatl, ma rimane proprio una bella aggiunta a Cacao. In una scatola troviamo ben 4 moduli che possono essere aggiunti al gioco base.

  • Le mappe danno più scelta di tessere giungla, ma ogni giocatore potrà usarle solo due volte per partita.
  • L’irrigazione inserisce una tessera che consente di sacrificare un livello del portatore d’acqua per ricevere immediatamente 4 fave di cacao.
  • Le capanne, che possono essere acquistate con le proprie monete d’oro (valgono comunque come punti a fine partita) e conferiscono abilità particolari durante il gioco o bonus a fine partita. La particolarità è che queste tessere sono stampate fronteretro, per cui difficilmente avrete le stesse capanne in due partite.
  • Il cioccolato, sostituendo alcune tessere del gioco base, dà la possibilità di lavorare le fave di cacao per ottenere il gustoso prodotto che dà il nome alla mini espansione e che si vende a un prezzo molto superiore a quello della materia prima. Ah, le barrette di cioccolato sono bellissime!

Combinando le espansioni si hanno partite sempre diverse e si possono innescare sinergie altrimenti impossibili, come l’utilizzo della capanna che dà una quinta fava di cacao ogni volta che se ne ottengono esattamente 4, cosa che avviene con il modulo irrigazione.

Vulcani. Un’espansione che costa veramente troppo, ma tant’è poi la compri perché ti piace avere tutto. Sono solo tre tessere, permettono di fare qualche piccola carognata facendo perdere una moneta agli avversari sostituendo queste tessere ad altrettante tessere base, ma la cosa più bella è come si può utilizzare la fustella. La genialità di chi l’ha concepita si vede nelle guide che consentono di piegare il cartoncino e usarlo per colmare lo spazio vuoto tra le componenti e il coperchio della scatola, mantenendo tutto immobile anche in caso di trasporto del gioco.

Cacao gioco

Conclusioni

Per me Cacao è un titolo da comprare, ha delle soluzioni di una semplicità brillante e non stupisce che Uplay abbia deciso di portarlo in Italia. Il regolamento è ben strutturato, le tessere sono infatti spiegate in un riassunto a parte e questa idea credo lo renda ancora più fruibile. Lo leggerete in un attimo e quando vi troverete due tessere in mano e vi accorgerete che non ne avete più da pescare per ripristinare le solite tre, penserete: “Cavolo, è già finito?” e vorrete fare un’altra partita.

Il gioco è facile, si può giocare in modo spensierato, ma state attenti al tipo di avversari che avete intorno al tavolo, perché ,zitti zitti, potrebbero giocare in modo molto più aggressivo e fare un sacco di punti senza che ve ne accorgiate. Non fatevi trarre in inganno dal fatto che non ci siano molte monete accanto alla plancia dei vostri avversari: anche l’acqua e i templi influiscono pesantemente sul risultato finale ma sono meno evidenti al giocatore alle prime armi.

La rapidità di gioco e la semplicità delle regole, per me, lo rendono un ottimo titolo introduttivo, che può essere reso più complesso per farlo apprezzare maggiormente ai giocatori più esperti con le espansioni di cui vi ho parlato.

Veniamo all’aleatorietà. C’è, e non è poca. Certo, si parte tutti ad armi pari, ma poi se non escono le tessere giungla, non escono. La cosa positiva è che ci sono diversi modi per fare punti, pertanto anche se non escono le tessere giungla che ci servono, possiamo sempre ripiegare su altre tipologie. Certo, possiamo pensare a una strategia a inizio partita, ma questo è un gioco meno strategico e più tattico, bisognerà saper tirare fuori il meglio dalle situazioni che ci si presenteranno, sfruttando le tessere scoperte al meglio.

Un’altra nota molto positiva è che non è stato necessario togliere l’inserto di plastica per riporre gioco base ed espansioni nella scatola, riducendo così di parecchio il volume occupato sugli scaffali.

Stavo scordando di dirvi che trovate Cacao e Cioccolato sul sito di Magic Merchant, c’è anche la spedizione gratuita, cosa volete di più?

Oh, non credevo, ma ce l’ho fatta, ho scritto tutto l’articolo senza mai pronunciare quella parola, ma ora posso rivelarvi con che sottofondo ho iniziato a scriverlo.

2 commenti su “Lo spacciagiochi: Cacao

  1. Ciao,potresti mettere disponibile sul sito il foglio “panoramica tessere giungla” che fa parte del regolamento? ho comprati l’edizione in lingua tedesca, in rete ho trovato il pdf del regolamento in italiano ma manca la panoramica tessere giungla

    1. Ciao, purtroppo non è possibile condividere parti del regolamento, essendo coperto da diritti d’autore, visto che Uplay non lo mette a disposizione degli utenti.
      Dato che Uplay non guadagna nulla se una persona scarica il PDF italiano e compra il gioco in un’altra lingua, si tratta di una decisione comprensibilissima.
      Se hai bisogno di qualche delucidazione su qualche tessera, comunque, scrivimi sulla pagina Facebook di Geek.pizza e cercherò di aiutarti 🙂

Rispondi