Lo spacciagiochi: Rockopolis su Kickstarter

Parte oggi la campagna di Rockopolis su Kickstarter, un gioco a tema musicale di… band building. Minos Games ci ha inviato il prototipo, ecco di cosa si tratta.

Abbiamo conosciuto uno degli autori e il titolare della neonata Minos Games a Play 2016, ci hanno fatto provare questo gioco, ci è piaciuto, e ora ho tra le mani un prototipo più avanzato, con un regolamento perfezionato.

Si tratta di un gioco di Andrea Sbragia e Azzurra Eschini per 2-4 rock band della durata di un’ora circa. La nostra rock band deve essere la prima a riuscire a registrare un CD demo, dovremo mettere insieme i componenti della band, dotarli della strumentazione giusta, suonare dal vivo e stare attenti ai colpi bassi dei nostri avversari.

Nella scatola

152 carte, 1 dado a 6 facce (d6), 16 segnalini, 4 plancette band e 5 plancette con le aree che potremo visitare.

Il setup

Esistono due setup, uno per la partita normale e uno per la partita veloce.

Sul tavolo vengono poste le quattro aree (pub, negozio, sale prove, live, registrazione demo)

Ogni giocatore riceve la propria plancia band, un membro iniziale per la propria formazione, che ne diventerà il leader (non potrà mai essere scartato o rimosso) e alcuni segnalini da posizionare sui tracciati della plancia. Ne rimane uno, è il vostro “lavoratore”, indicherà l’azione che compirete nel turno.

Nella versione veloce si parte subito con un musicista “Star”, uno dei più bravi, insomma, inoltre ogni giocatore può scegliere un musicista “Pro” (un gradino sotto “Star”) e aggiungerlo alla propria formazione. Partirete così con una band già parzialmente formata, riducendo il tempo di gioco.

Sulle aree vengono posizionate le carte appropriate e siamo pronti a partire.

rockopolis-materiale

La partita

Innanzi tutto serve comprendere il concetto di sinergia e valore della band.

La sinergia può essere positiva o negativa, si migliora suonando dal vivo e peggiora ogni volta che nel proprio turno non si suona. Un rango indica una casella sul tracciato, che non comporta automaticamente il cambio del punteggio.

Il valore della band è dato dalla somma della sinergia e del valore di ogni musicista: da 1 (in assenza di carta musicista si considera essere presente un principiante, il cui valore è 1) a 5 per ognuno di essi. È l’unica cosa un minimo macchinosa all’inizio, che probabilmente dimenticherete un paio di volte, ma poi ci prenderete la mano.

Il turno è diviso in tre fasi: pianificazione, azione, fine.

Pianificazione: ogni giocatore, in ordine di turno, decide dove posizionare il proprio segnalino. Una volta scelta da un giocatore, un’area non può essere riutilizzata, salvo la Sala Prove, che ha due sale a disposizione e il “live” (ce ne sono tre a disposizione).

Vediamo le aree:

Pub e Negozio: la band perde un rango in sinergia, il giocatore pesca tre carte dal mazzo corrispondente, ne sceglie una e scarta le altre due.

Sala prove: il giocatore lancia il d6, controlla la tabellina della sala prove e avanza dei ranghi di sinergia indicati.

Live: il giocatore sceglie uno dei concerti disponibili in base al tipo e alla difficoltà, lancia il d6 e lo somma al valore della band, se è uguale o superiore alla difficoltà del live guadagna il valore di prestigio più alto, altrimenti quello più basso. Sono presenti live di quattro generi: Glam, Blues, Metal e Punk contrapposti tra loro due a due: Glam \ Blues, Metal \ Punk. Affrontare un live blues con un leader della band glam comporta un malus (-1) sul prestigio ottenuto, ad esempio, fate attenzione a dove suonate!

Sala d’incisione: per entrare in sala d’incisione il valore di prestigio della band deve essere almeno pari a 25, dovrete aver suonato un bel po’ per ottenerlo. La band perde 5 punti prestigio (in questo modo si impedisce che uno provi sperando nella fortuna: tentare di incidere ha un costo), dopodiché lancia il d6 e lo somma al prestigio: se il valore è pari o superiore a 25 il giocatore ha vinto la partita, ma con un risultato di 1 la prova è fallita automaticamente.

rockopolis-pub

Rockopolis è un gioco di carte, vediamo quindi i quattro tipi che possiamo trovare: Evento, Membro della Band, Equipaggiamento, Live.

Gli eventi si trovano nel Pub e nel Negozio e possono essere giocati in ogni momento (ma solo uno per turno). Possono favorire il giocatore che li usa (es. Leader Carismatico: +3 al tiro per un “live”) o sfavorire gli avversari (es. Troppo costoso: il live ha -1 prestigio)

I membri della band si trovano nel Pub e sono il cuore del gioco sono di quattro tipi (cantante, chitarrista, bassista e batterista) e di quattro generi (Glam, Blues, Metal e Punk). A seconda dell’esperienza dell’artista avremo un valore di 3, 4 o 5 da aggiungere al valore totale della band. Attenzione, però, avere membri di generi contrapposti causa un malus, che va sottratto al valore della band. È possibile sostituire musicisti che fanno parte della nostra formazione con altri trovati al Pub, ma scartando un musicista perderemo anche tutti gli oggetti ad esso abbinati.

Le carte Equipaggiamento, invece, si trovano nel Negozio e forniscono bonus ai membri della band, alcuni possono essere usati solo da un artista di un dato genere o tipo (es. Stivali punk: +1 al valore di un membro punk della band, Microfoni per batteria: giocabili solo su un batterista Pro o Star) o avere un valore diverso a seconda del genere (es. Chitarra metal: +3 al valore se abbinata a un chitarrista metal, +1 agli altri chitarristi) o generici (es. Mixer: +2 al valore del livello della band).

In sostanza il gioco consiste nell’andare al Pub per reclutare membri della band, al negozio per equipaggiarli, in sala prove per migliorare l’affiatamento e ai live per farsi conoscere fino a tentare di incidere un CD demo (che fa un po’ anni 2000) e vincere la partita.

rockopolis-musicisti

Conclusioni

Il gioco è molto semplice, l’unico aspetto che magari vi sfuggirà all’inizio della prima partita, come dicevo, è quello dello spostare il valore totale della band quando cambia la sinergia, ma basta una semplice addizione per sapere se il vostro segnalino è sulla casella giusta.

L’ambientazione è particolare, sicuramente, ho avuto modo di giocarlo sia con persone appassionate di musica, sia con persone totalmente profane. Va da sé che i primi hanno trovato molto più coinvolgente il gioco, ma si sono divertiti anche i secondi.

Vi piacerà se siete amanti della musica, se amate i giochi un po’ meno cerebrali e più leggeri. Questo gioco è su Kickstarter non perché sia stato giudicato mal fatto dagli editori nostrani, ma perché è stato giudicato poco adatto al pubblico italiano. Non so quanto questo sia vero, perché tutti coloro a cui l’ho fatto provare si sono divertiti.

Vi sconsiglio caldamente il gioco se non vi piace l’alta aleatorietà: tra carte e dado ce n’è per tutti i gusti. Io stesso ho avuto dei dubbi a provarlo, dato il mio scarsissimo amore per dadi e similari, ma ho trovato comunque il gioco piacevole, complice anche la durata contenuta nella versione breve, che spesso lascia spazio a una seconda partita prima di riporre tutto nella scatola. Insomma, io vi consiglio di dare un’occhiata a questo progetto made in Italy.

Se vi ho incuriositi, vi lascio il link alla campagna su Kickstarter, vi bastano 29€ per avere il gioco, con tanto di sacchettino di cotone personalizzato per riporre i segnalini.

Rispondi