Lucca C&G 2016 – le novità in arrivo: Ghenos Games

Con la decima puntata del viaggio verso Lucca C&G 2016 andiamo in casa Ghenos, senza dimenticare il link alle altre puntate!

Ghenos Games – Stand E15

Quest’anno Ghenos games se da un lato continua sulla linea editoriale che coniuga la sua anima di editore con quella di distributore, si contraddistingue però per un catalogo veramente a 360 gradi. Chiunque fermandosi al loro stand troverà pane per i propri denti, dai “family” ai giochi dal peso più importante!

zagor-il-gioco-da-tavolo-copertina

Cominciamo con un titolo che sembra fatto apposta per Lucca! Zagor – il gioco da tavolo. Si può coniugare finalmente un mitico fumetto con la produzione di un gioco da tavolo di livello? Forse è presto per dirlo ma dalle prime voci di corridoio sembrerebbe proprio di sì (ne avevamo parlato con Luigi Ferrini tempo fa). Basato sull’albo “Odissea Americana”, questo gioco ci porterà in un periglioso viaggio lungo il fiume Tallapoosa nel quale dovremo cercare di superare al meglio le insidie che ci proporrà. Intrigante il fatto di essere tutti in competizione ma con lo scopo comune di far arrivare il battello Athena sano e salvo nel fortino! Non vi nascondo che è uno dei titoli che più sono ansioso di provare  a Lucca (C’è persino un poster inedito nella scatola e la prima pagina del regolamento… beh, vi lascio la sorpresa!).

Ghenos fa poi felici tutti i fan di Krosmaster arena presentando l’attesissima versione 2.0 che porta il prodotto ai livelli di eccellenza che merita specie dal punto di vista regolistico, oltre che nuove arene e nuovi personaggi. Con questa edizione siamo sicuri rivedremo le tavolate piene di fans come qualche anno fa alle fiere!!

Per i gruppi numerosi la proposta è In alto i calici (Ne avevamo parlato tempo fa, ricordate?) che ho avuto la fortuna di provare qualche giorno fa ai Ghenos gaming day presso il negozio Excalibur qui a Milano. Materiali a dir poco sontuosi, con vere coppe in plastica e bei token per vino veleno e antidoti, illustrazioni stupende, per un gioco che si presenta caciarone e party game, ma che invece consente di fare bastardate belle ragionate!

scytheE poi il titolone di quest’anno per noi appassionati, un gioco che suona come un successo già annunciato e ampliamente meritato per quel che ho visto finora. Scythe! consigliamo a tutti di provarlo perché davvero alcune meccaniche sono rodate, altre nuove e intriganti per un risultato che mi ha stupito specie sotto il punto di vista dell’evoluzione della propria fazione!

Chiudiamo con Dead Men Tell No Tales: a chi non piacciono i galeoni dei pirati, meglio se carichi di oro da portarsi a casa! Ecco un po’ meno pratico che il galeone stia affondando mentre viene consumato dalle fiamme! Ebbene, Dead men tell no tales vi scaventa proprio in questa situazione, e insieme dovrete colaborare per accaparrarvi il bottino più ricco possibile.

Ghenos distribuisce anche i giochi di Demoelà, potete andare a incontrare i genovesi di Zena 1814 nell’area Demoelà\GG Studio, ma anche da Ghenos troverete GrowerZ e My Brother. Il primo è un gioco di carte (con draft) sulla coltivazione della cannabis, ma non vince chi ne coltiva di più, vince chi coltiva la quantità e la qualità richiesta dal proprio personaggio, avremo sicuramente modo di parlare di questo titolo a breve. My Brother è un gioco Ghenos\Demoelà ed è un cooperativo altrettanto particolare. Vestiremo i panni dei membri di una famigla che ha appena traslocato e lo scopo è quello di mantenere tranquillo uno dei figli (non giocabile), che non ha preso bene il trasloco. My Brother è stato presentato anche a una giornata sull’autismo, il che la dice lunga sul tipo di ambientazione che è stata scelta. Un bel modo di introdurre al mondo ludico un pubblico diverso, ma senza rinunciare a delle meccaniche ben congegnate.

Rispondi