Il futuro di Star Wars dopo Episodio IX si decide con Rogue One

Sapevate che il film su Boba Fett era previsto prima di Han Solo? E che quest’ultimo è un’idea di Lucas? E cosa ci aspetta dopo Episodio IX? Tutto dipende da Rogue One…

Il numero di EW dedicato a Rogue One ha dato occasione a Lucasfilm di parlare del futuro di Star Wars. Vi riporto la traduzione di alcuni estratti

La domanda numero uno: dopo la fine della nuova trilogia nel 2019 con Episodio IX, inizierà una nuova trilogia o l’uscita annuale di un film di Star Wars diventerà una litania di film indipendenti uno dall’altro con qualche sovrapposizione come fanno i film Marvel?

“Ne stiamo parlando proprio ora”, dice Kathleen Kennedy, presidente di Lucasfilm. “Devo dirvi, sinceramente, potremmo fare [solo film scollegati]? Certo, ma non è detto. Stiamo riflettendo su questa cosa.”

Il fattore critico sarà l’osservazione di come gli spettatori reagiranno a Rogue One.

Non c’è niente di ufficiale, ma come si ripete da tempo, 99 su 100 non ci sarà la “scritta gialla galleggiante” all’inizio del film.

“È probabilissimo che non ci sarà la scritta.” dice Kennedy, parlando del caratteristico testo galleggiante che ha aperto ogni altro film di Star Wars. “Ci sembra sia una cosa di proprietà dei film della saga. Come andremo avanti? Non ne siamo ancora del tutto sicuri e [altri elementi tradizionali di Star Wars] potrebbero essere molto contenuti in questo film.”

Josh Trank avrebbe dovuto dirigere il film su Boba Fett.

Dopo l’uscita del nuovo film, il team di Star Wars programmerà i prossimi viaggi nella galassia. Tra i titoli che sono stati presi in considerazione, c’è un film su Boba Fett/cacciatori di taglie per cui era stato assunto il regista Josh Trank prima che lasciasse in seguito alla travagliata produzione del reboot dei Fantastici Quattro. Era arrivato a un passo dall’essere annunciato, Lucasfilm aveva anche preparato un teaser da mostrare alla Star Wars Celebration della primavera del 2015 ma all’ultimo momento la rottura con Trank ha fatto tornare il progetto in un cassetto.

rogue-one-poster-ottobre

L’uscita di Rogue One è comunque un punto nodale per Star Wars, è il primo progetto di questo tipo e la sua riuscita influenzerà inevitabilmente ciò che succederà in futuro.

“Ci sono possibili film di cui abbiamo parlato parecchio”, dice Kennedy, “ma abbiamo in programma di riunirci a gennaio, perché saranno usciti Il risveglio della Forza e Rogue One, inoltre abbiamo finito di girare Episodio 8. Insomma, abbiamo informazioni a sufficienza per fare un passo indietro e ragionare su quel che stiamo facendo, cosa riteniamo sia entusiasmante e che cosa vogliamo esplorare”. Chi prenderà queste decisioni? “Lo story group, il trust e il team degli effetti visivi con cui stiamo lavorando”, continua Kennedy, “Includiamo sempre registi e gli scrittori che hanno fatto parte di questi tre film, si crea un ampio gruppo di persone che condividono le proprie idee.”

George Lucas aveva in mente diverse cose per il futuro di Star Wars, gli spin off non sono nati con l’arrivo di Disney.

“George me ne ha parlato quando sono arrivata”, spiega Kennedy, “Aveva pensato spesso di farlo e aveva scritto tre o quattro cose, direzioni da poter prendere… Ovviamente all’interno della mitologia c’erano un sacco di opportunità. La prima volta che ne abbiamo parlato abbiamo parlato di storie di origine, ma non siamo entrati nello specifico. Abbiamo parlato di Jedi e delle idee sulle fondamenta della mitologia che aveva quando l’ha creata.”

La prima di queste origini che Lucas intendeva affrontare era quella di Han Solo, ma poi si è optato per Rogue One, a spiegare il motivo è stato Kiri Hart dello story group di Star Wars

Rogue One sembrava un ottimo inizio perché [i fan] sanno dei piani della Morte Nera e sanno che cosa è successo in Una nuova speranza. Insomma, c’erano elementi familiari, dei punti fermi, ma al contempo si trattava di personaggi completamente nuovi. Sembrava proprio la ricetta per ciò che pensiamo che questi film siano in grado di fare.”

Insomma, anche qui, come in Episodio VII, si è scelto un progetto con delle solide fondamenta ma che, al contrario de Il risveglio della Forza, potrà partire per la tangente e portare alla luce storie che mai avremmo potuto vedere all’interno dei film classici.

Fonte: Star Wars News Net

Rispondi