Neil Patrick Harris: Una serie di sfortunati eventi è incredibilmente cupa

Stando a Neil Patrick Harris, “Una serie di sfortunati eventi” non sarà una serie per bimbi, Netflix aveva persino paura che fosse troppo “Stranger Things”.

Neil Patrick Harris, il conte Olaf nella serie che vedremo su Netflix dal 13 gennaio, ha spiegato che Una serie di sfortunati eventi non deve essere presa sottogamba e derubricata a storia per bimbi, tutt’altro!

Penso che sia fedelissima ai libri. Penso che in alcuni punti sia incredibilmente cupa. Da quanto ho saputo, Netflix aveva timore che gli adulti non l’avrebbero apprezzata perché era diretta a un pubblico più giovane. Penso che, a cose fatte, vogliano essere sicuri che i ragazzini l’apprezzino e non sia troppo “Stranger Things”. Volevo proprio che Olaf fosse una brutta, brutta persona.

Visto che NPH ha rivelato che Lemony Snicket, al secolo Daniel Handler, ovvero l’autore dei libri, è stato ampiamente coinvolto nella scrittura degli episodi, direi che i fan possono stare tranquilli, d’altra parte il marchio Netflix è una garanzia e la bravura di Harris non si discute.

Fonte: Geektyrant

Rispondi