Stranger Things: più spazio al background dei personaggi nella seconda stagione

David Harbour (lo sceriffo Jim Hopper) in un’intervista ha rivelato qualche piccolo dettaglio sulla prossima stagione di Stranger Things e pare ne vedremo delle belle.

In realtà che ne avremmo viste delle belle era abbastanza fuori discussione, ma ecco cosa ha raccontato a Vanity Fair

Ho avuto il primo copione della seconda stagione e nei primi cinque minuti sono stato i piedi a dire “Grande! Grande!” perché aprono quel mondo in un modo spettacolare. Poi i personaggi più rappresentativi e a cui ci siamo affezionati, hanno storie diverse, percorsi diversi ed esplorano i dettagli che abbiamo intravisto delle loro personalità e psicologie. Da quel punto di vista la storia si espande molto e penso che sarà da brivido. Potete scrivermi su Twitter che sono un idiota se non sarà così.

Insomma, pare che avremo più spazio per il background dei personaggi e un intero anno da scoprire, perché di recente Harbour aveva dichiarato:

Si svolge un anno dopo e sono successe parecchie cose negli ultimi 12 mesi, ad esempio Will è tornato. Ci sono alcune persone in città che sanno cosa è successo e altre che non lo sanno, ci sarà da fare i conti con  “chi sa che cosa”.

La seconda stagione uscirà quest’anno su Netflix, non c’è molto da attendere, per fortuna.

Rispondi