Stranger Things: i titoli della seconda stagione non erano tutti reali

Ricordate il teaser della seconda stagione di Stranger Things con i titoli degli episodi? Beh, pare ci abbiano preso in giro per evitare l’effetto Westworld.

Il teaser era uscito a fine agosto 2016 e avevamo scoperto che i titoli degli episodi sarebbero stati: Madmax, The boy who came back to life, The pumpkin patch, The palace, The storm, The pollywog, The secret cabin, The brain, The lost brother.

In un’intervista a Entertainment Weekly, Matt Duffer (una delle due metà dei fratelli Duffer, creatori della serie) ha spiegato che i titoli degli episodi si riferiscono ovviamente alla trama della stagione, ma alcuni casi non sono esattamente quel che si pensa. La ragione? Volevano evitare che succedesse come a Westworld, la cui trama era stata indovinata da alcuni fan mesi prima della messa in onda.

Alcuni cambieranno, alcuni non li abbiamo proprio messi perché c’è gente furba sul Internet. Avete visto con Westworld? Hanno capito tutto!

Per mantenere la segretezza, spiega il produttore Shawn Levy…

Ci siamo consultati con i produttori di Game of Thrones per imparare i protocolli di sicurezza. Nella prima stagione non ne avevamo, ora abbiamo rigidissimi protocolli di sicurezza e non posso dire quali sono perché qualcuno potrebbe riuscire ad aggirarli.

Duffer ha poi spiegato di aver visto alcuni video che analizzano i titoli dei capitoli e molti ne hanno intuito il senso, anche se da lì ad aver capito l’intera trama ce ne passa.

Insomma, Stranger Things incontra Game of Thrones, quindi magari Barb è viva!

Fonti: [1] [2]

Rispondi