Luke Evans: Gaston? Un’essere umano “rotto dentro”!

Luke Evans, in un intervista, spiega come vede il suo personaggio in Beauty and Beast.

Nel 1991 debuttava nelle sale cinematografiche del mondo intero La Bella e la Bestia, grande classico Disney. Abbiamo imparato ad amarne alcuni personaggi ed ad odiarne altri.

Non si può dimenticare il candeliere Lumiere o l’orologio Tockins. Ricordiamo con affetto Chicco, la piccola tazzina da caffè e, come è giusto che sia, non poteva mancare il “fustacchione” della situazione: Gaston.

A pochi giorni dall’arrivo del live-action Beauty and Beast, Luke Evans ha voluto spiegare ad EW quali siano le ragioni che fanno del suo personaggio qualcosa di più di un semplice macho e che lo rendono diverso dal Gaston che la Disney aveva creato nel ’91.

La realtà dei fatti è che Gaston è un eroe di guerra e un capitano d’armi. L’unica ragione della sua celebrità a Villeneuve è che, a soli 16 anni, aveva protetto la città da un’orda di predoni portoghesi nel 1740.

In sede di provino, Evans aveva, in un primo momento, dato al suo personaggio della caratteristiche molto più oscure. Secondo l’attore, era importante dare rilievo al fatto che tutte le azioni di Gaston derivassero da un qualche disturbo post-trauma. Poco dopo, tuttavia, il direttore alle riprese volle riprovare, eliminando la maggior parte delle caratteristiche tenebrose dell’eroe locale di Villeneuve.

Pprobabilmente soffre di qualche disturbo post-trauma che riesce a tenere sotto controllo poiché è circondato da persone come gli abitanti del villaggio, le ragazze e LeFou (Josh Gad) che lo fanno sentire sexy, gonfiando il suo ego. Tuttavia, è un essere umano con parecchi problemi, nel momento in cui si rende conto che sta per non ottenere quello che vuole, tira fuori la sua natura militare.

Secondo Evans, inoltre, la devozione di LeFou non si limiterebbe solo a una cottarella: essendo stato con lui in guerra, ha potuto ammirarne le eroiche gesta. Questo giustificherebbe l’ostentare la perfezione di Gaston da parte di LeFou.

Ecco spiegato anche il motivo per il quale il cattivo di La Bella e la Bestia non ha mai potuto competere con tutti gli altri cattivi della Disney: si tratta di un buffone che ha paura di guardare dentro se stesso, incapace di vivere se non con le attenzioni e l’ammirazione degli altri.

Fonte: io9

Rispondi