Banana Bandits, la recensione

Oggi ospitiamo Il Bomber, che ha provato Banana Bandits, ecco cosa ne pensa!

Banana Bandits, in uscita a Play Modena, è un gioco per 2-4 Gorilla, da 8 anni in su per una durata di circa 30 minuti.

Edito nella sua versione originale dalla Cmon Limited e Mandoo Games è stato “importato” e localizzato nel bel paese da MS Edizioni che lo ha già presentato a Cartomics, anche se Modena sarà la prima fiera in cui sarà possibile acquistarlo.

La scatola strizza clamorosamente l’occhio ai nostalgici di Donkey Kong, e con me, ragazzo degli anni ottanta, solo per questo parte con un bonus +1

Componenti

Piatto forte di Banana Bandits è certamente la componentistica. La plancia si apre come un trasformer a creare un bel palazzone in 3d che si incastra nel fondo della scatola che funge da fondamenta, creando anche quattro scomparti per le monete dei giocatori. A questo si aggiungono gorilloni di cartone da appendere al palazzo e monete sempre in cartoni di vari colori. Chiudono il tutto ben 8 dadi con simboli di gioco e un mazzo di carte.

Il gioco

Regolamento brevissimo di quattro pagine per un gioco molto semplice.

Per vincere dovrete collezionare 3 Monete Banana d’Oro collezionando le monete Gorilla. Ogni Moneta d’Oro si ottiene da 2 Monete Gorilla di colore diverso dal vostro. Le Monete Gorilla possono essere convertite in Monete d’Oro solo in due location in cima al palazzo.

Per raggiungere lo scopo al vostro turno avrete 3 punti azione da spendere nelle 4 azioni disponibili.

  • Muoversi: potete muovere il vostro gorilla fino a 3 spazi, che coincidono con le finestre del palazzo
  • Pescare: se siete al primo piano potete pescare una carta al costo di 1 PA
  • Combattere: potete sfidare un gorilla adiacente o in una finestra opposta.
  • Collezionare: potete raccogliere tutte le monete presenti nella finestra in cui vi trovate.

Come avrete intuito si tratta di una vera e propria rissa tra gorilla.

Ogni volta che si combatte un avversario si lanciano i 6 dadi, ogni pugno è un punto. Se l’attaccante fa un numero di pugni uguale o superiore al difensore vince. Le carte possono essere utilizzate per per avvantaggiasi nel combattimento con bonus o altro.

In caso di vittoria dell’attaccante il gorilla perdente scappa e viene spostato di 3 spazi il più lontano possibile dall’attaccante. Per ogni passo “semina” una moneta del suo colore lasciandola nello spazio corrispondente.

Il gioco si alterna tra attacchi e spostamenti per raccogliere le monete, pause al primo piano per rifocillarsi di carte e sortite sul tetto per cambiare le monete. Come già detto chi colleziona 3 Monete d’Oro vince.

Conclusioni

Banana Bandits è un family/introduttivo molto semplice e immediato, che fa della componentistica il suo punto di forza.

Una volta montata la torre è veramente bella e accattivante da vedere. Proprio per questo potrebbe riuscire a far avvicinare al tavolo anche i più accaniti non giocatori scardinando qualche babbano impenitente anche grazie all’alta interazione tra giocatori che vi farà partecipare a continui scontri anche fuori dal vostro turno.

L’appeal potenziale su un pubblico di novizi, indubbio punto di forza, è anche però il suo limite più grande. Il gioco è veramente molto semplice, e per questo adatto anche da giocare con i bambini, ma ha poche, pochissime attrattive per chi giocatore lo è già.

Sconsigliato, parecchio, per due giocatori. Banana da il meglio di sé in quattro giocatori, possibilmente caciaroni e a cui non dispiaccia lanciare secchiate di dadi e affidarsi alla fortuna. German fighetti alla larga potreste odiarlo (sebbene un minimo di pianificazione delle mosse sia comunque richiesta).

-Il Bomber-

Trovate Banana Bandits su MagicMerchant.it

Rispondi