Boardgame news: Super Mario Level Up e Ticket To Ride Germania

Ci sono due sorprese nell’uovo di Pasqua del mondo dei giochi da tavolo e riguardano dV Giochi e Asmodee Italia.

Partiamo subito da Super Mario Level Up, uscirà negli Stati Uniti sotto la bandiera di USAopoly ed è frutto di una partnership con dV Giochi, si tratta di una versione modificata di King Up ambientata del fungoso mondo di Super Mario. La corsa verso il castello è sempre composta da tre manche, occorrerà raccogliere le classiche monetine e, altra differenza rispetto al gioco classico, i giocatori avranno a disposizione oggetti a tema Super Mario da usare.

Insomma, una bella partnership per dV Giochi, per il momento non ci sono notizie della localizzazione in italiano di Super Mario Level Up, ma fa piacere vedere una bella realtà nostrana sbarcare oltreoceano.

L’altra novità nell’uovo arriva da Days of Wonder e la vedremo sugli italici scaffali con il logo di Asmodee, si tratta di Ticket To Ride Germania. Questa volta ci troviamo nella Germania dell’inizio ‘900, se avete giocato a Ticket To Ride Märklin, riconoscerete la stessa rete ferroviaria, inoltre potrete scegliere tra biglietti destinazione lunghi e corti e non saranno i soli a farvi fare punti. Quando viene reclamata una tratta, il giocatore porta a casa anche un passeggero dalle due città che delimitano la tratta stessa (ammesso che i passeggeri non siano già stati reclamati da altri giocatori). Alla fine della partita, chi ha più passeggeri di ognuno dei sei colori, ottiene 20 punti, mentre il secondo ottiene 10 punti.

Si tratta di una riedizione di Zug um Zug: Deutschland e Deutschland 1902 (pubblicati per i soli mercati tedesco e austriaco) in un’unica scatola, la meccanica dei passeggeri è simile a quella di Ticket To Ride Märklin, ma veniva introdotta, appunto, da Deutschland 1902.

Asmodee Italia riporta che Ticket To Ride Germany sarà disponibile a giugno in Europa e alla Gen Con di agosto negli Stati Uniti a un prezzo consigliato di €44/$50. Se siete fan della “saga” di Alan Moon non potete perdervelo.

Rispondi