Red Glove presenta il gamebooster di Warstones

Il nuovo meccanismo dei “gamebooster” di Red Glove che avevamo intravisto nei giorni scorsi prende forma definitiva con Warstones.

Red Glove ha lanciato la pagina dedicata al Gamebooster di Warstones, un sistema che prende spunto dal crowdfunding che Kickstarter ha ormai sdoganato ampiamente e che avvicina il nuovo gioco di Andrea Chiarvesio e Maurizio Favoni ai giocatori, che avranno la possibilità di ottenere delle migliorie esclusive semplicemente pre-ordinando il gioco.

Warstones – Scatola non definitiva.

La pagina del gamebooster spiega benissimo cosa potete fare: dite al vostro negoziante di fiducia che intendete acquistare Warstones, (oltre alla scatola base potete già avere le espansioni Nani e Orchi) e il vostro gruzzoletto si sommerà a quello indicato in alto a destra sulla pagina. Con l’aumentare di questa somma la vostra copia si arricchirà di contenuti riservati a chi ha partecipato al gamebooster (c’è tempo fino al 1° luglio).

È possibile sbloccare altri contenuti esclusivi tramite i “social boost”, più like sulla pagina Facebook più contenuti bonus. Nuove unità, nuovi scenari e persino le fiche con l’effetto foil, ce n’è per tutti i gusti.

Francesco

Un plauso a Red Glove, che è riuscita a trovare una formula che coinvolge attivamente gli utenti nella realizzazione di un gioco da tavolo e al contempo evita l’incertezza delle campagne di crowdfunding: sapere che c’è un’azienda solida dietro al progetto è garanzia del fatto che vedremo il gioco sugli scaffali quando promesso, cosa non scontata (Qualcuno ha detto “Heroquest 25”?). Insomma, che vi interessi o meno questo gioco (che io comunque vi consiglio di provare, perché è davvero particolare, io ho avuto modo di giocarci qualche mese fa), oggi si inizia a scrivere ufficialmente una nuova pagina del libro dedicato ai giocatori da tavolo italiani, e scommetto che ci sarà una buona risposta da parte della comunità ludica, sempre più attenta alle mosse delle case editrici nostrane.

Gabriele

Cos’è Warstone? Ho avuto l’occasione di provare Warstone, nella sua versione non definitiva, durante Play 2017. Grande tabellone dalla grafica accattivante,  tre grosse torri, e tutta una serie di dischi.

Catalogare Warstone non é semplice, in quanto si tratta di un sapiente mix tra un wargame (eserciti tematizzati, punti da spendere…) e un dexterity game (movimento a schicchere, boicciata del pezzo…). Sicuramente possiamo darvi un’idea del feeling del gioco: sufficientemente semplice per famiglie e neofiti ma, al contempo, altamente customizzabile per i giocatori più esperti. L’idea dello skirmish in dischi non é nuova, ricordiamo Diskwars del ’99, rimane innovativo l’utilizzo della “schiccherata” nel movimento di un gioco di questo genere, che lo rende sicuramente più rapido. Sarà interessante vedere quanto saranno bilanciati tra loro gli eserciti ma, conoscendo l’autore, ci si può tranquillamente scommettere sopra.

Vi ricordo che potete ordinare Warstones su MagicMerchant.it e partecipare così al gamebooster in pochi clic.

Rispondi