Recensione: Labyrinth of Evil un libro di Star Wars di James Luceno

Labyrinth of Evil è il primo romanzo de “The Dark Lord Trilogy” che racconta gli eventi accaduti prima di Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith. Attenzione, spoiler!

Nota: anche si tratta di un libro i cui avvenimenti non sono più considerati canonici, resta comunque un libro che potrebbe piacervi, pertanto ve ne parlo ugualmente.

Titolo del libro: Star Wars: Labyrinth of Evil

Autore: James Luceno

Editore: Del Rey

Trama: La guerra scoppiata in Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni è vicina al punto di ebollizione, con le intrepide forze separatiste che continuano il loro assalto alla Repubblica ormai barcollante e con il diabolico triumvirato composto dal conte Dooku, il generale Grievous e il loro maestro Darth Sidious che orchestra la strategia per la conquista della galassia. In Episodio III, La vendetta dei Sith, verrà sancito il destino di tutti i protagonisti di entrambe le parti. Ma prima di ciò, alcuni eventi cruciali, che aprono la porta all’era di regolamento dei conti, si rivelano in un labirinto di malvagità.

La cattura del vicerè della Federazione dei Mercanti e consigliere separatista Nute Gunray è la missione che porta a Cato Neimoidia gli Jedi Obi-Wan Kenobi e Anakin Skywalker, con una squadra di cloni a seguito. Il subdolo alleato dei Sith, tuttavia, si dimostra ancora una volta inafferrabile, riesce infatti ad evitare i suoi inseguitori Jedi seminando insidie sul loro cammino. Gli sforzi degli Jedi, infine, portano ad un premio inaspettato: un prezioso trasmettitore che potrebbe consentire alla Repubblica di rintracciare l’introvabile Darth Sidious.

Iniziando immediatamente la caccia, Anakin e Obi-Wan seguono gli indizi dalle fabbriche di Droidi di Charros IV fino alle vastità del Orlo Esterno. Ogni passo li porta più vicini alla posizione del Signore dei Sith che sospettano stia manipolando ogni aspetto della ribellione separatista, eppure in qualche modo, in questo infinito gioco galattico composto di attacchi e contrattacchi, imboscate, sabotaggi e ritorsioni, Sidious è sempre un passo più avanti.

Arriverà poi una svolta scioccante negli eventi: Sidious ed i suoi servitori danno il via a una campagna volta a dividere e sconfiggere le forze jedi e mettere in ginocchio la Repubblica.

Recensione: Il punto centrale di questo libro è quello di colmare i vuoti tra l’Episodio II e III di Star Wars, descrivendo gli accadimenti su Cato Nemodia al finire della Guerra del Cloni. Leggiamo della ricerca di Nute Gunray da parte di Obi-Wan Kenobi ed il suo padawan Anakin Skywalker, una caccia che poi li porterà all’inseguimento di Darth Sidious.

Labyrinth of Evil è un libro molto interessante da leggere, che arricchisce la conoscenza degli avvenimenti antecedenti all’ascesa al potere dell’Impero, prima della nascita di Darth Vader/Fener e di cui consiglio la lettura a tutti gli appassionati di Star Wars.

Inoltre, lo stile di scrittura dell’autore, James Luceno, rende la lettura facile ed coinvolgente. A differenza di Darth Plagueis però, questo libro sembra scorrere più lento perchè molto più descrittivo. Ho avuto l’impressione che qui Luceno si sia focalizzato nel descrivere gli eventi, le ambientazioni e gli oggetti nella maniera più accurata possibile, perdendo la dimensione “emotiva” dei personaggi.

Ad esempio, avrei voluto che avesse scavato più a fondo sulla frustrazione dei due protagonisti Jedi.

Obi-Wan è deluso, triste per il suo fallimento come maestro Jedi; non è stato infatti capace di domare l’indole impulsiva di Anakin che sta iniziando ad allontanarlo dal sentiero della Forza.

Anakin è combattuto tra i suoi doveri Jedi ed il suo amore per Padme, un sentimento che non dovrebbe nemmeno provare. Proprio in questa contraddizione si annida il Lato Oscuro, che ha trovato la strada per indebolire e trascinare nell’oscurità Anakin.

His fear for Padme expanded until he couldn’t see past it. Yoda’s voice in his ear: fear leads to anger; anger to hatred; hatred to the dark side.

La sua preoccupazione per Padme crebbe così tanto che non riuscì più a vedere oltre. La voce di Yoda risuonava nelle sue orecchie: la paura porta alla rabbia; la rabbia all’odio, l’odio al Lato Oscuro.

Chiamatemi sentimentale, ma sono proprio questi punti che avrei voluto fossero stati approfondito di più, perché sono proprio i responsabili della presa al potere del Lato Oscuro: l’animo che vacilla e la paura che si annida. Chissà, magari sarà proprio questo aspetto che Luceno esplorerà maggiormente nei due romanzi successivi che compongono The Dark Lord Trilogy: Revenge of the Sith e Dark Lord: The Rise of Darth Vader.

TO BE CONCLUDED

Trama via Amazon

Rispondi