Las Vegas ’17: Todd McFarlane svela i suoi piani per le Action Figures di Star Trek

Sabato scorso, la leggenda dei fumetti Todd McFarlane ha spiegato come la McFarlane Toys intenda sfruttare al massimo la licenza per realizzare action figures, props e quant’altro basati su Star Trek.

McFarlane si augura di riuscire a presentare una vasta rosa di prodotti per tutte le tasche e in varie dimensioni, che abbraccino tutto il franchise di Star Trek.

In più, la Eaglemoss annuncia una corposa linea dedicata alle astronavi di Star Trek: Discovery!

Si comincia con Kirk e Picard

McFarlane aveva già svelato i suoi due primi prototipi riguardanti Star Trek; si tratta delle action figures del Capitano Kirk e del Capitano Picard. Viene reso noto adesso che le figures saranno alte circa 18 cm, usciranno nella primavera del 2018 e costeranno $ 19,99 ciascuna.

Il prezzo – piuttosto conveniente per prodotti del genere – è stato mantenuto volutamente basso per permettere un’alta diffusione di questi prodotti.

Sono stati illustrati con dovizia di particolari i 16 punti di articolazione di queste AF, che permettono di posizionarle in varie pose (in piedi, seduti, inginocchiati etc.)

Prototipi di Star Trek realizzati dalla McFarlane Toys in mostra a Las Vegas 2017 - TG TREK News, Novità, Notizie dall'universo di Star Trek

Action Figure e props di Star Trek: Discovery

Per la prima volta, McFarlane ha anche annunciato i suoi piani per la linea di figures e props dedicati a Star Trek: Discovery. I primi modelli ad uscire saranno quelli di Michael Burnham e T’Kuvma. Anche qui si tratta di figures alte circa 18 cm venduti a $19.99. Saranno disponibili ad autunno del 2018.

Prototipi di Star Trek realizzati dalla McFarlane Toys in mostra a Las Vegas 2017 - TG TREK News, Novità, Notizie dall'universo di Star Trek

I portavoce della McFarlane confermano che i costumi di Discovery sono molto elaborati e stanno lavorando in modo da riprodurli correttamente. Per quanto riguarda gli amanti dei giochi di ruolo e delle riproduzioni degli oggetti di scena, l’azienda sta realizzando il phaser di DSC partendo da una scansione tridimensionale dell’originale. Costerà $39.99 ed è previsto anche questo ad autunno dell’anno prossimo.

Un phaser di Star Trek Discovery realizzato dalla McFarlane Toys - TG TREK News, Novità, Notizie dall'universo di Star Trek

Linea Deluxe

Ci sarà spazio anche per prodotti più “di nicchia”, come una figures di 25 cm che riprodurrà il Capitano Kirk sommerso dai Triboli, come nella famosissima scena di Animaletti pericolosi. Questo prodotto, previsto ad autunno 2018, costerà $34.99 e sarà adatto sia per i collezionisti che non vogliono rimuovere questi pezzi dalla confezione originale sia per chi preferisce esporli fuori dall’imballaggio; infatti la confezione proporrà il Capitano Kirk e i Triboli già in posizione, come fosse un fotogramma dell’episodio. Chi vorrà esporlo fuori dalla scatola, potrà impostare liberamente la scena, considerando che si tratta di una figure dotata di numerosi punti di articolazione.

Prototipi di Star Trek realizzati dalla McFarlane Toys in mostra a Las Vegas 2017 - TG TREK News, Novità, Notizie dall'universo di Star Trek

Cose fatte per bene

McFarlane ha più volte rimarcato quanto tempo sia stato impiegato nella realizzazione di queste figure, per raggiungere il giusto grado di dettaglio:

Lo scopo della nostra compagnia è fare le cose per bene. Potrei considerare il mio lavoro concluso una volta riprodotte bene le sembianze dei personaggi, però poi ci sono tutti i particolari che fanno parte delle uniformi…

In ogni caso, le sembianze dei personaggi hanno la priorità su tutto, perché è quello il particolare che i fan ricercano con maggiore attenzione.

Per quanto riguarda Star Trek: Discovery, sono già state eseguite delle scansioni 3D di Sonequa Martin-Green (Michael Burnham) e Chris Obi nei loro costumi di scena. L’azienda prevede di sottoporre anche altri attori alla scansione tridimensionale, in varie pose e in più espressioni.
Per quanto riguarda le action figures di personaggi i cui interpreti sono nel frattempo invecchiati, la fonte per realizzare i modelli sono clip e centinaia di fotografie.

Le due foto più giù, rappresentano ad esempio i modelli scolpiti digitalmente, realizzati sulle sembianze di William Shatner e Patrick Stewart.

Prototipi di Star Trek realizzati dalla McFarlane Toys in mostra a Las Vegas 2017 - TG TREK News, Novità, Notizie dall'universo di Star Trek
Prototipi di Star Trek realizzati dalla McFarlane Toys in mostra a Las Vegas 2017 - TG TREK News, Novità, Notizie dall'universo di Star Trek

Di tutto e di più

Todd ha reso esplicito come la loro licenza li autorizzi a realizzare qualsiasi cosa vista nel Prime Universe di Star Trek, ovvero tutto tranne quello che riguarda i film di J.J Abrams nella linea temporale Kelvin. E intendono sfruttare questa enorme possibilità. Dice il brand manager della McFarlane (tra il serio e il faceto):

Voglio fare l’action figure del Presidente della Federazione col suo parruccone e i baffi alla cinese. Voglio fare Wesley Crusher coi suoi giochini. Voglio fare Porthos. Voglio fare qualsiasi cosa, per voi.

Todd ha però leggermente frenato ricordando che tutto dipenderà dalla risposta dei consumatori: se le cose andranno bene con la loro prima linea di prodotti basati su Star Trek, continueranno a sfornarne.

Prototipi di Star Trek realizzati dalla McFarlane Toys in mostra a Las Vegas 2017 - TG TREK News, Novità, Notizie dall'universo di Star Trek

 

Le astronavi di Star Trek: Discovery

Non c’è solo McFarlane Toys in ballo, anche Eaglemoss è della partita. Come sanno bene gli appassionati di collezionismo, Eaglemoss pubblica da anni la più vasta e completa collezione di modellini di astronavi visti in Star Trek, da quelle più famose a quelle che abbiamo visto di sfuggita solo in un episodio.

Poteva mancare quindi una linea dedicata a Star Trek: Discovery? Ovviamente no.

Ecco cosa ha detto il CEO della Eaglemoss, Ben Robinson, a Las Vegas:

Realizzeremo un’astronave di Star Trek: Discovery al mese. L’idea è di cominciare a pubblicarle agli abbonati a partire dall’anno prossimo. Saranno un po’ più grandi della prima serie, tra i 18 e i 20 cm, e tenteremo di tenere il prezzo sotto controllo. Ci sono abbastanza navi da coprire tutto il 2018 e per programmare una seconda stagione. Non credo di potervi dire di quante astronavi stiamo parlando ma, vedremo MOLTE astronavi in Discovery.


Il CEO della Eaglemoss, Ben Robinson, mostra un prototipo per il modellino della U.S.S. Discovery - TG TREK News, Novità, Notizie dall'universo di Star Trek
Ben Robinson mostra un prototipo per il modellino della U.S.S. Discovery

Per restare aggiornati su tutto ciò che riguarda l’universo di Star Trek, tenete d’occhio il blog TG TREK!

Rispondi