Rian Johnson e la somiglianza tra Gli ultimi Jedi e L’impero colpisce ancora

Il regista di Episodio VIII non nega le similarità con L’Impero colpisce ancora, ma non ne è preoccupato.

Quando è uscito Episodio VII, le critiche di chi lo ha trovato un clone di Episodio IV sono arrivate a pioggia. Queste persone, evidentemente, non hanno colto le similarità tra Episodio I ed Episodio IV, le accuse di aver rovinato Star Wars allora avrebbero dovuto essere rivolte anche a George Lucas, per coerenza.

J.J. Abrams, Gareth Edwards, Rian Johnson… questi registi sono stati sottoposti a un attacco continuo da parte di cosiddetti fan, ma Johnson ha deciso di fregarsene.

In un’intervista a EW, il regista di Episodio VIII ha risposto alla domanda su questo argomento:

Ho un po’ provato a ignorare quell’aspetto e far prendere alla storia la forma giusta, ma Rey si trova su un pianeta remoto con un maestro jedi e la Resistenza è messa alle corde e le due storie si intersecano. È naturale che si trovino dei paralleli nella struttura, ma sono nuovi personaggi, affrontano eventi nuovi ed è questo che alla fine dei conti definisce il film. Alla fine penso che sarà un film con la sua identità.

Mi trovo spesso a leggere commenti su Facebook che parlano di come Disney abbia rovinato Star Wars (notizia lampo: Disney ha salvato Star Wars) o di come Vader sia meglio di Kylo Ren (altra notizia lampo: in Episodio IV Vader fa una magra figura, facendosi scaraventare nello spazio con il suo caccia TIE).

Episodio VII è il primo di una trilogia, a dicembre vedremo il secondo capitolo e tra due anni il terzo. Il mio consiglio è di limitarsi a commentare ciò che abbiamo già visto.

Fonte: io9

Rispondi