Star Trek Discovery: anticipazioni dal set

CBS ha appena pubblicato un dietro le quinte sul tema musicale di Discovery, ma molte sono le novità emerse in questi giorni!

Avete sicuramente già ascoltato il tema della sigla di Star Trek: Discovery, composta e diretta dal musicista Jeff Russo, in alcune parti richiama in modo molto evidente quello classico di Alexander Courage e Jerry Goldsmith e un motivo inedito si sviluppa al posto della iconica ‘fanfara’.

Ma la vera miniera di informazioni arriva dall’incontro segreto tenutosi sui set di Discovery con una ristretta delegazione di giornalisti, ad agosto. Ora che mancano poco più di dieci giorni al debutto della serie scopriamo cosa hanno visto i fortunati inviati di TVGuide, IGN e CNET ai Pinewood Studios di Toronto, dove si gira la serie

(ovviamente, occhio agli spoiler!):

  • La USS Shenzhou è una nave di classe Walker ed è stata costruita ai cantieri navali di San Francisco, proprio come l’Enterprise NCC-1701 originale. Il motto della nave è una citazione dal Zhuāngzǐ: “Tutte le cose che esistono, sono in realtà una sola”.
  • All’interno dell’ufficio del Capitano Georgiou (Michelle Yeoh) si vede una bottiglia di Chateau Picard.
  • La Discovery è una nave scientifica riassegnata al fronte di guerra.
  • Il Capitano Lorca (Jason Isaacs) ha una scrivania in piedi nel suo ufficio, al posto della classica postazione con la sedia.
  • Lorca preferisce camminare su e giù per la plancia piuttosto che sedersi.
  • Molti dei pulsanti che vediamo sul set funzionano veramente, come quello che, sulla Discovery, mostra un piccolo schermo sulla poltrona del capitano.
  • Lorca ha una stanza ad accesso limitato che i produttori chiamano misteriosamente “lo zoo di Lorca“.
  • Nell’ufficio di Lorca c’è una mappa militare che  mostra, con una linea rossa, i territori della Federazione divisi da quelli dell’impero klingon. Questa linea muterà di episodio in episodio e sulla mappa compariranno nomi familiari ai fan quali Galordon Core, il Pianeta Sherman e Rura Penthe.
  • Sulla USS Discovery, Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) si muoverà principalmente in Ingegneria e nei ponti inferiori, in coppia con Tilly (Mary Wiseman) e Stamets (Anthony Rapp).
  • In ingegneria ci sono dei misteriosi contenitori incassati alle pareti e qualcosa chiamato “cubo di reazione” che avrà un grande peso durante la prima stagione.
  • Gli studi scientifici del Tenente Stamets (Anthony Rapp) verranno usati per scopi militari, il che crea grosso disagio nel personaggio.
  • La coppia omosessuale Culbert-Stamets sarà trattata al pari di qualunque altra coppia. Per la maggior parte del tempo li vedremo entrambi “scaricare le tensioni” trascorrendo semplicemente del tempo insieme.
  • Sembra che il cadetto Tilly abbia delle “Strane abitudini nel dormire”.
  • Il Tenente Saru (Doug Jones) ha una caratteristica anatomica, il Ganglio del Pericolo, che si manifesta quando percepisce la presenza di una minaccia. Questa abilità verrà realizzata in post-produzione con la grafica digitale.
  • La serie Star Trek: Enterprise è quella che crea più problemi agli autori, quando si tratta di rispettare il canone.
  • Le uniformi originali della serie erano più simili a quelle della Serie Classica, con l’aggiunta di tasche e cerniere.
  • Le comunicazioni tramite schermo sono state aggiornate con la tecnologia olografica, per permettere a due attori di recitare la scena nella stessa stanza.
  • I comunicatori sono anche in grado di inviare e ricevere immagini e video (effetto realizzato inserendovi all’interno un iPod Nano della Apple).
  • Gli autori vogliono porre fine al conflitto tra la Federazione e i Klingon.
  • Sarà data una spiegazione sul perché nessuno abbia mai sentito parlare di Burnham o della Discovery prima (o… dopo, dipende dai punti di vista)
  • Secondo Mary Chieffo (L’Rell) il nuovo aspetto dei Klingon non è arbitrario e si inserisce, in qualche modo, nel canone già stabilito di Star Trek.

 

Per restare aggiornati su tutto ciò che riguarda l’universo di Star Trek, tenete d’occhio il blog TG TREK!

Rispondi