Intervista a Mike Johnson, autore dei fumetti di Star Trek: Discovery

La casa editrice IDW Publishing pubblicherà una miniserie a fumetti dedicata a Star Trek: Discovery. Ecco la cover art disegnata dall’artista J.K. Woodward.

L’autore della miniserie, Mike Johnson, è stato intervistato da io9 e ci spiega cosa possiamo aspettarci dalle sue storie. 

Cosa può anticiparci sui fumetti di Discovery (prima che CBS ci disintegri con i phaser)?

Alla CBS non disintegrano: settano i phaser su stordimento per motivi legali. Ma posso dirti che la nostra miniserie in quattro parti racconterà le origini di T’Kuvma, il leader Klingon che vedremo nell’episodio pilota della serie TV. Ha delle idee molto forti su quale dev’essere il futuro della sua gente, idee che non sono condivise da tutti gli altri Klingon.

Ci sono aspetti di Discovery che vengono ancora tenuti molto nascosti. Che tipo di rapporto ha instaurato con gli autori della serie, dovendo scriverne i fumetti?

Sono fortunato perché scrivo i fumetti insieme a Kirsten Beyer, che è proprio una delle autrici della serie TV (oltre che romanziera rinomata fra i fan di Star Trek). Hanno abbracciato questa idea di raccontare certi aspetti della storia di Discovery attraverso fumetti e romanzi, dando quindi agli autori dei fumetti e dei romanzi completo accesso a tutte le informazioni di cui possono avere bisogno, sin dall’inizio.

In che modo ha dovuto cambiare approccio scrivendo questi fumetti, rispetto al lavoro che ha svolto in precedenza per i fumetti di Star Trek ambientati nella linea temporale Kelvin?

Quando ho scritto il prequel a fumetti del film [Star Trek (2009)], ho avuto la fortuna di lavorare direttamente con gli autori del film stesso, Alex Kurtzman e Roberto Orci; in questo modo la storia del fumetto è risultata strettamente collegata agli eventi del film. Ma la stessa fortuna ce l’ho anche adesso con la nuova serie. La differenza è che, per i prequel, il pubblico aveva già il senso di chi fossero Kirk, Spock, e il resto del gruppo (anche prima del film del 2009). Con Discovery, nessuno ha mai visto questi personaggi prima, quindi stiamo creando qualcosa di nuovo per il pubblico. Il ché è sia eccitante che spaventoso.

Cosa può dirci sui Klingon che vedremo in Discovery? In che stato è l’Impero durante gli eventi della serie?

Sono pericolosamente vicino a camminare su di un campo minato pieno di spoiler, quindi mi muoverò con cautela. Posso dirti che i Klingon che incontriamo sono ancora intrinsecamente gli stessi Klingon che conosciamo da anni, ma sia nella serie TV che nei fumetti vedremo aspetti della loro cultura che non sono mai stati mostrati prima.

La maggior parte delle informazioni che i fan hanno appreso sui Klingon vengono da The Next Generation e le serie successive. Dato che Discovery li rappresenterà evidentemente a modo suo, è stato difficile far rientrare tutto nel canon o le hanno dato in qualche modo carta bianca?

Dato che Discovery ha luogo dieci anni prima della Serie Originale, abbiamo degli indizi sul passato dei Klingon solo da quello che conosciamo di loro dalle serie successive. Questo è particolarmente vero per la nostra miniserie che avrà a che vedere con il leggendario Klingon Kahless, la cui ombra ricadrà su tutti gli eventi di cui sarete testimoni.

Nei fumetti vedremo anche quello che succede sul fronte della Federazione o la vostra storia sarà tutta raccontata dal punto di vista dei Klingon?

Questa storia sarà raccontata strettamente dal punto di vista dei Klingon, vedremo qual è la loro prospettiva sulla Federazione e qual è lo stato dei giochi quando comincia la serie TV. È una bella opportunità per mostrarvi che i Klingon non sono “i cattivi”. Sono una razza aliena con la loro civiltà, composta da individui con i propri sogni, ambizioni e anche vendette personali.

L’approccio di Discovery al franchise di Star Trek è molto originale. Cosa si augura che i suoi lettori possano trarre da questo nuovo mondo?

Spero che finiscano per abbracciare i dettami di Kahless e giurare fedeltà assoluta all’Impero Klingon. Ma per farla breve, spero che si divertano a vedere gli eventi di Discovery sotto una luce nuova e godere di una prospettiva diversa sui personaggi della serie TV.

Copertina di JK Woodward per la miniserie a fumetti Star Trek: Discovery

Il primo numero della miniserie in quattro parti Star Trek: Discovery sarà disponibile da ottobre.

Per restare aggiornati su tutto ciò che riguarda l’universo di Star Trek, tenete d’occhio il blog TG TREK!

Rispondi