Recensione: You’re Never Weird on the Internet (Almost) di Felicia Day

You’re Never Weird on the Internet (Almost) è il libro di Felicia Day che racchiude le sue memorie; la sua storia da quando era una semplice ragazza nerd, alla produzione di The Guild e Geek and Sundry.

Titolo del libro: You’re Never Weird on the Internet (Almost)

Autore: Felicia Day

Lingua Inglese

Trama: Internet non è solo per i video di gatti. C’è anche Felicia Day – violinista, filmmaker, imprenditrice Internet, gamer compulsiva ed ex bimba solitaria, istruita a casa, che ha superato la solitudine della sua infanzia per governare un nuovo mondo… o meglio, per influenzare parzialmente il mondo geek di Internet ed i club del libro su Goodreads.

Dopo essere cresciuta nel sud degli Stati Uniti dove ha studiato a casa per “motivi hippie”, Felicia si è trasferita ad Hollywood per inseguire il suo sogno di diventare un’attrice ed è stata immediatamente catalogata con il ruolo di pazza segretaria gattara. Ma le disavventure di Felicia ad Hollywood l’hanno spinta a produrre la sua serie web, ad avere la sua casa di produzione e le hanno permesso di diventare una star di Internet. La breve vita di Felicia e la sua scalata di Internet passando dalle stalle alle stelle, hanno lanciato la sua carriera come una delle creatrici più influenti dei nuovi media. Ora, lo strano mondo di Felicia è pieno di pensieri creativi, videogames ed un moderato attivismo femminista, proprio come le sue memorie.

You’re Never Weird on the Internet (Almost) è divertente ed è una fonte d’ispirazione; è la prova che tutti dovrebbero accettare ciò che li rende diversi ed essere abbastanza coraggiosi da condividerlo col mondo, perché oggi tutto è possibile anche per un disadattato digitale.

Recensione: Avete mai visto The Guild? È una serie web (in realtà la prima serie web in assoluto!) semplice e molto divertente che ironizza sul mondo dei gamer, sulla differenza tra la loro vita virtuale e quella digitale ed è incentrata sui 6 componenti di una gilda di MMORPG. Beh, l’atmosfera di questo libro è la stessa di The Guild solo che ruota tutto intorno alla vita di Felicia Day, autrice del libro e creatrice, autrice e attrice nella serie in questione.

Premetto, sono una fan del lavoro di Felicia da molto tempo; mi sono divertita tantissimo con le prime 3 stagioni di The Guild ed ho continuato a seguire il suo lavoro su Goodreads e sul suo (oramai ex) canale YouTube Geek and Sundry per cui ero abbastanza sicura che questo libro mi piacesse.

Non mi sbagliavo: è stata una lettura leggera, divertente e curiosa. Felicia descrive il mondo web in generale e degli MMORPG in particolare, come un posto in cui sentirsi finalmente libera di essere sé stessa e avere la possibilità di rapportarsi con qualcuno, di trovare amici. Lo so, sembra strano per qualcuno che è completamente al di fuori di questo mondo ma sono certa che molti gamer non lo troveranno così assurdo. Racconta di quando giocare per lei era diventata un’ossessione ed è proprio questo che l’ha portata a scrivere e creare The Guild.

Felicia ci racconta anche l’altro lato della medaglia però, come il fatto che preferisse la vita virtuale rispetto a quella reale perché sembrava molto più facile da gestire. Ci racconta anche di come il mondo web possa essere “pericoloso”, di quanto a volte basti poco per essere attaccata, denigrata o addirittura minacciata.

A riguardo, lei stressa un po’ il fatto che è particolarmente strano pensare che un gamer possa essere di sesso femminile e di quanto questa cosa sia stata percepita come bizzarra dal mondo virtuale e reale. Ecco, questo è un punto che mi ha fatto un po’ pensare. Da donna e da gamer io voglio credere che ormai non sia più così. Che c’è di così assurdo nell’apprezzare i videogiochi anche se si è di sesso femminile? Non so se si possa considerare addirittura strano.

Nel complesso il libro mi è piaciuto e mi sento di consigliarlo a tutti gli amanti di The Guild, di Felicia, dei MMORPG o a tutti coloro che sono curiosi di scoprire un pezzetto di mondo geek in più.

Trama via Amazon

Rispondi