Verso Lucca C&G 2017 – Cosmic Games

XIV puntata! Continuiamo questa nostra promenade fra le novità presenti quest’anno a Lucca Comics & Games (rimandandovi qui alle puntate precedenti) con un altro “pilastro” del mondo ludico: Cosmic Games.

Novità veramente succose al consueto appuntamento con Lucca Comics… consueto come appuntamento ma eccezionale come offerta di titoli veramente interessanti.

A parte la presenza del trading card game di Final Fantasy e l’arcinoto Infinity, la nostra attenzione si focalizza su un gioco che si avvale delle apprezzate miniature della Warlord: parliamo di Doctor Who, un gioco skirmish da 2 a 3 giocatori (dai 14 anni in su) della durata di circa 1 ora,  in cui i giocatori vestiranno i panni dei Dalek o dei Cybermen (pensavate di indossare il papillon del Dottore eh?), con la possibilità di stringere alleanze con altre fazioni aliene, mentre Doctor Who e i suoi saranno controllati dall’AI del gioco e tenteranno di mandare all’aria i vostri piani! Sono già disponibili, oltre al gioco base, le miniature di espansione delle fazioni e delle versioni del Doctor! (no, quella di Francesco non è inclusa! 😉 ).

Passiamo poi ad un gioco, sempre con miniature Warlord, ma di tutt’altro genere: siamo nel giappone feudale, ai tempi dello Shogun Mitsukuni Mito… o giù di lì… e vediamo nobili samurai o decaduti ronin  darsi battaglia su campi insanguinati. Il gioco, Test of Honour,  prevede scontri fra manipoli di guerrieri capitanati dal loro eroe che dovranno, usando carte tattiche e mosse vincenti riuscire a portare a termine le missioni assegnate. Il gioco è per due giocatori (dai 14 anni in su), una partita dura un’oretta buona ed è completamente in inglese. Può inoltre contare su set di espansione per nuovi guerrieri e un pregevole apparato scenografico con elementi molto dettagliati.

Facciamo un salto in avanti nel tempo, uno in Europa e uno… nella fantastoria: Konflikt ’47 è un wargame ambientato nel periodo immediatamente successivo alla Seconda Guerra Mondiale… che non è mai finita e ciò causa una concentrazione di risorse e tecnologie nell’industria bellica e genetica, portando allo sviluppo e creazione di mecha, robot d’assalto, esoscheletri, cannoni Tesla, carri armati avanzati, reparti di terrificanti soldati geneticamente modificati e addirittura, da parte della divisone paranormale di Hitler, i Totenkorps, cioè soldati dell’Asse caduti e riportati in vita, come zombi, per assolvere nuovamente al loro compito di combattere per la patria. È un gioco di miniature con un fascino particolare nel vedere questi mezzi (e mostri) che richiamano un conflitto realmente esistito (ma per fortuna finito) ma certo non caratterizzato da equipaggiamenti al limite dello steampunk e micidiali mostri genetici. Il gioco è completamente in inglese, vede scontrarsi 2 o più giocatori (dai 14 anni in su) e dura circa un’ora.

Di carattere certo più spaventosamente allegro è Ghostbusters – The boardgame, un gioco di miniature di tipo collaborativo per 2-4 giocatori (dai 15 anni in su) della durata di circa 1 ora in cui vestirete i panni dei celebri Ghostbusters e coordinarvi per portare a termine una serie di missioni contro vari tipi di fantasmi che cercheranno di seminare il panico fra i vivi attraverso dei portali. I vostri personaggi accumuleranno esperienza chiudendo portali, catturando fantasmi e portando a termine le varie missioni, diventando sempre più abili ed efficaci. La particolarità del gioco è quella di sfruttare un sistema di regole e carte azione dei nemici che dà origine ad una AI che guiderà i fantasmi a muoversi, unirsi, attaccare e contrattaccare a seconda delle azioni dei giocatori! E dovrete far attenzione ad non essere letteralmente smelmati!

 

Un gioco che mi ha letteralmente “sparafleshato” (per dirla alla Will Smith) è Nova Aetas, un boardgame cooperativo di miniature per 1-4 giocatori (14 anni in su) della durata di circa 45 minuti, ambientato in un Rinascimento dove magia, innovazioni tecnologiche e zelante fede religiosa si fondono in un’atmosfera cupa. Vestirete i panni di quattro avventurieri che si muovono nel bel mezzo della guerra tra la Repubblica di Venezia, lo Stato della Chiesa e i misteriosi Primevi, esseri mitici che popolano le foreste: vostro scopo è quello di recuperare un potente artefatto che può ribaltare le sorti del conflitto, e per farlo viaggerete per le città, compirete missioni principali e secondarie e affronterete sfide pericolose. Il gioco, di tipo narrativo e basato su una serie di missioni da portare a termine, sfrutta un particolare meccanismo di gestione dei turni di giocatori/avversari di tipo adattativo, modificandosi via via che il gioco procede, ha una forte caratterizzazione dei personaggi e si avvale di miniature splendidamente realizzate degli eroi e delle fazioni in gioco, oltre che di plancia di gioco ed elementi 3D.

Questo gioco era già uscito in inglese, ora lo troverete invece in lingua italiana.

 

E dopo tutto questo lanciare di dadi, arriviamo ad un gioco di tipo gestionale (Anche se di dadi qui ne abbiamo da tirare 34!). In Campioni di Midgard vestirete i panni di potenti eroi che devono ristabilire l’ordine dopo la caduta dello Jarl (il capoclan) e le scorribande di troll, draug e altre bestie della mitologia norrena. Dovrete spazzare via queste bestie immonde, sconfiggere i troll per mantenere la cittadinanza dalla vostra parte, abbattere i draug per guadagnare oro e finanziare le spedizioni, accumulare risorse, combattere, rivaleggiare con gli altri clan e accumulare la gloria e il favore degli dei necessari ad essere acclamati come nuovi Jarl! Il gioco è per 2-4 giocatori (dai 14 anni in su), e dura 60-90 minuti.

Cambiamo radicalmente genere con Fearz, un gioco di carte (rotonde) frenetico e veloce da 3 a 10 giocatori (dai 5 anni in su) della durata di 10 minuti circa, in cui ogni partecipante è spaventato da una delle creature della notte (vampiro, strega, fantasma…): le carte sono girate una dopo l’altra mostrando 4 o 5 creature e ogni volta che compare quella che spaventa uno dei giocatori, quest’ultimo deve mostrare la sua reazione. Scopo del gioco è indovinare le paure degli altri giocatori.

Chiudiamo il nostro articolo con un gioco adatto a tutti i fan di Final Fantasy: Chocobos’s Crystal Hunt. In questo gioco da tavolo con carte (i cui disegni sono stati creati appositamente dal designer Itahana-san) dovrete mandare i vostri Chocobos a caccia dei cristalli dei vostri avversari in una serie di partite molto veloci e molto letali. Il gioco è da 3 a 5 giocatori (dai 5 anni in su), dura circa 20 minuti, ha regole semplici ma accattivanti e può contare sull’espansione Chocobo Dungeon Monsters.

Che siate a Lucca o che non ci siate, che abbiate un Chocobo o meno… ricordatevi che potete trovare una marea di giochi su MagicMerchant.it e ricordatevi di postare con l’hashtag #luccant

Rispondi