Lo staff di Star Trek: Discovery presto al lavoro sulla seconda stagione

Lo conferma lo showrunner della serie Aaron Harberts: fra due settimane si comincia a lavorare sulla seconda stagione, che non coinvolgerà più i Klingon.

Gli attori di Star Trek: Discovery Sonequa Martin-Green, Jason Isaac e Shazad Latif, accompagnati dal produttore esecutivo e showrunner della serie Aaron Harberts, sono stati impegnati in questi giorni in un tour Europeo che li ha portati anche in Italia, a Lucca.

Domenica scorsa, dopo aver assistito insieme ai fan ad una proiezione dell’episodio “Si Vis Pacem Para Bellum” alla Millbank Tower di Westminster, Londra, il gruppo si è unito ad un ristretto numero di appassionati invitati all’incontro da Netflix per rispondere alle loro domande, in particolare su come sta procedendo la prima stagione e sui piani per la seconda.

Aaron Harberts ha confermato che stanno per chiudere l’episodio finale (il numero quindici), che il pubblico vedrà nel 2018. L’attore Jason Isaacs ha chiosato dicendo che nel finale “le cose si metteranno male“.

DSC, Discovery, Sonequa Martin-Green, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Lo showrunner ha ancora sottolineato che ogni stagione della serie sarà strutturata come un romanzo, quindi il “romanzo” col racconto della guerra coi Klingon, che è stato il tema di questo primo anno, si concluderà col finale di stagione.

Guardando al futuro, Harberts anticipa che nelle prossime due settimane cominceranno già i lavori per sviluppare la seconda stagione della serie; non ha fornito dettagli sulla trama ma ha detto che la squadra di autori sta valutando cosa ha funzionato bene e cosa meno nella prima stagione, in modo da selezionare gli elementi da sviluppare per il secondo anno.

DSC, Discovery, Sonequa Martin-Green, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

L’ufficialità a produrre la stagione due è arrivata solo recentemente, ma il produttore esecutivo Alex Kurtzman ne parla da diverso tempo, tanto che già a settembre azzardava il 2019 come data di debutto.

DSC, Discovery, Sonequa Martin-Green, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Notizie in pillole

Ecco qualche piccola curiosità emersa dal botta e risposta con i fan britannici:

  • Secondo Sonequa Martin-Green il suo personaggio si chiama Michael in onore di suo padre biologico e sta ad indicare che nel futuro le differenze di genere saranno più labili.
  • Harberts sostiene invece che l’ispirazione del nome Michael venga dall’Aracangelo Michele. Ma preferisce la spiegazione di Martin-Green.
  • La squadra comprende bene che il nuovo aspetto dei Klingon sia problematico per molti fan ma difende la decisione di averlo cambiato, in quanto parte della strategia di Bryan Fuller – creatore originale della serie – per coinvolgere il pubblico in un approfondimento più serio della cultura Klingon.
  • Gli attori si sono divertiti molto ad essere diretti da Jonhatan Frakes, che gli ha dato molti consigli su come girare al meglio le scene di combattimento in plancia dove bisogna simulare di essere sbalzati a destra e a manca (tecniche che Frakes ha avuto modo di perfezionare in sette anni di The Next Generation).
  • Sonequa Martin-Green e James Frain si sono allenati separatamente per la scena di combattimento in Lete, trovandosi effettivamente faccia a faccia solo durante le riprese.
  • Doug Jones è dolce come un angelo e ama abbracciare tutti.

DSC, Discovery, Sonequa Martin-Green, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Foto

Ad attendere i fan alla reception c’era anche una piccola mostra di costumi e uno sfondo per fotografarsi seduti sulla poltrona del capitano Lorca.

 

DSC, Discovery, Sonequa Martin-Green, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
DSC, Discovery, Sonequa Martin-Green, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
 DSC, Discovery, Sonequa Martin-Green, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
DSC, Discovery, Sonequa Martin-Green, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
 —
Per restare aggiornati su tutto ciò che riguarda l’universo di Star Trek, tenete d’occhio il blog TG TREK!

Rispondi