Adam Nimoy non è più il regista del documentario su Star Trek: Deep Space Nine

Un importante cambiamento nel dietro le quinte di What We Left Behind, il documentario su Star Trek: Deep Space Nine, rischia di far allungare i tempi.

Il passo indietro di Nimoy

In una nota pubblicata su Facebook Adam Nimoy ha ufficializzato la sua rinuncia alla regia di What We left Behind motivandola con il suo bisogno di dedicare più tempo ad altre responsabilità. Tuttavia Nimoy resta coinvolto nel documentario in qualità di produttore e consulente. Ecco parte del suo intervento:

La vera energia creativa dietro al documentario su DS9 era già in essere prima che entrassi in gioco io. Sono stato molto felice di aver potuto contribuire al progetto col mio supporto e la mia guida, in modo da svilupparlo in tempo per il 25° anniversario della serie, che cadrà nel 2018. Auguro alla squadra tutto il bene possibile mentre vanno coraggiosamente avanti!

Adam Nimoy si era unito alla squadra di What We left Behind lo scorso anno, quando erano già state effettuate buona parte delle riprese per il documentario. Ora la regia – almeno per le indicazioni giorno per giorno – passa in mano ad Ira Steven Behr e David Zappone che sono anche gli ideatori e i produttori di WWLB. Al momento il progetto è in fase di post-produzione e ci si sta concentrando sul montaggio delle oltre 100 ore di interviste con attori e addetti ai lavori che hanno partecipato a Deep Space Nine.

Data da definirsi

Anche se non è mai stata comunicata ufficialmente una data precisa per la pubblicazione del documentario, l’idea era quella di pubblicarlo in tempo per il 25° anniversario della messa in onda del primo episodio di Deep Space Nine, quindi a gennaio 2018 o al massimo a febbraio. Tuttavia un annuncio sul sito internet ufficiale di What We Left Behind fa sapere che forse dovremo aspettare un po’ di più:

La nostra stima iniziale era quella di pubblicare il documentario più o meno a febbraio 2018 ma era un stima fatta PRIMA che la campagna di raccolta fondi su Indiegogo superasse le nostre aspettative e venisse pertanto ampliata la portata del progetto. Di conseguenza il nostro calendario di riprese e montaggio è stato esteso in modo tale da aggiungere un certo numero di idee creative nuove e interessanti. Anche se puntiamo sempre a pubblicare il documentario all’inizio del 2018, è probabile che questa finestra temporale si dilaterà un po’ di più.

In effetti la raccolta fondi è stata un grande successo: i fan hanno raccolto ben $647,891, ovvero il 423% di quanto originariamente richiesto. Questo budget supplementare servirà ad estendere la durata del documentario da 60 a 90 minuti, a realizzare una colonna sonora registrata da un’orchestra dal vivo, a poter includere un maggior numero di clip, di interviste e a rimasterizzare in HD, per la prima volta, alcune scene di DS9 da inserire nel montaggio (se volete saperne di più, vi rimando a questo articolo in cui i produttori del documentario ne parlano alla scorsa convention di Las Vegas).

Il 25° anniversario di DS9

Accompagna questi aggiornamenti una foto in anteprima tratta dal servizio fotografico realizzato da Variety Magazine con gli attori della serie, realizzato proprio nell’imminenza del 25° anniversario di Deep Space Nine che cadrà esattamente il 3 gennaio 2018.Adam Nimoy, Deep Space Nine, Ds9, What we left behind, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Per restare aggiornati su tutto ciò che riguarda l’universo di Star Trek, tenete d’occhio il blog TG TREK!

Rispondi