Jason Momoa e le origini di Aquaman

Lo abbaimo visto in azione in Justice League, e ci ha fatto un’ottima impressione, e ora è il momento di conoscere la storia dietro all’eroe. Stiamo parlando di Aquaman, il re di Atlantide!

Arthur Curry, nato Orin, è il sovrano di Atlantide, figlio della regina Atlanna e di Thomas Curry, un umano che fa il custode di un faro.
Portato dalla madre da bambino a vivere in superficie con il padre, il giovane Arthur ha dovuto imparare a conoscere e controllare i propri poteri, come il controllo delle maree.

Nel film vedremo le origini del suo personaggio e tutta la sua evoluzione, e alcune di queste sequenze saranno prese dal recente crossover, in cui inizialmente avrebbero dovuto esserci, ma poi furono tagliate da Whedon per fare posto alla storia del film.
È proprio Jason Momoa a darci le maggiori informazioni sul suo stand alone.

Nella storia, vedremo un paio di sue versioni più giovani e diverse. E ancor prima della sua nascita, così si saprà da dove proviene sua madre, Atlantide. Dopo Justice League, Aquaman viene chiamato a diventare re. Ci sarà una grande battaglia, una lotta epica. Sarà anche un grande road movie, Aquaman vi porterà a viaggiare in tutto il mondo. Sarà qualcosa che non avete mai visto prima. Inizialmente Aquaman sarà presentato come un tipo che guida moto e lavora con le auto. Seguirete questo tipo sporco, tetro, ubriaco che poi si trasformerà in un re.

Però, oltre a questo, si sa ancora poco sulla trama, a parte alcuni rumors che sembrano volere dire che Aquaman dovrà affrontare i nemici interni alla sua nazione, persone che vogliono andare in superficie per conquistare, e come ben sappiamo, lui che ha deciso di salvaguardare la vita sia sotto che sopra il mare, non può permetterlo. Ad opporsi a lui ci saranno anche i suoi più acerrimi nemici, il mercenario Black Mantha, e Orm alias Ocean Master, suo fratellastro che vuole prendere il trono per se.

Personalmente sono affascinato dall’idea di vedere come renderanno Atlantide, nella breve sequenza ambientata nella sala della scatola madre vediamo Mera (la regina) creare una bolla d’aria per parlare con Arthur, una soluzione poco convincente per i fan e per la quale il regista James Wan rassicura che non la userà nel suo film.
Siamo fiduciosi che il film sarà divertente e bello da vedere, Momoa crede tantissimo nel progetto, per il quale ha letteralmente detto di essersi fatto il culo per portare sullo schermo un Aquaman degno del suo nome, e per riabilitarlo da una sotria editoriale altalenante fatta di alti e bassi, che lo hanno portato (a mio parere, ingiustamente) ad essere definito un eroe inutile in mezzo alla Justice League.

"Dicevano che ero inutile"

Il film sarà diretto da James Wan (la saga di Saw, Furios 7), ed uscirà nelle salle italiano nel gennaio 2019 mentre in quelle statunitensi il 21 dicembre 2018.
Nel cast rivedremo Jason Momoa e Amber Heard (Aquaman e Mera), ai quali si aggiungeranno Willem Dafoe (Nuidis Vulko, consigliere di Aquaman che doveva già apparire in JL ma la scena eè stata eliminata), Nicole Kidman (Atlanna), Temuera Morrison (Tom Curry), Patrick Wilson (Orm/Ocean Master), Yahya Abdul-Mateen II (David Hyde/Black Mantha), Michael Beach (Jesse Kane, padre di Black Mantha), Ludi Lin (Murk, leader degli Uomimi di Guerra) e Dolph Lundgren, nei panni di Nereus, re della nazione sommersa di Xebel. Nel cast ci sarà anche Graham McTavish, ma il suo ruolo ancora non è stato designato.
Inoltre vedremo  Kaan Guldur nei panni di Arthur a 9 anni e Otis Dhanji nello stesso ruolo, ma a 13 anni.

Rispondi