Ant-Man and The Wasp: il sequel potrebbe dare una svolta all’MCU

Il 2018 sarà ricco di eventi in casa Marvel, con Black Panther e Infinity War, ai quali si aggiunge il sequel di Ant-Man, che potrebbe avere un peso non indifferente sul futuro dell’universo cinematografico Marvel.

Programmato per uscire due mesi dopo il maxi evento Avengers: Infinity War, Ant-Man and The Wasp potrebbe gettare le basi per nuovi orizzonti da esplorare nella fase 4 del Marvel Cinematic Universe.
È l’attrice che dà il volto a Hope Van Dyne, Evangeline Lilly, a dirci la sua in un lungo articolo su Vanity Fair.
Quando ho sentito di Infinity War e della direzione che avrebbe preso, ho avuto un momento in cui ho realizzato “Oh, wow, questo è un po’ un dejà vu per me, come in Lost“. Andiamo ad imbatterci in quel momento della quarta stagione (di Lost) dove tutto è in procinto di cambiare, e tu stai per perdere il solido strato di terra sotto i tuoi piedi. E il film giocherà una parte in questo.
Questi personaggi sono esperti del regno quantico. In Ant-Man and The Wasp i protagonisti stanno provando con tutte le loro forze ad entrare e ad uscire in sicurezza dal regno quantico perché hanno nel primo film vedono che Scott Lang è in grado di farlo. E se lui ci riesce, perché noi non possiamo? Se ci riusciamo si aprirebbe un intero nuovo multiverso a cui accedere e nel quale avere una parte. Io non sono la creatrice della storia, quindi non so cosa andranno a fare con questa cosa. Ma io ci vedo del gran potenziale!
Alle parole della Lilly fa eco Bob Iger, CEO di Disney.
Stiamo alla ricerca di mondi che siano completamente separati da quelli già visti. Possono essere separati geograficamente, o seperate nel tempo e non solo nello spazio ma anche nel tempo. Quindi ci sarebbero quasi, non dico infinite, ma un numero incredibilmente vasto di direzioni in cui possiamo andare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per quanto detto sopra, non è una novità che i personaggi del film proveranno ad entrare ed uscire da regno quantico, a conferma di ciò Michelle Pfeiffer è stata reclutata per interpretare Janet Van Dyne, la madre di Hope. In un flashabck del primo film Janet si rimpicciolisce a livello subatomico durante una missione e viene quindi data per morta dal marito, Hank Pym. Molto probabilmente è sopravvissuta, ma per tutti questi anni è rimasta intrappolata nel regno quantico e di certo ne vorrà uscire.
Facendo poi capo alle parole dell’attrice e di Iger, sembra chiaro che i film Marvel andranno ad esplorare numerose nuove realtà, e il film in questione potrebbe quindi essere la chiave che darà il via a tutto questo, proprio grazie alla possibilità di viaggiare nel regno quantico.
Già diversi personaggi sono avvezzi ai viaggi spazio-temporali, Dr. Strange ad esempio, e sicuramente anche la prossima eroina, Captain Marvel avrà modo di sperimentarli.Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios, aveva predetto, al tempo del primo film, che il regno quantico avrebbe ricoperto un ruolo importante in futuro.
Sommandolo alle dichiarazioni di Evangeline Lilly tutte queste informazioni date nel corso del tempo acquistano certamente un senso, dando la possibilità dell’accesso al regno quantico non solo ai personaggi di Ant-Man ma anche a tutti gli altri, inoltre è doveroso ricordare queste parole dello stesso Feige.
Quello che faremo dopo il prossimo Avengers sarà scavare più a fondo nei diversi tipi di personaggi e nei differenti aspetti di quelli attuali, per mantenere le cose fresche come lo sono sempre state. Ed è per questo che la prossima decade che abbiamo pianificato sarà qualcosa di eccitante. Siamo già a 22 film, e ne abbiamo altri 20 da etichettare che sono completamente differenti da quanto visto prima
Ant-Man and The Wasp uscirà nelle sale americane il 6 luglio 2018 (in Italia in agosto) e sarà diretto da Peyton Reed e si presenta, nello stile, a metà tra lo spionistico e l’umoristico, come il primo film.
Nel cast torneranno nei rispettivi ruoli Paul Rudd (Ant-Man/ScottLang), Evangeline Lilly (Hope Van Dyne/The Wasp), Michael Douglas (Hank Pym, primo Ant-Man), Michael Peña (Luis), T.I. Harris (Dave), David Dastmalchian (Kurt), Judy Greer (Maggie), Bobby Cannavale (Paxton) e Abby Ryder Fortson (Cassie).
A loro si aggiungono Michelle Pfeiffer (nei panni di Janet Van Dyne, la prima Wasp), Laurence Fishburn (Bill Foster, Black Goliath nei fumetti), Hannah John-Kamen (come Ghost), Randall Park (l’agente Jimmy Woo) e Walton Goggins (nei panni di Sonny Burch)
Fonti: Io9

Rispondi