American Gods: Neil Gaiman avrà un ruolo importante nella seconda stagione

Starz rivela che Neil Gaiman sarà maggiormente coinvolto nella seconda stagione di American Gods, ma c’è un “ma”.

Con l’uscita di scena degli showrunner, Bryan Fuller e Michael Green, e quella di Gillian Anderson, il futuro di American Gods sembrava più incerto che mai, ma Chris Albrecht CEO di Starz, ha tranquillizzato i fan.

Durante un’intervista, è stato incalzato con domande riguardanti gli showrunner e ha spiegato che hanno lasciato la serie dopo uno scontro con FremantleMedia North America sul budget necessario per la seconda stagione, ma ha aggiunto che “non sono stati licenziati, né si sono licenziati”. A questa frase un po’ sibillina ha aggiunto:

Brian e Michael saranno coinvolti quanto possibile, anche se il loro ruolo esatto è ancora incerto.

La cosa interessante poi è che ha rivelato che Neil Gaiman andrà oltre “il ruolo tradizionale di showrunner”.

I dubbi sono aumentati sapendo che a fine novembre in replica alle voci che lo volevano showrunner di American Gods, Gaiman twittava:

No, non è vero. Sono showrunner di Good Omens nel Regno Unito fino all’anno prossimo e poi smetterò con questo ruolo e tornerò a scrivere libri per guadagnarmi da vivere.

È stato lo stesso Gaiman a chiarire la frase di Albrecht:

Sono già showrunner di Good Omens e non sarò fisicamente showrunner di due serie, ma ho intenzione di lavorare a stretto contatto con il nuovo showrunner per aiutare a scrivere, indirizzare e costruire American Gods, esattamente come ho fatto quando c’erano Bryan e Michael come showrunner.

Insomma, se il CEO di Starz sembrava aver tirato fuori un coniglio (di Ostara, si intende) dal cappello, Gaiman ha un po’ ridimensionato la questione, ma sapere che è attivamente coinvolto anche nella scrittura della trama fa ben sperare.

Fonte: io9

Rispondi