Anteprima – Bunny Kingdom

Preparatevi, il regno sta per essere conquistato dai conigli e sono agguerritissimi. Ecco un nuovo gioco targato Mancalamaro. 

Bunny Kingdom è un gioco di Richard Garfield per 2-4 Nobili Conigli che si affronteranno in una disfida di 45 minuti circa, durante la quale tenteranno di accaparrarsi più carote d’oro possibile. Lo troviamo in lingua italiana grazie a Mancalamaro e potremo acquistarlo a partire da Play. Per tenervi aggiornati su ciò che vedremo a Play, potete leggere tutti gli episodi della rubrica Verso Play.

Nella scatola

1 plancia, 144 miniaturine coniglio (36 per colore), 36 miniature città, 24 tessere edificio, 186 carte. 

Balzano subito agli occhi i coniglietti, ma non lasciatevi distrarre, che ora vi spiego come funziona il gioco. 

La partita 

La partita si svolge sulla plancia del Nuovo Mondo, un reame da 10×10 caselle quadrate che rappresentano i vari territori: mare, foresta, campo, pianura, montagna e città neutrali. 

Accanto alla plancia trovate il segnapunti delle carote d’oro, lo utilizzeremo ben 4 volte, alla fine di ogni round. 

Il gioco ruota attorno alle carte e ne troviamo tre tipi: territorio (100, una per casella), edificio (42) e pergamena (37). 

Il gioco si divide in quattro round, ogni giocatore riceve 12 carte (3 giocatori) o 10 (4 giocatori). Le partite a due giocatori sono leggermente diverse, non entreremo nel dettaglio in questa sede. 

I giocatori scelgono simultaneamente due carte dalla propria mano, quindi passano le altre al vicino e rivelano quelle scelte (“draft”). 

Con queste carte si potranno controllare territori, potenziarli per renderli più produttivi (attenzione però: gli edifici possono avere requisiti di costruzione: non tutti i territori possono ospitarli) o ottenere obiettivi segreti, da rivelare a fine partita. 

Giocare una carta territorio consente di mettere uno dei propri conigli sulla casella corrispondente, occupare caselle adiacenti fa espandere il proprio feudo (vale solo ortogonalmente, non in diagonale). 

Una volta esaurite le carte, è il momento di calcolare i punti: ogni feudo vale un numero di punti dato dalla forza x la ricchezza. 

La forza è indicata dal numero di torri delle città presenti nel feudo, mentre la ricchezza è pari al numero di risorse differenti tra loro che il feudo produce. Moltiplicando quindi il numero di torri per il numero di risorse, abbiamo il suo valore in carote d’oro.

Calcolati i punti, si procede con il nuovo round, distribuendo nuovamente le carte, giocandone due per volta e calcolando i punti quando le carte sono esaurite. Alla fine del quarto round, la partita avrà termine e si potrà procedere al calcolo non solo delle carote d’oro di quel round, ma anche di quelle relative alle pergamene giocate segretamente durante la partita.

Chi avrà più carote d’oro alla fine della partita sarà dichiarato vincitore e otterrà il titolo di Grandi Orecchie fino alla prossima partita.

Conclusioni

Questo è un gioco di Richard Garfield, autore di Magic: The Gathering, Android: Netrunner e King of Tokyo, solo per nominarne alcuni, gli avrei dato quindi una chance a priori. Devo dire, comunque, che mi sembra che abbia tutte le carte (e i conigli) in regola per essere un ottimo introduttivo.

Il regolamento è ben scritto, la la componentistica è pensata per catturare lo sguardo anche del giocatore più distratto, il gioco è molto semplice da capire e la durata è contenuta (inferiore all’ora). Non starei, tuttavia, a liquidarlo frettolosamente come family game, fossi in voi, perché lo svolgimento in quattro round consente ai giocatori di affrontare una partita anche in maniera più strategica e meno spensierata.

Se siete a Play passate da Mancalamaro e provatelo, poi mi saprete dire.

Vi ricordo che se non avete spazio in auto o in treno o non sarete dei nostri a Modena, MagicMerchant.it ha pensato al team #cantPlay: potete preordinare Bunny Kingdom sin d’ora.

Rispondi