Verso Play 2018 – Cosmic Games

Continuiamo la nostra promenade Verso Play in questo 2018: è la volta della scuderia Cosmic Games che ci propone un’offerta veramente varia: supereroi, serie televisive, Seconda Guerra Mondiale e sport in chiave medioevale. Come sempre, ecco qui le altre puntate!

Anche quest’anno Modena si rivela foriera di interessanti novità, alcune sotto forma di espansioni, altre come nuovi giochi. E Cosmic Group si è data davvero un gran daffare, vedendo la quantità di titoli che ci mette a disposizione.

Batman miniature game (Knight Models)

Cominciamo con il gioco di miniature Batman Miniature Game, che vede scontrarsi da 2 ad un numero imprecisato di giocatori su una superficie di 90×90 cm. Eh sì, perché un gioco come questo non ha una plancia definita: ogni scenario attorno a cui ruota uno scontro è giocato su una superficie di 90×90 cm circa (appunto), allestito con scenari che rappresentano edifici e su cui si muovono (e combattono) bande e fazioni di (splendide) miniature che rappresentano i protagonisti delle avventure dell’Uomo Pipistrello. Il movimento necessita di un metrino in pollici, i personaggi agiscono secondo un sistema di assegnazione di Action Counters, i vari effetti di gioco vengono risolti mediante il lancio di uno o più dadi a 6 facce (nel regolamento c’è scritto “più ne avete, meglio è”) e le conseguenze vengono evidenziate da appositi segnalini e marcatori. Naturalmente ogni personaggio ha una carta con le caratteristiche e abilità di base, più le cose mirabolanti che può fare. Per Play il gioco sarà tradotto in italiano.

Guild Ball (Steamforged Games)

Guild Ball è uno scontro fra gilde in tema medioevale con una punta di fantasy che si svolge su… un campo da gioco a suon di mazzate! Due squadre composte da 6 membri (compresi un Captain e una Mascot) competono per raggiungere gli ambiti 12 Punti Vittoria che decretano il vincitore del match. La composizione delle squadre dipende dalla Gilda di appartenenza e dalla tipologia di giocatori che può schierare, mentre ogni giocatore ha un nome, abilità uniche, insomma non puoi averne due uguali! Tra calci di inizio, possessi, passaggi e colpi di qualsiasi genere, i giocatori corrono, saltano, si combattono e tentano di raggiungere l’area di goal avversaria verso la quale effettuare lo Shot, il “tiro in porta” (ma se pensate ad una specie di Subbuteo fantasy, siete lontani anni luce). Completano un regolamento interessante, anche un buon apparato di miniature e di personaggi fortemente caratterizzati… e le gilde sono favolose! Ci sono i Birrai, i Pescatori, gli Alchimisti, Gli Ingegneri, i Contadini…. io sto già sbavando sulla tastiera, ma vabbeh… Il manuale italiano sarà esclusivamente digitale.

Hostage Negotiator (Van Ryder Games)

Passiamo ad un genere totalmente diverso: Hostage Negotiator è un gioco di carte che può essere intrapreso anche da un solo giocatore, il negoziatore, che ha il difficile compito di discutere con il fanatico criminale di turno che ha preso in ostaggio dei civili e che è pronto a tutto pur di raggiungere i suoi scopi.

Starà al negoziatore scegliere se utilizzare la diplomazia o passare alle maniere forti. L’importante è salvare gli ostaggi.

In particolare il gioco si svolge in 3 fasi: Fase Discussione, in cui si possono giocare carte discussione per ottenere concessioni dal sequestratore o diminuirne la “rabbia”, in modo da acquisire Punti Discussione; Fase Acquisto in cui puoi acquisire nuove carte Discussione con i punti eventualmente guadagnati precedentemente; Fase Terrore in cui si pescano carte da un mazzo per vedere come può “maturare” la situazione.

Per vincere la partita bisogna perdere meno della metà degli ostaggi e garantire la cattura del sequestratore.

Non l’ho provato, ma il sottile gioco di diplomazia e azione, di bastone e carota è veramente interessante.

Se vi può interessare, ne ha parlato il Dunwich Buyers Club in questo episodio.

L’Accademia degli scienziati pazzi (Cryptozoic Entertainment)

“Benvenuti all’Accademia degli Scienziati Pazzi, cari geni incompresi! Per troppo tempo il più grande ostacolo al progresso nel campo della scienza (folle) è stata la crudele impossibilità di accedere a quattro risorse fondamentali: il cryptomium, i laser, la materia oscura e gli squali (le risorse del gioco ndr). L’Accademia degli Scienziati Pazzi è stata creata per porre fine a questa tremenda ingiustizia!”

In questo simpatico gioco di carte e segnalini impersonerete scienziati pazzi che competono fra loro a suon di invenzioni, colpi bassi e azioni sconsiderate.

In particolare durante il gioco ci sarà una fase di assegnazione di risorse con le quali curare lo sviluppo delle proprie invenzioni, e una fase di costruzione delle invenzioni stesse. Sarà cura dei singoli scienziati testare le loro creazioni affinché la loro efficacia faccia guadagnare punti.

Saranno presenti sgherri, spie, nascondigli e cloni impazziti… insomma tutto quello che vi aspettereste da chi “da grande” vuol conquistare… o distruggere… il mondo!

Un titolo più leggero, per allargare il ventaglio dell’offerta di Cosmic Games.

DC deckbuilding + nuova Espansione Crisis (Cryptozoic Entertainment)

I Deckbuildig game mi hanno sempre dato la sensazione di consentire tanto divertimento occupando poco spazio… quindi li guardo sempre con una certa passione.

In questo gioco ogni giocatore ricopre il ruolo di uno dei più famosi eroi DC Comics. Si comincia potendo prendere i cattivi soltanto a pugni, ma nel corso del gioco gli Eroi acquisiscono poteri e capacità sempre più efficaci che li avvicinano sempre più ai modelli cui siamo abituati.

Giocando le proprie carte potere, acquisendo nuovi equipaggiamenti e sfidando i super boss DC, i giocatori accumulano punti vittoria e, alla fine, chi ne accumula di più, vince la partita.

Il gioco è stato tradotto in italiano.

Final Fantasy Trading Card Game (Square Enix)

Un gioco che non avrebbe bisogno di presentazioni, data la popolarità della serie cui si ispira. Final Fantasy TGC è un gioco di combattimenti fra i personaggi della serie: ovviamente ogni mazzo che appartiene ad un personaggio ha caratteristiche particolari e colpi specifici con cui infliggere i fatidici 7 danni all’avversario per aggiudicarsi la vittoria. Per eseguire le mosse (= giocare le carte) si devono spendere CP (= Crystal Points) che possono essere guadagnati compiendo “retroguardie” o scartando carte. Fra le abilità e i colpi che possono essere usati, ci sono attacchi, parate, schivate, abilità automatiche ed evocazioni. Di Final Fantasy TCG sarà disponibile anche l’espansione OPUS V (data di uscita 23 Marzo).

 

Brides & Bribes (Spaceballoon Games)

Di Brides & Bribes vi avevamo parlato quando era uscito su Kickstarter: è un gioco di astuzia, negoziazione e pianificazione in cui ogni giocatore vestirà i panni del capo di una delle potenti famiglie Genovesi rinascimentali che, a partire da un piccolo numero di fedeli membri della famiglia e poche risorse, lotterà per diventare il nuovo Doge e far diventare la sua famiglia la più potente di Genova. A tale scopo dovrà inviare, di turno in turno, i suoi familiari nei distretti genovesi allo scopo di assumere nuove maestranze, ottenere nuovi lavoratori, aumentare la sua fama in modo da convincere il signore locale che la sua famiglia vale il matrimonio con la sua bellissima figlia! La chiave del successo è quindi inviare la persona giusta nel posto giusto. Il gioco è un gestionale con piazzamento lavoratori in cui il proprio successo viene costruito un po’ alla volta, attraverso il commercio e l’industria oltre che tramite intrighi e macchinazioni. Allo stand saranno presenti gli autori che faranno una demo del gioco.

Doctor Who: Time of the Daleks (Gale Force 9)

Non è la prima volta che Il Dottore (l’altro dottore, non il nostro Francesco) fa un’incursione nei giochi da tavolo, ma questa volta lo fa in un modo che solo Il Dottore può fare: quadruplicandosi nella linea temporale. Non avete capito? Tranquilli, all’inizio è normale…

Ma veniamo al gioco: in Doctor Who: Time of the Daleks, Davros si è infiltrato in Matrix su Gallifrey (il pianeta dei Signori del Tempo), mappando la linea temporale del Dottore per cercare il modo migliore di cancellarlo dalla storia. Ogni giocatore assume il ruolo del Dottore, naturalmente un dottore diverso lungo la linea temporale, e viaggerà nel tempo e nello spazio, trovando nuovi compagni e risolvendo avventure su avventure per riparare la rete del tempo.

Ogni Dottore ha delle sue peculiarità e compagni iniziali (come del resto nella serie) e, benché sia in grado, da solo, di superare la maggior parte delle sfide che incontra, avrà sempre bisogno dei suoi compagni per contribuire a dargli un vantaggio. I giocatori dovranno inoltre cooperare per fermare i Dalek, mentre cercano di portare il loro TARDIS su Gallifrey, per impedire a Davros di invadere Matrix.  Ogni turno si avrà una fase di preparazione (in cui ci si equipaggia e si selezionano i compagni), una fase di viaggio (in cui si lancia un dado speciale e si determina la locazione), una fase di avventura (in cui si reclutano nuovi compagni e si cerca di risolvere i problemi di quella locazione) e una fase di “chiusura” (in cui si scartano carte, locazioni e si passa la mano). Insomma, proprio quello che fa Il Dottore, no?

Tanks (Gale Force 9)

Un gioco che chi è appassionato di wargames ambientati nella Seconda Guerra Mondiale non dovrebbe assolutamente perdersi: in Tanks i protagonisti sono i carri armati, che si sfidano in un regolamento skirmish a suon di “pilloloni” sparati a distanza o a bruciapelo!

Il gioco si svolge su un tavolo allestito e vede scontrarsi singoli o squadre di carri armati che dovranno raggiungere un preciso obbiettivo per reclamare la vittoria. Ogni carro è caratterizzato da una carta che ne evidenzia le caratteristiche e può essere implementato con accorgimenti tecnici o piloti speciali. Le miniature che rappresentano i carri sono poi molto dettagliate e di buona qualità.

Lo Starter Set, in particolare, vede scontrarsi lo Sherman americano con il Panter tedesco in una serie di scenari introduttivi per cominciare a “prendere confidenza” con i mezzi!

D&D: Tyrants Of The Underdark (Gale Force 9)

Chiudiamo questa carrellata con un titolo che mi ha causato un attacco di sindrome di Stendhal: D&D Tyrants of the Underdark ripercorre le vicende del celebre gioco di ruolo Dungeon & Dragons (love love love) proponendo la lotta per il potere che sconvolge le città dei Drow di Sottomondo. Un gioco di strategia competitivo per 2-4 giocatori in cui interpreterete il ruolo di leader di una casa drow. Come drow il vostro obiettivo sarà l’ascensione a un potere maggiore attraverso il controllo dell’Underdark. Il gioco è sostanzialmente un deckbuilding game, in cui si costruisce e si potenzia via via il proprio mazzo di abilità e alleati, finalizzato al controllo di aree e l’utilizzo di truppe che permetteranno di accumulare i VP (Victory Point) necessari a vincere la partita. Già dalle illustrazioni m’è salita la febbre… quando poi ho letto sulla plancia di gioco i nomi Menzoberranzan e Skullport il cuore è volato verso una certa Costa e un certo Dorso del Mondo…

Il gioco è in inglese, ma il regolamento italiano è disponibile on-line.

Per ora è tutto, ma non disperate: vi terremo aggiornati su altre succulente novità che ci allieteranno in quel di Modena. Ma nel frattempo, io un giro su Magicmerchant.it me lo farei… vuoi mai che ci scappi un acquisto d’istinto… vi lasciamo al video dedicato a Cosmic Games!

Rispondi