Meeple a colazione – Spirits Of The Forest

Oggi ci addentriamo in una foresta spettacolare, popolata da spiriti. Parliamo di Spirits of The Forest, l’ennesima sciccheria di Thundergryph Games.

La Semplicità diventa Emozione

Un’emozione racchiusa in una foresta di tessere. È questa la definizione perfetta per Spirits of the Forest, nato dalla mente di Michael Schacht, portato al grande pubblico come una piccola perla nascosta tra i sassi da ThunderGryph Games e in Italia da GateOnGames.

Una manciata di segnalini, poche gemme colorate, 48 tessere, un segnalino segnapunti e un semplice regolamento. In apparenza è tutto ciò che racchiude questa piccola scatola, ma la realtà è molto diversa. State pronti ad emozionarvi, oggi parliamo di Spirits of the Forest, una reimplementazione di Richelieu (2003), che è a sua volta una reimplementazione di Kardinal & König: Das Kartenspiel (2001). Il risultato è davvero degno di nota.

  • Lingua: italiano
  • Dipendenza dalla lingua: nessuna, assenza di testo nel gioco.
  • Autore: Michael Schacht
  • Casa editrice: GateOnGames
  • Giocatori: 1 – 4 
  • Età: 14+
  • Durata: 20 min
  • Anno: 2018
  • Meccanica: Strategia, draft, raccolta di set
  • Tema: astratto 

Componenti di gioco

Pur apparendo di una semplicità disarmante, l’ennesimo gioiellino nato da Kickstarter riesce a portare con sé molto di più. Le 48 Tessere Spirito in cartoncino spesso, splendidamente colorate, costituiscono il cuore pulsante del gioco. La foresta nella quale l’autore ci vuole immergere è costituita da 4 file da 12 tessere disposte casualmente ad inizio partita. Tramite una semplice meccanica di draft delle stesse, costituiremo turno dopo turno la nostra ‘mano’, cercando di ottenere sia il maggior valore possibile per ogni tipologia di Spirito, sia la maggior varietà. Le 12 gemme colorate, 3 per giocatore, vengono usate per bloccare una determinata tessera di nostro interesse, mentre i Segnalini Favore, pescati casualmente ad inizio partita e posizionati a faccia in giù a formare una specie di V sulle tessere foresta, costituiscono bonus di valore +1 da sommare a spiritelli ed elementi, o come unici mezzi per recuperare le gemme sacrificate durante il gioco. Completa il contenuto della confezione retail del gioco, una Tessera Eremita, anch’essa in cartoncino stampato su entrambi i lati, da utilizzare nella modalità in Solitario.

Meccaniche di gioco

Solamente una volta durante ogni epoca un vento mistico solleva il velo che separa il mondo degli spiriti dal nostro. Alcuni stravaganti essere celestiali, attratti dal vigore di un’antica foresta, scendono attraverso le nuvole per iniziare ancora una volta il loro gioco secolare.

Gli esseri celestiali di cui si parla saremo noi, che nei panni dei quattro elementi della natura, scenderemo sulla Terra per acchiappare quanti più spiritelli possibile. Siamo affascianti da tutte le forme di vita ma dovremo capire quali ci interessano di più per la nostra preziosa collezione, o gli altri esseri in agguato potrebbero soffiarceli proprio sotto il naso. Potremo avvicinarci solo a quelli più coraggiosi, che stanno ai margini della foresta, e ponderare bene ogni mossa. Ognuno dei 9 Spiriti (Rami, Rugiada, Muschio, Funghi, Fiori, Frutta, Rampicanti, Ragnatele e Foglie) è associato ad un colore ed un animale che lo caratterizza, ben distinguibili su ognuna tessera. Alcuni di essi sono anche intrisi del potere di uno dei 3 Elementi principali, la ferocia del Fuoco, il misticismo della Luna o il potere vitale del Sole. Ognuna delle tessere contiene fino a 2 icone riportate in alto , che possono rappresentare 1 o 2 Simboli Spirito, o una delle 3 icone Fonte di Potere. Il numero in basso rappresenta il valore massimo di spiriti di quel tipo che si trovano nella foresta, più basso è il numero , più rara è la tessera.

Partendo dai margini della foresta, a turno, potremo scegliere di prendere:

  • 1 tessera con due Simboli Spirito su di essa;
  • 2 tessere del medesimo colore con un solo Simbolo Spirito su di esse, adiacenti tra loro, o su due file diverse.

Nel caso sulla tessera scelta ci sia un segnalino favore, questo finirà nella nostra mano e potremo utilizzarlo come bonus +1 per aumentare il totale dello spirito riportato sul lato nascosto, sempre che si possieda già una tessera di quel tipo, altrimenti conterà come zero a fine partita. Per cercare di riservarci alcune  tessere per i turni successivi, potremo collocare una volta per turno una delle 3 gemme disponibili (2 a testa in caso si giochi in 3/4 giocatori). Potremo spostare la gemma da una tessera all’altra una volta per turno, in caso non fosse ancora raggiungibile. Se un giocatore prende una tessera sulla quale è presente una nostra gemma, dovrà sacrificarne una delle sue, togliendola del gioco, per accaparrarsi la tanto ambita tessera.

Una meccanica tanto semplice, quanto pericolosa, con la quale dovremo cercare di avvantaggiare noi, ma anche raccogliere tessere potenzialmente vincenti per gli avversari. Ogni tessera presa va disposta sul tavolo nella propria area di gioco, lasciando scoperti i simboli in alto. In questo modo sia noi che gli avversari, avremo sotto controllo la situazione di ogni giocatore per ogni spirito, scatenando la guerra alla strategia migliore. Una volta esaurite le tessere della Foresta, si aggiungono gli eventuali segnalini Favore e si passa al conteggio dei punti. Per ogni simbolo spirito, si confrontano le tessere collezionate da ogni giocatore e chi ha il valore più alto aggiunge quel valore al proprio punteggio (in caso di parità tutti i giocatori che condividono lo stesso risultato ricevono quell’ammontare di punti). Tutti gli altri giocatori non riceveranno punti dal quel tipo di tessera, mentre chi non fosse riuscito a collezionare nemmeno una tessera con quel simbolo, riceve un malus di -3 punti. Spero per voi che non vi siate concentrati solo sui Punti Spirito, perchè la stessa logica va applicata ai simboli Fonte di Potere, anch’essi potenziabili tramite i Segnalini Favore, e anch’essi capaci di regalarci o toglierci punti vittoria.

In 2 giocatori il gioco funziona molto bene ed è facile tenere d’occhio la strategia dell’avversario per mettergli i bastoni tra le ruote. In 3/4 giocatori la competizione per le tessere si fa più agguerrita e la possibilità di dover ripensare alla strategia è ancora più alta. Pianificare a lungo termine una strategia tenendo bloccate le tessere sul tavolo tramite le gemme, non sempre rappresenta una mossa giusta perchè i potenziali ladri di tessere sono di più e saranno disposti a sacrificare le gemme pur di intralciarci. Risulta più difficile tenere d’occhio la situazione di tutti gli altri giocatori al tavolo e vi ritrovare probabilmente a concentrarvi su un avversario in particolare da penalizzare, facendo di tutto per non tralasciare nessuna tipologia di tessera o il divario tra punti guadagnati e punti persi sarà impossibile da colmare. 

Variante in Solitario

In un gioco da tavolo così ben fatto non poteva mancare la versione Solitario, che porta con una variante interessante. Ci ritroveremo infatti a contenderci la vittoria direttamente con ‘Il Gioco‘, ma dovremo stare bene attenti o rischieremo di concedergliela senza troppi complimenti. La differenza sostanziale di questa modalità è data dalle tessere foresta che vengono disposte sul tavolo coperte. Solo le tessere alle estremità delle 4 file saranno visibili, e scopriranno le tessere adiacenti una volta raccolte. Ogni volta che prenderemo una tessera, daremo automaticamente quella opposta della fila al nostro avversario, rischiando così di regalargli una mano di tessere migliore della nostra. Qui entra in gioco la Tessera Eremita, che riporta 3 spazi per collocare altrettanti segnalino favore casuali. Nel momento in cui una fila si esaurisce, daremo il primo segnalino al ‘gioco’. Lo stesso vale per la seconda fila, e solo alla fine della terza fila guadagneremo l’ultimo Segnalino Favore. La partita finisce proprio in quell’istante e si procede al consueto calcolo dei punti. Una modalità interessante, che nonostante si basi su una certa casualità di tessere date all’avversario, non mancherà di sorprendervi.

 

Considerazioni finali

Tutto molto semplice quindi, ma cosa rende così unico Spirits of the Forest tanto da colpirci dritti al cuore? Beh, sicuramente la qualità dei materiali degna di nota nonostante si tratti di una versione ridotta rispetto alla versione Kickstarter. Le tessere spirito sono in cartoncino spesso, splendidamente stampante fronte e retro, e con una superficie davvero gradevole al tatto. Gli altri componenti sono tutti piacevoli da maneggiare e si prestano perfettamente alla loro funzione. La scatola con gli scomparti interni per tenere tutto in ordine denota ulteriormente la cura dei dettagli per la realizzazione di questo gioco. La maneggevolezza del gioco e la facilità di apprendimento lo rendono ideale da portare ovunque e da proporre a qualsiasi gruppo di gioco. Vi assicuro che vi ritroverete ad intavolarlo spesso, per un partitina veloce, come filler tra un gioco e l’altro o per un piacevole fine serata. Ma il punto forte del gioco, ciò che ci resta maggiormente nel cuore, è sicuramente la grafica, così essenziale ma allo stesso tempo elaborata, fatta di colori semplici e illustrazioni meravigliose, dalla copertina, passando dal regolamento, fino ad arrivare al retro delle tessere.

Spirits of The Forest non porta con sé meccaniche particolarmente innovative, ma nella sua essenzialità e astrattezza ha un’aura magica capace di catapultarci perfettamente in questa antica foresta. Anche qui, come nella realtà, ci viene ricordato quanto sia importante non intaccare l’equilibrio della natura senza criterio. Un messaggio che trapela tra le righe di questo gioco, che racchiude la semplicità di un gioco adatto a tutti, l’immediatezza di un regolamento assimilabile in pochi minuti, e la magia di un mondo fantastico popolato da creature antiche e sfuggevoli. Potrei continuare per ore a tessere le lodi di questo piccolo gioiello che, come avrete ormai compreso, mi ha veramente colpito per la scelta stilistica. Se siete arrivati fin qui nella lettura, non indugiate ulteriormente, impegnate il vostro tempo per viaggiare fino al sito di  MagicMerchant.it per preordinarne una copia, sempre che non siate tra i fortunati in attesa di riceve la fantastica versione Kickstarter. Vi lascio in calce il trailer cinematrografico del gioco, che enfatizza ulteriormente la meraviglia di questo piccolo gioiello. Alla prossima!

Nota: si ringrazia Gonzalo di Thundergryph Games per le immagini con la tovaglia fighissima.

Rispondi