Carcassonne arriva su Nintendo Switch

Nintendo Switch e Carcassone comodamente seduti sul divano. Riuscite a pensare a qualcosa di più rilassante?

Asmodee Digital sta espandendo il proprio pubblico, portando agli utenti Nintendo i giochi da tavolo piu’ classici della collezione in chiave più moderna. Come? Attraverso la piattaforma Switch, l’ultima nata di casa nipponica, che ci sta abituando alla sua versatilità in pieno stile Nintendo.

Carcassone, in uscita nel corso di quest’anno, sarà solo il primo dei giochi previsti, al quale seguiranno titoli come Catan, Ticket to ride, Colt Express e Pandemic. Molti altri verranno rivelati in futuro. Si tratterà comunque di grandi classici usciti nelle ultimi due decadi della storia Asmodee.

La difficoltà di organizzare una partita in compagnia la conoscono bene i giocatori, senza parlare poi dalla difficoltà data dalla distanza, che a volte distrugge ogni possibilità di giocare con gli amici. Non tutti possono spostarsi, e trovare il momento giusto a volte sembra davvero impossibile. È proprio questo a cui hanno pensato quando hanno deciso di lanciare i giochi su una console che, data la sua conformazione e il suo controller stile tablet, bene si presta ai giochi da tavolo.

Davanti alle applicazioni o alle versione digitali, i giocatori più puristi storceranno sicuramente il naso, ma personalmente non trovo che sia un’idea così brutta. Niente sostituisce le sensazioni che si provano in una partita classica, con i meeple in legno e i componenti intavolati, ma sicuramente può aiutare ad entrare in contatto con un mondo nuovo, usufruendo di un servizio che cambina i giochi da tavolo e i videogiochi, e che introduce le nuove leve in un modo più graduale.

Da provare sarà l’effettiva validità della versione digitale, ma conoscendo la qualità di Asmodee sono sicura che non rilasceranno un prodotto mediocre. Carcassone poi, è un classico talmente intramontabile e di indiscussa qualità che è quasi impossibile non cadere in piedi. Nella speranza che questa iniziativa avvicini tanti nuovi leve, e che accontenti gli appassionati più impegnati, vedremo come funzionerà effettivamente su Switch, e se sarà richiesto un abbonamento per giocare online come in altre piattaforme di gioco.

Fonte: GeekTyrant

Rispondi