Anteprima – So Long My World su Kickstarter

Oggi arriva su Kickstarter So Long My World, del team italiano di Axis Mundi al suo secondo progetto, questa volta con un tema molto particolare.

L’umanità sta morendo e non c’è via di fuga. Rimangono solo alcune ore prima che la razza umana sparisca per sempre.

Le cause sono sconosciute e non importa quanto offriate resistenza, la vostra vita arriverà presto al termine. Quando mancano poche ore alla vostra dipartita, che cosa farete? Un turbinio di emozioni si fa strada dentro di voi ed ed ecco sbocciare una nuova coscienza… sarete in grado di scoprire la vostra vera natura prima della Fine?

Ok, a questo punto mi aspetto che siate quasi tutti perplessi, ma “So Long My World”, “Addio mondo”, forse vi avevano già fatto intuire che non vi sareste trovati di fronte a un gioco di gattini.

Oddio, magari avreste potuto pensare a dei gattini esplosivi… ma no, quello è un altro gioco. Qui dovremo raggiungere lo stato di coscienza più alto possibile tramite l’uso delle Carte Remnant e i Marchi di Sol, vedremo come tra un attimo.

So Long My World è un gioco per 1-5 giocatori della durata di una mezz’ora circa ed è il secondo progetto di Axis Mundi su Kickstarter.

Nella scatola

La scatola troveremo la plancia orologio (contaturni), 100 carte standard e 6 formato tarocco, 5 riassunti di gioco e un centinaio di segnalini in cartoncino.

Il setup

Una partita a So Long My World si prepara in pochissimo tempo, si pone la plancetta orologio sul tavolo con le carte visione attorno ad essa. Alcune carte Evento (il numero dipende dai giocatori) e una carta reboot vengono mescolate e poste accanto alle carte visione.

Con un rapido draft si forma la mano di carte Remnant (4 carte) e le restanti carte formano un mazzo da porre sul tavolo, vengono mescolate anche le carte Gestalt e i vari segnalini, dopodiché ogni giocatore prende i segnalini segna-visione del proprio colore e siamo pronti a partire.

La partita

Le carte sono il cardine del gioco e sono divise in

  • Visione: sono le azioni che i giocatori possono intraprendere
  • Evento: sono dei modificatori del round, possono applicarsi anche a una singola visione, pertanto sarà riservata a chi sceglie l’azione (Visione) relativa.
  • Remnant: rappresentano pensieri, sogni, simboli e immagini della nostra coscienza.
  • Gestalt: sono identiche alle Remnant, ma si possono ottenere solo tramite un’Osservazione
  • Reboot: cose brutte, dovrete pagare per evitarne gli effetti.

Ogni round è diviso in fasi, si risolve un evento (se esce un reboot si rimescolano gli scarti per riformare il mazzo) e si posizionano le emozioni sulle carte Visione indicate, dopodiché i giocatori scelgono in segreto e simultaneamente, la visione da visitare. In ordine di turno, a questo punto, vengono attivate le visioni. Il giocatore può raccogliere emozioni, eventualmente utilizzando le proprietà della carta su cui si trova, o prendere un Marchio di Sol o una carta Remnant dal mazzo.

State molto attenti a questa fase, giocare per primi vi darà modo di fare sgambetti a profusione spostando emozioni per rubarle agli avversari, scambiare carte dalla vostra mano e via dicendo.

È arrivato il momento di giocare le carte Gestalt \ Remnant, pagandone il costo in emozioni e tenendola dinnanzi a sé per tutto il resto della partita. Se volete usare eventuali Marchi di Sol che avete ottenuto, potete farlo per ottenere carte Gestalt e annullare l’effetto di un Reboot, ma potete anche tenerli: varranno punti Consapevolezza a fine partita.

La partita finisce al raggiungimento delle ore 12.00 sull’orologio, ovvero dopo 12 turni in caso di 2-4 giocatori, 9 turni se siete in cinque.

Conclusioni

Sin da quando So Long My World non era che un vago annuncio di Axis Mundi, la grafica mi aveva colpito, ero abituato alle illustrazioni vivaci del loro primo progetto, Daimyo’s Fall e questa atmosfera così cupa era un cambio molto drastico.

So Long My World è un gioco molto semplice ed è incardinato sì, su una meccanica immediata, ma soprattutto anche su una tematica molto particolare. Purtroppo a Play non ho avuto modo di provarne il prototipo, per cui non vi so dire se, effettivamente, la sensazione di ansia da fine del mondo sia palpabile, ma la grafica aiuta decisamente.

In So Long My World, non troverete meccaniche innovative, ma, appunto, non è questo su cui hanno puntato i ragazzi di Axis Mundi, quanto su un’esperienza particolare e alquanto audace. Niente miniature (oddio, una c’è, ma è solo un add-on), niente unicorni colorati, niente scatole di mentine, ma una grafica essenziale, cupa e un tema ancor più cupo e davvero originale. Se questo incuriosisce anche voi, vi lascio il link alla campagna su Kickstarter.

Ah, quasi dimenticavo, c’è una modalità per giocare in solitaria, con tanto di campagna!

1 commento su “Anteprima – So Long My World su Kickstarter

Rispondi