Lucasfilm blocca lo sviluppo degli spinoff di Star Wars!

Niente più “A Star Wars Story”, avrebbe detto Lucasfilm! Ecco informazioni e commenti su questa incredibile notizia!

Star Wars News Net riporta che, secondo una fonte del sito Collider, Lucasfilm avrebbe bloccato lo sviluppo di tutti gli spinoff della saga. Ecco cosa riporta il giornale:

Potrebbe volerci un po’ prima di vedere Lucasfilm produrre film come Solo: A Star Wars Story. Le nostre fonti, che conoscono la situazione, hanno detto a Collider che Lucasfilm ha deciso di mettere in pausa i piani per altri spinoff “A Star Wars Story”, decidendo di focalizzarsi su Star Wars: Episodio IX e la trilogia che lo seguirà. Le fonti dicono che il film su Obi-Wan di cui si parlava, era in sviluppo, ma le persone che ci lavoravano non sono più coinvolte nel progetto. Recentemente era stato riportato che il regista di Logan, James Mangold era in trattative per dirigere un film su Boba Fett, ma questo era prima dell’uscita di Solo.

Nel video qui sotto, viene spiegato da Steve Weintraub e Jeff Sneider che il film su Obi-Wan era realmente in sviluppo (“ci lavoravano un certo numero di persone”), ma è stato messo in pausa.

Solo non ha avuto i risultati di Rogue One o degli altri Star Wars, forse per l’uscita a maggio (gli altri film sono usciti a dicembre), spiega Weintraub, e lo spettatore medio non è un fan sfegatato di Star Wars, quindi forse avrebbe senso fare degli spinoff ambientati tra un episodio e l’altro di una trilogia per generare meno confusione.

SWNN aggiunge alcune informazioni molto interessanti:

Alla luce del cambio di regia e della necessità di rigirare quasi tutto il film, Lucasfilm voleva spostare Solo: A Star Wars Story a dicembre 2018, ma Disney era già scontenta dei precedenti ritardi e si è imposta. Le nostre fonti riportano che Disney ha dato il budget e il tempo necessario a Lucasfilm per fare i cambiamenti necessari a tutto ciò che non andava con Solo, a condizione di rispettare la data del 25 maggio.

Decisione sbagliata a mio avviso, ma andiamo oltre.

Inoltre, Disney ha detto a Lucasfilm che non avrebbe lasciato che Solo interferisse con i loro piani per Avengers: Infinity War, quindi Solo non avrebbe avuto trattamenti preferenziali nel marketing per compensare il tempo perso per le nuove riprese, che si sono protratte fino all’autunno 2017. Disney naviga in acque sconosciute; avendo acquistato un sacco di aziende e di saghe, si trova in un certo senso a farsi concorrenza da sola.

Altra decisione geniale. Scusate, io sono ancora contento di aver speso solo 3,50€ per andare a vedere Infinity War, che non mi è piaciuto per niente, come un po’ tutti questi film dove vengono gettati tutti quei personaggi nel calderone solo perché bisogna farlo. So che a molti è piaciuto, evidentemente io non sono lo spettatore tipo per i film Marvel, io mi siedo sul divano e aspetto che torni Luke Cage su Netflix, che probabilmente non piace a chi ha trovato fenomenale Infinity War.

Lucasfilm torna a concentrarsi su un progetto alla volta per “canale”. Gli unici progetti in sviluppo, al momento, sono Episodio IX (film “live action”), Star Wars: Resistance (serie animata) e la serie TV “live action” di Jon Favreau. Sembra che continueranno a strutturare questi tre dipartimenti sotto l’egida di Lucasfilm, con Dave Filoni sempre a capo del dipartimento animazione.

San Dave Filoni, aggiungo io.

Disney non vuole più esperimenti con registi alle prime armi o particolari e vuole tornare ai veterani di provato talento, in grado di gestire una produzione ad alto budget come Star Wars, per evitare caos nelle produzioni, tragedie e licenziamenti.

Qui non si può dire nulla, per progetti del genere ci vogliono persone in grado di gestirli.

Un’altra fonte di SWNN lavora per un’azienda che aveva un contratto con Lucasfilm per gli spinoff, all’azienda in questione è stato detto che il contratto non verrà prorogato.

Che sia positivo o negativo per Star Wars, resta ancora da vedere. Mentre SWNN vede questa notizia come foriera di un futuro più curato per Star Wars, non sono sicuro che sia questo il caso. Abbiamo già visto che i progetti di Star Wars non sono mai lasciati al caso. Certo, ci sono stati intoppi rilevanti in Solo, ma anche con Rogue One non si è scherzato, eppure quest’ultimo è andato alla grande al botteghino.

Credo che a Lucasfilm abbiano chiarissimo che i risultati di Episodio VII o Rogue One siano casi particolari, era giusto qualche anno che non vedevamo Star Wars sul grande schermo e questo si è fatto sentire in termini di biglietti staccati al cinema, anche Episodio VIII è andato alla grande, nonostante un sacco di persone che lo denigrano (e credo non abbiano capito il senso del film o la profondità che ha assunto Luke), ma l’entusiasmo era destinato a scemare, come in tutte le cose che non sono più nuove.

Personalmente far uscire Solo così a ridosso di VIII, senza generare l’aspettativa che abbiamo visto per gli altri tre film (gli stessi trailer di 7, 8 e R1 avevano uno stile diverso da quelli di Solo) con teaser e trailer, mi è sembrata una mossa pessima, ma sicuramente saranno stati fatti dei ragionamenti con molta più cognizione di causa di quella che posso avere io. Detto questo, Solo potrebbe non aver ottenuto i risultati sperati, ma era un territorio piuttosto inesplorato per Lucasfilm, forse era il caso di correggere il tiro, ma non di mettere tutto in pausa. Detto questo… come si diceva nel video qui sopra, magari la settimana prossima avranno un’idea geniale su Maul e lanceranno un nuovo “A Star Wars Story” dedicato a questo personaggio, chi lo sa?

Non appena ci saranno aggiornamenti, sarà nostra cura tradurli e commentarli, per cui vi invito a lasciare un mi piace sulla pagina Facebook di Geek.pizza per non perdervi nulla!

Rispondi