Lucasfilm: Kathleen Kennedy resta salda al suo posto

Smentita da un’inchiesta di Slashfilm la voce infondata sulle dimissioni della presidente di Lucasfilm: Kevin Feige non la sostituirà.

Star Wars News Net ripercorre la storia delle presunte imminenti dimissioni di Kathleen Kennedy dalla presidenza di Lucasfilm, una storia, spiega il sito, nata da un video di un canale di scarsa affidabilità che, tra le altre cose, ha dato la colpa a Kelly Marie Tran la colpa per essere stata oggetto di bullismo via Internet.

Questa fonte parlava di scontento ai piani alti di Disney dopo Episodio VIII: Bob Iger, il piano più alto possibile, insomma, avrebbe informato Kennedy che sarebbe rimasta sulla sua poltrona fino all’uscita di Episodio IX, dopodiché le sarebbe stato chiesto di rassegnare le dimissioni.

Il tutto si sarebbe svolto durante una riunione ai Pinewood Studios a cui avrebbero partecipato rappresentanti delle altre sussidiarie Disney: tra cui Pixar, Marvel.

Per dirla con Star Wars News Net…

Ecco perché sono tutte cazzate.

Star Wars viene filmato ai Pinewood Studios, ma non sono di proprietà esclusiva Disney, li usano Sony, Paramount, Warner Bros, 20th Century Fox… se si dovesse svolgere una riunione ufficiale Disney sarebbe nella sede di Disney, non certo oltreoceano (i Pinewood Studios sono nel Regno Unito).

L’informazione rimarrebbe assolutamente riservata, fino all’annuncio ufficiale. Avete presente il livello di segretezza che sono in grado di tenere a Lucasfilm e Disney? Ecco…

A questo si aggiunga che si suggeriva Kevin Feige avrebbe rappresentato la scelta più gettonata per la sostituzione di Kennedy.

Kevin Feige è il presidente di Marvel Studios e, come dicono gli americani “ha il piatto pieno”, il suo lavoro lo porta a supervisionare i piani di Marvel Studios per i prossimi anni e non è un impiego part time.

Ma, dicevamo, Peter Scrietta di Slashfilm è andato più a fondo.

Innanzi tutto ha chiesto a Feige se aveva piani per fare nuovi Star Wars dopo Avengers 4, ed ecco cosa gli ha risposto:

Dirigere Marvel da grande fan di Marvel e amare Star Wars, questi sono i miei due lavori. Ho la casa piena di Star Wars, sono un grandissimo fan. Ho detto più di una volta che se se non fossi stato impegnato con i film Marvel sarei stato in coda al cinema per guardarli ma, ed è una cosa che accadrà anche a te, se sei dietro le quinte vedi certe cose e ti perdi la purezza dell’esperienza dell’appassionato di cinema. Questo a me non è successo con Star Wars e non voglio che succeda. Ho visto Il risveglio della Forza alla prima, ma probabilmente sapevo meno cose di te del film. Solo una volta mi è capitato di girare Doctor Strange vicino a dove stavano lavorando a qualcosa di Star Wars e mi capitava di dare una sbirciata dietro l’angolo e vedere un pezzo di compensato che diventava un’astronave ed ero esaltatissimo. Ecco, mi piace essere un fan di Star Wars.

Feige sta facendo un eccellente lavoro ai Marvel Studios, portando orde di spettatori al cinema e quando parla del futuro dei film Marvel sembra aver mappato una strada che non si esaurirà certo dopo Avengers 4 (ad esempio quando ha dichiarato che vedremo almeno il 50% di eroi femminili nei film Marvel Studios). Ripeto: non è un lavoro part time.

Slash film, inoltre, parlando con Disney e Lucasfilm, riporta la soddisfazione dei risultati de Gli ultimi Jedi, tant’è che la nuova trilogia è stata affidata proprio a Rian Johnson, regista di Episodio VIII.

Quanto resterà Kennedy?

Prima o poi Kathleen Kennedy si farà da parte, a meno che non si arrivi alla tecnologia di Altered Carbon, ma dubito che sia dietro l’angolo, quindi i limiti biologi si faranno sentire anche per lei.

La quasi assoluta certezza è, comunque, che rimarrà fino a Indiana Jones 5, che vede Lucasfilm in partnership con il marito di Kennedy, Frank Marshall e Steven Spielberg. Il film sarebbe dovuto uscire per l’estate 2020, ma pare che ci siano cambiamenti dal punto di vista della sceneggiatura (si parla dell’arrivo di Jon Kasdan (figlio di Lawrence e co autore del copione di Solo) e, di conseguenza, di una posticipazione dell’arrivo nelle sale.

Per conto mio, spero che Kennedy rimanga al suo posto a lungo, ma soprattutto rimangano al loro posto persone come Dave Filoni, Pablo Hidalgo, Matthew Wood… che ci hanno regalato incredibili emozioni nel corso degli anni.

Rispondi