DBC World Cup, il mondiale dei giochi da tavolo – Quarti di finale

Solo otto le squadre rimaste in lizza, la competizione si fa sempre più accesa, ecco le partite dei quarti di finale del campionato del mondo del Dunwich Buyers Club!

Orleans Vs Russian Railroads

Due pubblici diversi che si scontrano, Orleans è un gioco adatto praticamente a tutti, ve ne avevo parlato qui e Russian Railroads è un bel “cinghiale” decisamente non per tutti, come vi avevo spiegato qui.

Curiosità:

Nella prima edizione di Orleans c’erano stampati gli omini negli spazi sulla plancia, in seguito sono rimasti soltanto i tondi colorati, con grande disappunto dei daltonici. Certo, la grafica è meno affollata, ma non è stata un’idea geniale, secondo me.

Russian Railroad era in vendita a 10€ a Play 2018 nel mercatino Asmodee, io me lo sono perso, di questo vorrei ringraziare anche le persone che ne hanno comprato 5 copie per rivenderle a 20-30€ il giorno dopo su Facebook, spero non riescano a venderne nemmeno uno.

This War of Mine Vs Rising Sun

 

Anche qui abbiamo due generi molto diversi tra loro, se in This War of Mine vige la legge del più forte, in Rising Sun la forza bruta e le doti diplomatiche vanno a braccetto.

Qui mi cogliete impreparato, non ho curiosità da raccontarvi, perché non sono giochi che mi attirano molto. This War of Mine è, di certo, il più controverso per via del suo tema “forte”, ma l’esperienza che offre è decisamente unica nel suo genere, mentre Rising Sun sta seducendo moltissimi giocatori, tra cui il Dunwich Buyers Club, Banda in primis.

Azul Vs Blood Rage

 

Azul e Blood Rage sono due pesi massimi, ve ne abbiamo parlato in occasione della prima partita del Portogallo e dell’Islanda, rispettivamente.

Curiosità

Per un sacco di tempo Azul non è stato disponibile in tutto il pianeta, la casa editrice che lo pubblica aveva richieste inaffrontabili per le case editrici sparse per il globo. Lo vediamo in Italia grazie a Ghenos, che ha fatto un investimento notevole, che forse la vedrà rientrare solo delle spese. Pubblicità, certo, ma intanto ci ha dato modo di giocare a uno dei giochi più chiacchierati (e a ragione) degli ultimi anni. La nostra copia, comprata a Modena, è una delle scatole che scende più spesso dallo scaffale, l’abbiamo quasi consumata.

Blood Rage è stato al centro dell’attenzione per l’asterisco. L’asterisco, sin dai tempi in cui Odino ha rinunciato a un occhio per bere dalla fonte di Mimir, che conferiva l’onniscenza, indica una nota. Una nota a pié di pagina, di norma. Su Facebook ci sono state parecchie persone che hanno contestato la traduzione italiana di questo gioco, “perché non si capisce la funzione dell’asterisco”. L’asterisco non solo ha la funzione di cui parlavo sopra, ma è presente anche nell’edizione originale… (Lorenzo, penso sempre a te e alla tua pazienza)

Tzolk’in Vs Scythe

E veniamo ai giochi che rappresentavano il Messico e la Polonia!

Se qualcuno che abita intorno a Perugia ha Tzolk’in o Scythe e vuole farmeli provare, magari ci vediamo al Polo Nerd e ci facciamo una partita, perché sono ambedue giochi a cui non ho mai giocato, ma che vorrei provare.

William, per fortuna, non abita vicino a Perugia, perché dopo aver ascoltato il podcast del Dunwich Buyers Club, ho idea che prima di affrontarlo con i mech di Scythe, io debba allenarmi un po’.

Voi chi credete uscirà vincitore in questo mondiale?

Trovate tutti questi giochi su MagicMerchant.it e, se li acquisterete durante le partite, li troverete scontati, come vi abbiamo spiegato negli altri articoli della DBC World Cup.

Rispondi