Disney rivuole tutti i diritti di streaming di Star Wars

Disney ha ceduto i diritti sullo streaming di Star Wars, ma ora vuole cambiare l’accordo.

Con l’acquisizione di Lucasfilm nel 2012 (sì, a dicembre saranno 6 anni!) a George Lucas sono arrivati 4.05 miliardi di dollari (metà in azioni Disney, per essere precisi) e a Disney una gallina dalle uova d’oro.

Nel 2016 Disney ha ceduto i diritti sull’esclusiva per la trasmissione negli USA di Star Wars a Turner Broadcasting per la modica cifra di 275 milioni di dollari. Parliamo di tutti i film di Star Wars (tranne Una nuova speranza, per Episodio IV c’è voluto un accordo separato con Fox, che ha ancora adesso i diritti di distribuzione del film) e tutto ciò che è targato Star Wars fino al 2024.

Cosa è cambiato in due anni? Disney ha deciso di lanciare il proprio canale di streaming per fare concorrenza a colossi come Netflix e Hulu e Star Wars è sicuramente un pezzo da 90 per portare un sacco di abbonamenti al servizio di streaming Disney, ma il 2024 non è dietro l’angolo e Bob Iger non è Darth Vader (la frase “E prega che non lo cambi ancora” non è un’opzione).

Il portafogli di Disney è piuttosto gonfio e, possiamo starne certi, Turner non mollerà l’osso facilmente. Avendo già annunciato la presenza nell’offerta del canale Disney della serie di Star Wars di Jon Favreau e della stagione di chiusura di The Clone Wars, sicuramente Disney metterà sul piatto un sacco di soldi. Che cosa succederà fuori dagli USA non è dato sapere, ma è molto probabile che la stessa cosa si ripeterà con i vari detentori delle licenze per la trasmissione di Star Wars.

Fonte: io9

Rispondi