Novità Kickstarter: Terrors of London

Terrors of London, un gioco di deck-building che ci trasporterà in una Londra Vittoriana pervasa da orrende creature horror!

Terrors of London è un gioco di carte per due giocatori ambientato in una terrificante Londra Vittoriana. Edito da Kolossal Games, ideato da Brad Pye e illustrato da Ryan Pye, Terrors of London attualmente è protagonista di una campagna kickstarter che potrete trovare qui.
La meccanica principale che guida il gioco è quella del deck-building, meccanica che, tra l’altro, io apprezzo particolarmente.
Ogni giocatore interpreta il ruolo di un Overlord caratterizzato da un’abilità speciale e da due carte iniziali uniche. Durante il gioco i giocatori dovranno comprare carte dal mercato per formare il proprio mazzo con creature di 4 differenti fazioni: Bestie, Mortali, Spiriti e Non-morti. Fin qui il gioco ricorda prevalentemente il buon Star Realms. La grande differenza, però, la fanno le orde! Sì, perché durante la partita i giocatori potranno creare potenti orde di mostri dalla combinazione di determinate carte che attiveranno, così, abilità speciali e interessanti combo.

Flusso di gioco

Durante il proprio turno, il giocatore deve completare tre fasi di gioco:

  1. Fase Azioni, durante la quale giocherà le carte e attiverà le abilità.
  2. Fase Pulizia, durante la quale rimuoverà tutte le carte giocate durante il turno (non proprio tutte, alcune rimarranno).
  3. Fase di Pesca, durante la quale pescherà una nuova mano di carte e passerà il turno all’avversario.

Quindi un flusso di gioco abbastanza semplice e snello. Ma diamo un’occhiata alle azioni che effettivamente si potranno fare durante la prima fase, ossia quella più importante, la Fase delle Azioni.

  • Giocare una carta: consiste nel giocare una carta dalla mano per porla nella propria area di gioco. Non ci sono costi che devono essere pagati per giocarle ed esse possono presentare effetti che si attivano immediatamente o in un secondo momento a seconda della carta.
  • Comprare una carta: con questa azione un giocatore può comprare una carta tra quelle presenti in gioco pagandone il relativo costo e poi ponendola nel proprio mazzo degli scarti. Attenzione però, ci sono anche delle carte acquistabili alla cieca da un mazzetto a parte – il mazzo degli Accoliti – e carte che non vanno poste negli scarti ma attivate subito e poi eliminate.
  • Infliggere danno all’avversario: un giocatore può usare il Potere accumulato nella propria pool di risorse per infliggere danno diretto all’Overlord avversario. Delle carte possono fornire armatura a un giocatore, il danno che subirà effettivamente verrà quindi diminuito dell’ammontare di armatura posseduta.
  • Attivare una Reliquia: Le reliquie comprate sono subito disponibili per essere giocate e vanno messe a fianco della scheda Overlord. Una volta piazzata la reliquia funziona come una passiva che si può attivare con un’azione “attivare una reliquia” e si può averne fino a un massimo di 3 a lato del tuo Overlord. Durante la “fase di pulizia” non devono essere rimosse come le altre carte ma rimangono, si comportano quindi come permanenti. Alcune di esse presentano un costo di attivazione dell’abilità.
  • Attivare l’abilità del proprio Overlord.
  • Formare o espandere un’Orda: un giocatore può raggruppare dei mostri per formare un’Orda o ampliarne una già esistente. Questa azione permette di creare Orde sempre più potenti e attivarne peculiari abilità. Per creare un’Orda devono comunque essere presenti carte Mostro compatibili tra loro.
  • Azione Haunt: Questo tipo di azione richiede che il Mostro sia già in gioco all’inizio del turno del giocatore, che il segnalino Haunt del Mostro abbia la faccia “Dismiss” visibile e che il Mostro non sia già stato attivato da un’azione Haunt durante questo stesso turno. Se queste 3 condizioni sono soddisfatte allora il giocatore può compiere l’azione Haunt con quel mostro e quindi può attivarne tutte le abilità.
  • Passare il turno: quest’azione può essere fatta dal giocatore solo se ha al massimo 1 carta in mano. Se il giocatore passa il turno con 1 carta in mano, quella carta verrà posta al di sopra del suo mazzo di pesca prima di terminare completamente il turno.

Chi fosse interessato più di prima a conoscerne i dettagli e volesse evitare di leggersi il regolamento in inglese presente sulla pagina kickstarter, sappia che ve l’ho tradotto io interamente. Lo potete trovare qui di seguito:

Regolamento ITA Terrors of London

Considerazioni

Come già detto in precedenza, il gioco riflette le più tipiche meccaniche di un deck-building ed è per questo che, nella sua semplicità, mi ricorda molto Star Realms. Tuttavia, come ogni buon piatto ci vuole una buona mano dello chef. No aspettate, non stiamo parlando di cibo. Insomma, il tocco in più lo vediamo dalla creazione delle Orde e dal loro ampliamento, che di volta in volta potrebbero far scaturire combo di carte davvero ben congegnate. Interessante anche il fatto che durante la Fase di Pulizia non proprio tutte le carte vengano rimosse dall’area di gioco. Aspettate, questo c’era anche in Star Realms. Sì, devo dire che si somigliano molto.
Solitamente non è consigliato proporre l’acquisto di un gioco di carte in inglese a chi non ne mastica molto. Tuttavia, in Terrors of London, l’inglese utilizzato è abbastanza basilare e limitato a 2-3 righe massime per carta e, come molti giochi di carte, fa perno sull’uso di parole chiave ricorrenti. Quindi, beh, forse è il caso di farci un pensierino lo stesso, no?
Non dimentichiamo l’ambientazione. Una Londra Vittoriana permeata di horror e sangue. Chi ama il genere non può non esserne intrigato. E giusto per alimentare la scimmia, qui di seguito vi saluto con una breve gallery di alcuni illustrazioni esemplari del gioco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi