MIG Recensioni Galattiche: Age of Towers

Il tower defense per eccellenza, con mostri, bombardamenti e tanta tanta cattiveria è in arrivo grazie a 3 Emme Games!

Prima di tutto voglio ringraziare 3 Emme Games per avermi dato la possibilità di avere questo gioco in anteprima così da potervelo recensire. Age of Towers sarà disponibile dal 10 settembre completamente localizzato in italiano, lo potrete trovare qui!

Generalità

  • Nome: Age of Towers
  • Editore: 3EmmeGames
  • Tipologia: Gioco da tavolo competitivo
  • Meccaniche:
    • Costruzione percorso
    • Gestione della mano
  • Numero giocatori: 1-4
  • Tempo per partita: 60 minuti
  • Dipendenza dalla lingua: importante, solo sulle carte
  • Lingua: italiana
  • Complessità: 2/5

In Age of Towers ogni giocatore guiderà le difese del proprio villaggio contro le invasioni di mostri nemici e le interferenze degli avversari. Avete mai giocato al tipico giochino tower defense per smartphone? Ecco! Age of Towers è proprio quel giochino portato sul tavolo e con l’aggiunta sostanziosa dell’interazione con gli altri giocatori, che comporta sicuramente maggior divertimento.

Componenti

1 Tabella Evento, 14 Carte Evento, 1 Tabella e 1 Segnalino Fase, 12 Trofei, 4 Tessere Espansione, 57 Carte Ricerca, 30 Torri (+ migliorie), 60 Cristalli, 16 Goblin, 12 Orchi, 12 Ragni, 1 Tabella del Boss, 4 Pedine Boss, 4 Tabelle Città, 12 Grandi Indicatori Azione, 12 Piccoli Indicatori Boss, 4 Cubi Guardia, 4 Carte Riassuntive, 4 Tessere Città, 36 Tessere Percorso, 4 Tabelle Entrata della Miniera, 9 Carte Magie Demoniache, 1 Pedina Mostro del Demone, 1 Tabella Magie Demoniache.

Setup

Il setup del gioco è veloce ma costellato da diversi componenti da disporre sul tavolo. La parte centrale del tavolo sarà quella comune a tutti i giocatori e dovrà essere composta da

  • Tabella del Boss, che terrà conto dei punti ferita inflitti al Boss da ciascun giocatore
  • Tabella Evento, che di volta in volta svelerà gli eventi imprevisti nel gioco
  • Tabella delle fasi del gioco, che terrà conto della Fase di gioco in essere
  • Mazzo di Carte Ricerca, con 3 carte svelate e poste al suo fianco che costituiranno il Mercato
  • 4 Trofei pescati casualmente tra quelli disponibili, che indirizzeranno gli obiettivi della partita
  • 4 Tessere Espansione, utilizzabili grazie a particolari carte Ricerca
  • Una riserva comune di Torri con i rispettivi miglioramenti e una riserva di Cristalli

Ogni giocatore, invece, dovrà avere davanti a lui

  • La Tabella Città, con gli spazi indicanti il numero di Guardie rimaste (all’inizio il cubetto Guardia va sul valore massimo)
  • La Tabella Entrata della Miniera con la Tessera Città corrispondente in fondo al percorso
  • 9 Tessere Percorso mischiate e impilate a faccia in giù
  • 1 Carta Ricerca pescata casualmente dal mazzo
  • 1 Scheda riassuntiva
  • Una pila di creature posta sull’Entrata della Miniera

Per creare la pila dei mostri prendete 4 Goblin, 3 Orchi e 3 Ragni, mischiateli e pescatene 2 casualmente ponendoli sull’Entrata della Miniera. Quindi posizionate sopra a questa pila la Pedina del Boss e, infine, completate la pila posizionandovi tutti i mostri rimasti pescati in maniera casuale. In totale dovranno essere quindi 12+1 pedine creatura. Tutte le pedine vanno poste con la faccia Indenne visibile.

Come si gioca

Il gioco procede in round, ognuno dei quali formato da 4 Fasi:

  • Fase Crepuscolo

    1. Viene attivata la carta Evento svelata durante il round precedente.
    2. Quindi viene rivelata una nuova carta Evento, essa si attiverà nel prossimo round.
  • Fase Notte

  • Questa fase può essere svolta contemporaneamente da tutti i giocatori.
    • Le Creature già presenti sul percorso si muovono di un numero di spazi pari al loro livello, ossia il numero riportato sulla pedina. Quest’ultimo rappresenta anche il danno che una creatura può fare se, durante il movimento, riesce ad entrare nella Tessera Città del giocatore.  In questo caso, il giocatore perderà un numero di Guardie pari al danno subito. Alcune creature, però, possono muoversi in maniera diversa. Ad esempio, i goblin si muovono di un numero di spazi pari al numero di goblin presenti sul percorso all’inizio della Fase Notte.
    • Nuove Creature escono dalla Miniera ed invadono il percorso verso la vostra Città. Prendete le prime due pedine Creatura sulla pila all’Entrata della Miniera e muovetele come già detto. Se la prima “nuova” pedina è quella del Boss, allora uscirà solo lui dalla Miniera. Se, invece, la prima pedina è un altro mostro ma la seconda è quella del Boss, allora uscirà solo la prima pedina per questo turno.
  • Fase Alba

    • Durante questa Fase le tue torri si attiveranno e dovranno attaccare. Ogni torre, in linea generale, potrà fare solo 1 danno e bersagliare, in una casella adiacente, sola una creatura dello stesso colore della torre. Il Boss, invece, può essere bersagliato da qualsiasi torre, a patto ovviamente che si trovi in una casella adiacente alla torre attaccante. Quando una torre ferisce un mostro, girate la pedina di quest’ultimo, potranno attivarsi degli effetti speciali. Tutte le creature, eccetto il Boss, hanno 2 punti vita. La prima volta che subiranno danno la loro pedina dovrà essere girata con il lato Ferito visibile. Una creatura sarà catturata quando subirà il secondo danno, la sua pedina sarà posta sulla Tessera Città e il giocatore guadagnerà 2 cristalli. Ogni volta che il Boss, invece, verrà danneggiato da un giocatore, quel giocatore avanzerà il proprio segnalino dei punti danno sulla Tabella del Boss.
  • Fase Giorno

  • Durante questa Fase ogni giocatore potrà fare 2 Azioni in totale, anche la stessa 2 volte volendo. Si farà un primo giro in cui ogni giocatore farà la prima azione e quindi un secondo giro. Le azioni possibili sono:
    • Costruire una torre. Pagando 2 cristalli, un giocatore può costruire una torre in uno spazio libero del proprio percorso. Quindi, se vuole, può giocare una carta Ricerca dalla propria mano.
    • Allungare il percorso. Pagando 2 cristalli, un giocatore può allungare il percorso verso la propria città utilizzando le prime 3 Tessere Percorso della propria pila e posizionandole una alla volta. Occhio a non creare percorsi chiusi che non permettano, alla fine, di posizionare la tessera città. Quindi, se vuole, può giocare una carta Ricerca dalla propria mano.
    • Andare al Mercato. Un giocatore può prendere una delle 3 carte Ricerca scoperte al Mercato e attivarla, quindi può giocare una carta Ricerca dalla propria mano.
    • Andare alla ricerca. Un giocatore può pescare 2 carte dal mazzo delle carte Ricerca. Poi, a differenza delle altre azioni, non può giocare carte dalla propria mano.

Non vi ho parlato di un aspetto fondamentale del gioco: le migliorie! Le migliorie non sono altro che dei potenziamenti che possono essere fatti alle torri e visivamente sono rappresentate dai tetti delle torri stesse. Le migliorie conferiscono poteri speciali alle torri:

  • La miglioria della torre blu le conferisce un’aura di protezione, eludendo eventuali distruzioni delle torri da effetti di carte o da poteri speciali dei mostri.
  • La miglioria della torre gialla le conferisce l’abilità di poter rallentare l’avanzata dei mostri durante la loro fase di movimento.
  • La miglioria della torre rossa le conferisce maggiore potenza durante gli attacchi, potendo infliggere più danni o bersagliare più mostri.

Una nota importante: quando un giocatore subisce la distruzione di una sua struttura, esso pesca una carta Ricerca come..consolazione.

Fine del gioco

Il gioco procede di round in round fino al termine della fase in cui

  • un giocatore perde tutte le sue Guardie
  • un giocatore sconfigge il Boss infliggendovi tutti i punti ferita necessari

Quindi, i punti vanno calcolati sommando

  • il valore delle Guardie rimaste sulla propria Tabella Città
  • il valore dei punti ferita inflitti al Boss
  • i punti derivanti dall’acquisizione di determinati Trofei (non ve ne ho parlato molto, ma sostanzialmente sono degli obiettivi secondari che possono diventare di notevole importanza nel calcolo dei punti finali)

Considerazioni

Ma veniamo ai voti!

  • Componenti e Grafica

    Grafica bellissima! L’ambientazione fantasy si lega bene con il taglio grafico cartoonoso e spesso anche un po’ goliardico. La prima volta che ho visto le illustrazioni di alcune carte mi è venuto proprio da ridere. I componenti, invece, sono ancora meglio! Le torri colorate con i loro tetti sono davvero fantastiche. Le pedine del gioco sono molto spesse e ben fatte. Componenti, in generale, davvero eccellenti.

    • Voto Componenti e Grafica 9/10
  • Interazione

    Da un gioco di questo tipo ci si potrebbe aspettare un’interazione abbastanza limitata. Lo pensavo anche io alla prima lettura del regolamento. Poi, giocandolo, ho davvero realizzato quanto questo aspetto fosse importante nel gioco. L’interazione si basa tutta sulle carte. Tantissime carte, infatti, sono dirette a contrastare gli avversari. Potrete liberare mostri dalle città avversarie per rimetterli sul percorso, potenziarli o addirittura distruggere completamente una torre nemica. E vedrete così l’avversario soccombere all’avanzata delle creature. Insomma, le cannonate all’interno di questo gioco sono solo immaginarie, ma le cattiverie sono dannatamente reali. Eccome se lo sono! Eppure l’interazione non è nemmeno un aspetto così scontato, benché comunque “supportato” dalle meccaniche di gioco. Dipenderà molto dal tipo di giocatore, da come si approccia alla partita, se preferisce o meno disturbare gli avversari (e quindi subirne la più che scontata reazione).

    • Voto Interazione 8/10
  • Longevità

    La longevità è buona. Il contenuto della scatola permette di fare diverse partite senza che il gioco diventi ripetitivo in fretta. Da sottolineare che all’inizio della partita vengono pescati 4 Trofei, alias “obiettivi secondari”, su un totale di 12 disponibili. Ad aumentare la variabilità, ma anche la difficoltà, è anche la scelta delle carte Evento da utilizzare, presenti anch’esse in un numero maggiore al necessario.
    In futuro verrà rilasciata anche un’espansione. Ma io questo non ve l’ho detto.

    • Voto Longevità 7/10
  • Scalabilità

    Il gioco gira bene in qualsiasi numero di giocatori. Ma in 3 e in 4 l’ho trovato più divertente. È presente anche una modalità in solitario che non è per niente male, anzi! Alcune partite in solitario ricadono su una tipologia di gioco anche più sfidante, con la necessità di contare gli spazi e pianificare le azioni da fare. In solitario vengono aggiunte delle carte che, come le carte Evento, possono dare un gran filo da torcere.

    • Voto Scalabilità 7/10

Voto finale 8/10

Age of Towers possiede meccaniche tipiche di un family game, ma con un potenziale interattivo molto elevato. Dipende comunque dal tipo di giocatore e da come si approccia solitamente ai giochi.

Se ho scatenato la vostra curiosità, vi consiglio di prenderlo su MagicMerchant.it

Campagna di sensibilizzazione “Gioca Protetto”

Rispondi