Emmy 2018 – Ecco tutti i vincitori

E anche quest’anno gli Emmy sono arrivati, e come sempre è stata un’edizione piena di sorprese, emozioni e stupore. Ma vediamo i vincitori.

Per il terzo anno consecutivo Game of Thrones sbanca, vincendo il premio per la miglior serie drammatica e Peter Dinklage si aggiudica l’Emmy per il miglior attore non protagonista. Da notare che con quest’ultimo premio lo show diventa la serie più premiata di sempre dall’Academy of Television Arts & Science.

Che piaccia o non quando c’è Game of Thrones non c’è gara. Sono infatti già iniziate le polemiche per la mancanza di premi a The Handmaid’s tale che purtroppo torna a casa a bocca asciutta assieme a Stranger Things. Molto bene sia per The Americans che per The Marvelous Mrs. Maisel che si portano a casa un bel po’ di Emmy. Buon risultato (a mio avviso, più che meritato) anche per Darren Criss e la miniserie The Assassination of Gianni Versace: American Crime story. 

Ma vediamo nello specifico chi si è aggiudicato l’Emmy in ogni categoria:

  • Miglior commedia: The Marvelous Mrs. Maisel
  • Miglior serie drammatica: Game of Thrones
  • Miglior miniserie: The Assassination of Gianni Versace
  • Miglior attrice – commedia: Rachel Brosnahan, per la sua interpretazione in The Marvelous Mrs. Maisel
  • Miglior attore – commedia: Bill Hader, in Barry
  • Miglior attore in una serie drammatica: Matthew Rhys, per il suo lavoro in The Americans
  • Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica: Thandie Newton, per Westworld
  • Miglior attore non protagonista in una serie drammatica: Peter Dinklage per Game of Thrones
  • Miglior attrice non protagonista in una commedia: Alex Borstein per The Marvelous Mrs. Maisel
  • Miglior attore non protagonista in una commedia: Henry Winkler, per Barry
  • Migliore attrice in una miniserie o film tv: Regina King, per Seven Seconds
  • Miglior attore per una serie limitata o film tv: Darren Criss, per la sua ottima interpretazione in The assassination of Gianni Versace: American Crime Story
  • Miglior attrice non protagonista per una serie limitata o un film: Merrit Wever, per Godless
  • Miglior attore per una serie limitata o film: Jeff Daniels, per Godless
  • Variety Sketch Series: Saturday Night Live
  • Variety Talk Series: Last Week Tonight with John Oliver
  • Reality di competizione: RuPaul’s Drag Race
  • Scrittura per una commedia: Amy Sherman-Palladino per The Marvelous Mrs. Maisel
  • Scrittura per una serie drammatica: Joel Fields e Joe Weisberg per The Americans
  • Scrittura per una serie limitata, film o serie drammatica: William Bridges and Charlie Brooker, per Black Mirror
  • Regia per una commedia: Amy Sherman-Palladino per The Marvelous Mrs. Maisel
  • Regia per una serie drammatica: Stephen Daldry, per The Crown
  • Regia per una serie limitata: Ryan Murphy, per The assassination of Gianni Versace: American Crime Story
  • Scrittura per un Variety Special: John Mulaney, John Mulaney: Kid Gorgeous At Radio City
  • Regia per un Variety Special: Glenn Weiss, per The Oscars

Per la prima volta si assiste anche ad una proposta di matrimonio in questa settantesima edizione degli Emmy, ovvero quella di Glenn Weiss alla compagna Jan Svendsen. Di seguito il link per vedere com’è andata.

E voi cosa ne pensate delle premiazioni? Concordate o avreste premiato diversamente?

Fonti: New York Times, YouTube

Rispondi